New Horizons è uscita dall’ibernazione e si prepara all’incontro con Ultima Thule


#121

2:00 pm ET dovrebbe essere tra 20 minuti, manca poco.

Sulle due sfere non insisto piu’ era solo un’ipotesi da citare, non necessariammente la mia preferita, ma ricordo che in base alle dimensioni e’ normale che le forze gravitazionali diano luogo a una sfera, anche se questo e’ un oggetto molto piccolo e non dovrebbe essere il caso.


#122

Seconda e più attesa conferenza stampa… ci siamo quasi…


#123

Meet Ultima Thule


#124

Ecco cosa vuol dire un giorno di differenza…


#125

Esatto, la gravità rende sferici gli oggetti da una certa dimensione in su. Qui siamo lontanissimi da quella soglia. Cerere è uno degli oggetti sferici più piccoli scoperti ed ha un diametro di 1000 Km, MU69 è sui 30 Km.

La differenza potrebbe non sembrare molto grande ma visto che la gravità è direttamente proporzionale alla massa dovremmo considerare quella. In prima approssimazione, per corpi così piccoli, la massa è proporzionale al volume il quale è proporzionale al cubo del diametro. Abbiamo quindi un rapporto di masse che vale circa 30^3 / 1000^3 = 27000 / 1000000000 = 0.000027.

Meno di un decimillesimo.


#126

WOOOOOOOOOOOOOOOOW! stupenda foto!


#127

Un pupazzo di neve!

E comunque sono due palle, piu’ o meno :wink:


#128

Sì l’ho pensato anche sul momento! ma non sarebbero per nulla abbastanza sferiche per ingannare una curva di luce! bel pupazzo di neve però : )

EDIT: prima mi ero dimenticato un link a tal proposito:


#129

Probabilmente non è l’ultimo binario a contatto che vedremo. Mi chiedo se ci sia un modello che spiega se c’è un picco di probabilità che una nuvola di materiale faccia 2…3…4? Sfere, invece che 1.


#130

Altre interessanti slide dalla conferenza stampa…


#131

Io la prima cosa che farei e’ calcolare se la velocita’ di rotazione e la distanza del baricentro delle due palle sono congruenti con le leggi di newton.


#132

Non vedo l ora delle immagini a risoluzione ancora più elevata (a colori).
Adesso sappiamo che il target é stato ben immortalato.


#133

Altre slide…


#134

Ecco i quattro protagonisti della press conference di oggi:

Da sinistra Alan Stern (Principal Investigator), Cathy Olkin (Deputy Project Scientist), Carly Hovett (Co-Investigator) e Jeff Moore (Capo Geologo e geofisico).

Ed ovviamente lei… Ultima Thule… aka snowman! :grin:

024


#135

Visto che a parlare a caso a volte ci si prende: sembra che la fuori gli impatti avvengano a bassissima velocita’.

Niente createri, palle di neve e palle a contatto. Sembra che abbia avuto una storia molto dolce, niente di violento…


#136

Stern ha detto che l’immagine che abbiamo visto oggi aveva una risoluzione di 140m/pixel (distanza 50.000 km ed un’ora prima del massimo avvicinamento), quella che vedremo domani 35m/pixel e migliore illuminazione.


#137

L’hanno detto tre volte, ma mi manca qualche termine e non ho capito. Mi ridireste per favore a cosa è dovuto il colore rosso?

Ho capito “volatiles”, “icy gases”, ma non ho capito il processo di formazione degli elementi rossi.


#138

Mi pare di avere capito che la colorazione rossa sia una conseguenza dell’esposizione all’ambiente di radiazioni.


#139

L’oggetto non è tanto piccolo.


#140

@Maxi le ha postate quasi tutte (grazie! :ok_hand:) ma, per l’archivio, le slide della conferenza sono qui:

http://pluto.jhuapl.edu/News-Center/Press-Conferences/index.php?page=2019-01-02

Trovo molto interessante la perfetta corrispondenza della forma di UT con le rilevazioni fatte da terra alcuni mesi fa. Non avrei mai immaginato che il metodo delle occultazioni fosse così accurato. E pensare che noi, per spiegare la curva di luce, avevamo dubitato…