OmegA mega thread (news & altro)

Dalla faccia di Trina Patterson direttrice della comunicazione direi che sicuramente non è stato nominale

2 Mi Piace

Infatti mi pareva strano… Visti ormai diversi test per i booster shuttle ed SLS e mai osservato una cosa del genere… :thinking:

Quindi. CASTOR 600 è il terzo motore più potente della storia dell’astronautica. Il motore ha performato bene per i 122 secondi previsti. Tuttavia a 2 secondi dallo spegnimento è stato registrato un significativo danno al nozzle. Ne sapremo di più nelle prossime ore. Si tratta comunque di un Nozzle Failure che dovrà essere sistemato per il prossimo static fire del C600.
Gallery credit NGIS




1 Mi Piace

sono stati rilasciati anche dati ulteriori che andrò a inserire nella sezione EELV.
Il C600 pesa 335,6 tonnellate. Peso al lancio di 544,3 tonnellate per la versione Medium che ha un altezza di 64 metri.
p.s. chissà se il fallimento del nozzle ha a che fare con l’eccessivo uso del TVC. Molto di più di quanto mi aspetterei in volo. Comunque alle 22.05 ci sarà una conferenza stampa post test. Ci potrebbero essere risposte. Il tutto sempre LIVE.

Video del test.

4 Mi Piace

per NGIS è un successo. Dicono che ci saranno altri dettagli alle nostre 22.05

in sostanza. Considerato un successo. L’anomalia è avvenuta nella fase finale di accensione mentre la potenza calava. Può darsi che la parte esterna del nozzle sia collassata durante questa fase. NGIS ha tonnellate di dati a cui potranno guardare. Sapranno certamente cosa è successo e dove intervenire nel caso. E’ stato anche detto che il C600 ha prodotto una potenza maggiore a quella nominale in quanto è stato riscaldato a 90 gradi.
Il test del CASTOR 300 rimane fissato per tardo Agosto/Inizio settembre. Direi che si tratta di un intoppo ma nulla di grave. Nel caso si rivelerà necessario, il nozzle verrà rinforzato e testato nel secondo test fire previsto per il C600.
Domani aggiorno il tutto con i datas. :smiley:

3 Mi Piace

Beh, in un motore a combustibile solido… l’unica cosa che va garantita è l’integrità strutturale :man_shrugging:
Il resto una volta acceso funziona “per forza” :stuck_out_tongue:

Un’anomalia del genere in volo probabilmente provocherebbe una brusca variazione d’assetto coe risultati molto negativi.
Sono sicuro che con la loro esperienza in questo campo possano risolvere velocemente, comprendo che essendo una grossa ditta pubblica sia giusto tutelare gli investitori minimizzando e spero di vedere questo OmegA in volo prima possibile… ma secondo me non è da prendere così “sottogamba” come leggo in giro.

3 Mi Piace
2 Mi Piace

Il momento dell’incidente.

Magari anche gli O-rings.

Questo design non gli ha. Per questo è considerato un design più sicuro.

1 Mi Piace

Hmm… difficile dirlo senza (come giustamente dici tu) un’analisi accurata dei dati.
Il fatto che l’ugello di un razzo esploda in mille pezzi non è una cosa da poco.

Non sappiamo se il fatto che sia avvenuto praticamente a pochi istanti prima dello spegnimento del razzo sia davvero un’attenuante e non sappiamo ancora la causa primaria.

Inoltre i frammenti generati dal botto, se li immaginiamo durante un volo vero e proprio, potrebbero andare ad impattare il core centrale oltre che creare un thust fuori asse certamente non desiderabile.

Sono certo che tutto sia analizzabile e risolvibile (come diciamo sempre, i test si fanno per quello), ma starei attento a liquidare questi eventi solo perché a saltare in aria non è stato l’intero razzo :wink:

Sono daccordo che in volo la cosa avrebbe potuto causare il fallimento della missione. E quindi ancora non siamo pronti a volare.

Tuttavia il motore ha performanto benissimo. 9800 kN per 2 minuti. Il TVC è stato testato estensivamente durante il test e ha funzionato a dovere. Quindi mi sembra un pò eccessivo giudicare il test come fallimento. Le major milestone sono state raggiunte, e il problema al nozzle è certamente di più facile soluzione rispetto ad una improvvisa esplosione del booster (li sarebbero stati c… amari). In definitiva un successo parziale. NGIS ha 700 canali di dati a disposizione. Non credo ci vorrà molto per capire cosa è andato storto.

Foto del momento “topico”.

1 Mi Piace

Non credo che tutti i detriti della seconda foto sarebbero una cosa positiva durante un volo…

1 Mi Piace

Mi tocca postare ancora un video con i commenti di Scott M., ma mi e’ sembrato molto chiaro e raccoglie i passaggi video piu’ significativi:

Mi sembra di capire che anche se un simile problema durante il lancio potrebbe non comportare un’esplosione catastrofica di tutto il veicolo (se fosse human rated il LES potrebbe salvare l’equipaggio) quasi sicuramente comporterebbe il fallimento della missione, quindi ai fini pratici il risultato e’ lo stesso.

Quindi devono capire cosa e’ successo, risolverlo e stop.

1 Mi Piace

Nuovo articolo di Roberto Mastri pubblicato su AstronautiNEWS.it

1 Mi Piace

Credo ci sia una piccolissima imprecisione sulla spinta prodotta.

Citazione producendo un thrust di 9,8 kN

1 Mi Piace

Direi chei è “solo” sbagliata l’unità di misura: kN al posto di MN. :flushed:
Grazie per la segnalazione. Fixed.

1 Mi Piace