Operazione Orion - Articolo

Suppongo che molti di voi avranno recentemente notato i numerosi articoli presenti in rete sull’ultimo “ritrovato” della D-Wave Systems …bè,per coloro che non li avessero notati,vi propongo la lettura del PDF linkato qui in basso, in cui ho cercato di condensare le informazioni essenziali in sole 7 pagine di testo.
Buona lettura!
http://pesanervi.diodati.org/pn/

Fausto Intilla

Ciao Fausto, e benvenuto su forumastronautico.it.
Mi pare che questo sia il tuo primo post, e quindi ti invito cordialmente a dare un’occhiata al messaggio speciale dedicato a tutti i nuovi arrivati.

Per quanto la sezione “Parole in Libertà” sia appunto dedicata a qualsiasi tipo di argomento, ricorda che in questo forum siamo tutti (quasi) vecchi brontoloni, che amano distinguere piuttosto chiaramente il confine tra scienza e fantascienza e tra scienza e filosofia.
Non ti stupire quindi se ad alcuni tuoi posts saranno date risposte magari troppo scettiche.

Spero inoltre che vorrai partecipare costruttivamente anche alle altre sezioni del forum, e non inserirai solo messaggi per pubblicizzare il tuo forum, visto che la cosa, tra l’altro, non è proprio ben vista dall’admin.

Suppongo che molti di voi avranno recentemente notato i numerosi articoli presenti in rete sull'ultimo "ritrovato" della D-Wave Systems

Si’, mi ricordo di aver letto qualcosa a proposito.

Il link a EDN fornisce alcune informazioni tecniche.
Il fatto di usare SQUIDs (estremamente sensibili a campi magnetici) e di aver bisogno di un criostato a diluizione per mantenere il chip alle temperature di operazione, rende il processore poco appettibile commercialmente. E dalla foto nel link a DailyTech si direbbe che hanno bisogno di una stanza schermata (praticamente una gabbia di Faraday).

Peccato che nell’articolo del blog vengano citati fisici teorici, invece che sperimentali.