Primo Ing Aerospaziale cieco in Italia

Ciao a tutti, stamattina su rai2 da Magalli c’era un neolaureato Ing. Aerospaziale… cieco!!!
Mi sembrava doveroso dedicargli un topic in questo forum, vista la forza di volontà straordinaria dimostrata!
Mi pare si sia laureato a La Sapienza a Roma. Qualcuno magari lo conosce?? Davvero un grande!

Giù il cappello! Non deve essere facile reperire libri per non vedenti, visto che a volte non sono reperibili neanche quelli usati comunemente.

Infatti non ci sono libri per non vedenti! Da quel che ha affermato, si faceva leggere gli appunti e le parti principali dei libri e poi le traduceva in breil (si scrive così?)… tra l’altro non esiste un modo per tradurre formule e simboli matematici, per cui ha pure dovuto inventarsi un modo per farlo

:scream: :scream: accipicchia, giù il cappello 2 volte, allora! :smiley:

che idolo!!!

Concordo.
Hats off.

Assolutamente d’accordo ragazzi, giù il cappello per capacità e forza di volontà assolutamente fuori dal comune…

Mitico… :colonial:

Braille, dovrebbe scriversi così.

Braille,l’altro da te citato è una nota marca di orologi/bigiotteria :wink:
Hai fatto bene mettere in evidenza,questa notizia;la forza di volontà e la passione vanno sempre riconosciute ed enfatizzate,perlopiù se questo viene da un non-vedente.Complimenti al Neo-laureato!! :slight_smile:

Ammazz…chapeau! Un bell’esempio di determinazione! :smiley:

Sì, un meraviglioso esempio per tutti! Sono d’accordo, e noi che ci abbattiamo per cose futili a volte…vedete cosa riesce a fare la passione e la forza di volonta? E oggi questa notizia mi serviva davvero :slight_smile:

Faccio il bastian contrario, ma sarò davvero curioso di sapere se riuscirà ad assolvere ai suoi compiti.

Beh non è detto che voglia lavorare come fosse “reclutato” magari lo ha fatto per passione, o magari veramente per lavorare, ci sono sempre più possibilità con computer e sw adeguati.

Quoto! :smiley:

precisamente si dice “Braille”

e per dare un’idea della difficoltà:

Charles Barbier, refined by Louis Braille: The Braille Alphabet (1821)

Per essere precisina il ragazzo cieco si è laureato a Palermo (dove mi sono laureata anche io :smiley:/)

Nel gruppo di tiro con l’arco a cui partecipo il sabato mattina, c’e’ un arciere cieco. A volte mi batte pure!
(No, non sono molto bravo ma tanto di cappello anche a lui).

Paolo

Giù il cappello a questo non vedente qualunque cosa farà in futuro . E da parte mia tanta solidarietà perchè pur non essendo cieco ho problemi anche seri alla vista che non mi hanno impedito di laurearmi in Fisica e di fare tant altre cose

E allora complimenti anche a te, non deve essere stato facile…grande!

Finalmente anche Magalli fa qualcosa di utile oltre a distribuire buste,frizzi (non fabrizio)e lazzi…! :stuck_out_tongue_winking_eye: