Propulsione nello spazio

Scusate l’ignoranza ma con quale carburante si muove l’STS nello spazio? Quando parte ha quei bei taniconi, ma quando li sgancia poi cosa rimane? C’è una scorta che rimane nell’orbiter? E per quanto riguarda la Stazione Spaziale, se deve fare dei cambi di rotta o rialzarsi come fa?

grazie

Si sposta tramite l’espulsione di un gas, o meglio una miscela di gas chiamata idrazina, da uggelli disposti in vari punti della navetta. La stazione spaziale usa attualmente l’ATV per mantenersi nella giusta orbita.

Non devi scusarti, nessuna domanda è stupida :smile:!
Oltre all’ATV entrato da poco in servizio, per alzare l’orbita della stazione, prima ancora ed ancora oggi viene usata una capsula russa specifica per il trasporto di rifornimenti chiamata progress. Anch’essa usa l’idrazina come propellente.
Pure lo stesso shuttle può essere usato per portare l’ISS in un orbita più alta. Il propellente della navetta è posto in contenitori sferisci a prua e a poppa adiacenti agli ugelli.

Cosa intendi per cambi di rotta? Un orbita non deve essere propriamente intesa come un autostrada, ma anzi è ancora più vincolante, ed il percorso obbligato è uno solo. Si può tuttavia cambiare il piano dell’orbita (cioè l’angolo tra essa e l’equatore) ma si consumerebbe uno sfacelo di carburante.

Inoltre l’ISS, per mantenere o variare l’assetto, utilizza i 4 CMG (Control Moment Gyroscopes), che sono dei giroscopi formati da delle masse in rotazione su sè stesse, che riescono a mantenere l’orientamento della Stazione durante il suo volo.

E infine molto molto raramente i thruster sul modulo Russo Zvezda.

Le domande non sono mai stupide, anzi quelle che sembrano banali ci fanno ricordare cose semplici che magari, paradossalmete, non sono chiare o note a tutti :wink:

Volevo solo aggiungere che per cambiare lo stato di moto di un corpo nello spazio sono necessari dei mezzi propulsivi (razzetti chimici, elettrici), mentre per cambiare lo stato di moto angolare (che si chiama assetto) di un corpo possono essere sufficienti dei mezzi interni, come ruote di inerzia, di reazione, giroscopi di momento (come ha detto Luca, utilizzati sulla ISS), oppure dei sistemi di propulsione. Altri aiuti possono essere i passaggi ravvicinati a corpi dotati di massa, come i gravity assist o le catture dei pianeti sulle sonde automatiche.

Grazie, siete gentilissimi.

riguardo alla mia domanda sul cambio di orbita intendevo proprio quello relativo al piano orbitale (mi esprimo come posso).

Quindi come pensavo si usa proprio un gas, certo che sembra essere una sostanza corrosiva, tossica e cancerogena, nonchè esplosiva. Wikipedia dice che viene impiegata perchè allo stato liquido è quella con maggior percentuale di idrogeno. Perchè viene scelta ad altri gas? E’ forse perchè a livello di volume occupato o peso è quella che fornisce la migliore resa?

Esattamente