PSLV-C39 - IRNSS-1H

pslv

#1

In arrivo un nuovo lancio indiano. Il 31 agosto, alle 19.00 ora locale (le 15.30 da noi), decollerà dallo Satish Dhawan Space Centre di Sriharikota un PSLV in configurazione XL (ossia con 6 booster) con a bordo il satellite IRNSS-1H, l’ottavo membro dell’Indian Regional Navigation Satellite System (IRNSS), il “GPS indiano” per intenderci.

In origine IRNSS-1H doveva svolgere le funzioni di “riserva” (la costellazione prevede sette satelliti operativi - già lanciati - e due riserve) tuttavia ora andrà ad occupare in orbita geosincrona (55° Est, inclinazione 29°) la stessa posizione di IRNSS-1A (il primo satellite lanciato nel 2013) che non può più essere utilizzato per i servizi di navigazione a causa di un guasto .

Curiosamente il problema riguarda i tre orologi atomici RAFS di cui è dotato. E ancor più curiosamente si tratta degli stessi orologi di forintura europea che hanno manifestato problemi (non così gravi però) sui Galileo. IRNSS-1H è dotato di una versione aggiornata degli stessi orologi.

ISRO informa che IRNSS-1A non sarà pensionato, ma verrà utilizzato per servizi di comunicazione.

Altre info qui:
http://www.isro.gov.in/Spacecraft/irnss-1h


E’ inoltre disponibile la brochure della missione: http://www.isro.gov.in/pslv-c39-irnss-1h-mission/pslv-c39-irnss-1h-brochure

Qualche immagine del satellite e della sua preparazione:

Vibration test:

Test dei pannelli solari:

Ed ecco la preparazione del lanciatore. Fissaggio della sezione inferiore dello stadio core:

I booster vengono integrati al primo stadio:

Integrazione del secondo stadio liquido:

Integrazione del satellite:

Mission gallery: http://www.isro.gov.in/pslv-c39-irnss-1h-mission/pslv-c39-irnss-1h-mission-gallery

EDIT: Ho corretto l’orbita di IRNSS-1A (e quindi la destinazione di IRNSS-1H) che non è geostazionaria, ma geosincrona.


#2

ma che belle foto, e quanta roba. Le 16 antenne a elica sul “piatto” della prima foto dovrebbero essere quelle tipiche dei segnali di navigazione GNSS. Le antenne a elica più piccole poste fra le grandi mi sfuggono, sembrano avere frequenza più che doppia, e quindi atorno ai 3,5-4 GHz. Qualcuno sa se ci sono servizi di navigazione da quelle parti?
nell’ultima foto si vede chiaramente un retroflettore laser, in alto a destra, probabilmente per il posizionamento di precisione del satellite. Le quattro eliche bianche affiancate, che sembrano canne di lanciarazzi, non le ho capite.


#3

Da questa figura sembrebbero le OMNI del sistema di telemetria e controllo

Fonte: https://directory.eoportal.org/web/eoportal/satellite-missions/content/-/article/irnss

Qui si trova anche questa descrizione dei due payload dei satelliti:
[size=10pt]
Each satellite has two payloads: the Navigation payload and the CDMA ranging payload in addition with a retroreflector array. The payload generates navigation signals at L5 and S-band. Both L5 and S-band consists of two downlinks. The design of the payload makes the IRNSS system interoperable and compatible with the GPS and Galileo constellations.)

  • A highly accurate Rubidium atomic clock is part of the navigation payload.

  • L5-band downlink center frequency: 1176.45 MHz, bandwidth of 24 MHz,RHCP (Right Hand Circular Polarization)

  • S-band downlink center frequency: 2492.028 MHz, bandwidth of 16.5 MHz, RHCP

  • The ranging payload of IRNSS-1 consists of a C-band transponder which facilitates accurate determination of the spacecraft range.

  • C-band uplink: 6700 – 6725 MHz, RHCP; downlink: 3400-3425 MHz, LHCP (Left Hand Circular Polarization).

  • IRNSS-1 carries also corner cube retroreflectors for laser ranging.[/size]


#4

Grazie Rob. Mi sfuggiva che ci fosse un canale a 2496 MHz, e che l’altro canale fosse L5. Oramai ci sono più segnali in aria che ricevitori a terra :slight_smile:


#5

Ecco un bel video di presentazione:

https://www.youtube.com/watch?v=miOHCDscEXM

Originale qui: http://www.isro.gov.in/pslv-c39-irnss-1h-mission/curtain-raiser-video-of-irnss-1h-english

Intanto il conto alla rovescia di 29 ore è iniziato. Sono stati imbarcati i propellenti nel secondo stadio e ora è in corso il rifornimento del secondo (gli altri hanno motori solidi :smiley:).


#6

Il webcast è iniziato.

Si può seguire qui: http://www.isro.gov.in/pslv-c39-irnss-1h-mission/live-webcast-of-pslv-c39-irnss-1h-mission-launch

oppure qui:

https://www.youtube.com/watch?v=EolvTp_A6AE


#7

Il lancio sembrava essere andato bene, fino alla separazione finale del satellite. Ma sembra che il rilascio del fairing non abbia funzionato :disappointed:


Si può sentire anche l’annuncio alla fine del webcast.

Attendiamo ulteriori informazioni


#8

Anche questi grafici mostrano qualche anomalia: un’altitudine leggermente inferiore nella fase di volo inerziale e, soprattutto, una velocità minore del previsto (riga rossa).


#9

Dichiarazioni del presidente di ISRO. Tutto il resto della missione si è svolta come previsto ma il fairing (loro lo chiamano “heat shield”) non si è separato.
L’anomalia di cui sopra dovrebbe essere una conseguenza della massa maggiore veicolo (dovuta alla presenza fairing).


#10

Quindi il satellite è ancora dentro il fairing attaccato al quarto stadio? Che strana situazione. È mai successa una cosa del genere?


#11

Probabilmente più di una volta. Mi ricorda un’altra analoga situazione avvenuta ai tempi delle Gemini… (ma non voglio rubare il mestiere a Nonno Apollo :stuck_out_tongue_winking_eye:).

Comunque anche gli indiani sono stati un po’ “reticenti”. Mentre dicevano che tutto era “nominal”, avevano le immagini del satellite ancora chiuso dentro al fairing, come si vede nell’ultimo monitor in basso. :point_up: (hanno le telecamere a bordo ma non ne mostrano le immagini nella diretta).

(si vede nel video del webcast, per esempio a 52:19)


#12

Credo ci siano pressoché nulle speranze di salvare il satellite. Soprattutto perché è stato posizionato in un’orbita più bassa di quella programmata (167.4 x 6554.8 km invece che 284 x 20650) e quindi occorrerebbe più spinta per portalo a destinazione e poi, senza pannelli solari né antenne dispiegate… :death:
Tra l’altro i pannelli si aprivano automaticamente “a tempo”. Anche se il fairing miracolosamente si staccasse, non sarabbero conciati bene.

Altre info qui: http://spaceflight101.com/pslv-c39/pslv-launch-failure-irnss-h/


#13

Nonno Apollo? Presente. Ti riferisci all’alligatore affamato di Gemini 9A.


#14

Esatto! (Ciao, Paolo!) Ma l’alligatore era “hungry” o “angry”? :smiley:


#15

L’alligatore era angry ma Nonno Apollo mostra i segni dell’età.


#16

Il satellite di osservazione della terra IKONOS-1 è stato un altro caso di impropria separazione del fairing. Il satellite non raggiunse l’orbita e rientrò nell’atmosfera.


#17

Il dettaglio dell’immagine in questione era l’immagine di apertura dell’episodio 4x21 di AstronautiCAST, intitolato “Farewell Discovery”.


#18

Infatti nella puntata avevano parlato di un simile incidente occorso nel 2011…

Tornando a IRNSS-1H, non risultava chiaro se fosse avvenuta o meno la separazione del satellite dal quarto stadio. In realtà la cosa si spiega se si tiene presente che il quarto stadio (PS4) era dentro il fairing insieme al satellite, come risulta da questa figura:


[sub]https://twitter.com/planet4589/status/903333303939452928[/sub]

A riprova, il comunicato ufficiale diffuso da IRSO (http://www.isro.gov.in/update/31-aug-2017/pslv-c39-flight-carrying-irnss-1h-navigation-satellite-unsuccessful) dice esplicitamente:

“tutti gli eventi del volo si sono svolti come programmato, eccetto la separazione del fairing. A causa di ciò la separazione del satellite [dal quarto stadio] è avvenuta dentro il fairing”

Quando le cariche sono esplose dentro il fairing, immagino che ci sia stato un certo “sbatocchiamento” :wounded:

L’insieme (quarto stadio, IRNSS-1H chiusi dentro il fairing) è stato catalogato con l’indentificativo internazionale 2017-051A e si trova attualmente in un’orbita di 166 x 6.556 km con inclinazione 19.16°.


#19

E nonostante l’attivazione delle cariche per la separazione del quarto stadio e la spinta il fairing non si è aperto.


#20

Stai a vedere che si son dimenticati qualche pin “remove before flight”…