Quante galassie ci sono nell'Universo?

A quanto pare abbiamo sottostimato di un ordine di grandezza il numero di galassie che popolano il nostro Universo. [emoji50][emoji50]

https://astronomynow.com/2016/10/13/universe-contains-ten-times-more-galaxies-than-previously-thought/

Notevole. Ogni volta che si pensa di aver trovato un limite… questo viene superato :slight_smile: (almeno in astronomia).

Meno male che il cielo é buio di notte, altrimenti non riuscirei a dormire. :zzz:

C’é un senso di vacillamento interiore che provo nel profondo, quando penso alla bolla di orizzonte osservabile il cui raggio dall’osservatore corrisponde alla velocità della luce per l’età dell’universo. Sarà impossibile perciò per noi umani guardare oltre, e sapere se esistono altre galassie ed altri universi.

Adesso moltiplicate il numero di galassie per il numero di stelle medio :-o

ed aspettate che vada su il telescopio James Webb nel 2018:

Hubble può infatti osservare nell'infrarosso da 0,8 a 2,5 μm, mentre JWST avrà una sensibilità che va da 0,6 a 28,5 μm

mi sa che avremo da aggiornare diverse cifre abbastanza presto

Grosso modo si parlava di 100 miliardi di stelle per galassia, per 100 miliardi di galassie. Ma le galassie primordiali sono molto più piccole, e può anche darsi che la vita media delle stelle di prima generazione fosse differente. Di quella fase dell’universo sappiamo ancora proprio poco; la mia impressione “a pelle” è che il calcolo del numero complessivo di stelle probabilmente non cambia di un ordine di grandezza.
Fra l’altro, dato che quelli di Gaia sono pigri (“fagnan”, in piemunteis, che è sottilmente diverso da pigro) e non producono (o non abbastanza :stuck_out_tongue_winking_eye:), non abbiamo una stima ragionevole del numero di stelle della nostra Galassia. A seconda del numero di nane rosse e della dimensione dell’alone si va da circa 100 a circa 300 miliardi. Le incertezze sono davvero grandi.
Ha ragione DOOOOD, i numeri cambieranno presto. Dal mio punto di vista ringrazio di vivere nel momento storico più straordinario che sia mai esistito per l’astronomia e la cosmologia.

Aumenteranno con le prossime release dei dati. Intanto tuffati qui
http://gea.esac.esa.int/archive/

Splash… banale. 4,5 GB di CSV gunzippati, 12 GB espansi. Adesso scarico e le conto :smiley:

Non ci capisco un piripicchio ma FIQO!!! :stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye:

Oggi a “Leonardo” il TG della scienza si è detto che le galassie sono destinate ad unirsi (per esempio la nostra via lattea tra milioni di anni sarà accorpata ad una galassia vicina),ma finora non si era detto che (al netto dell’energia oscura) le galassie erano destinate a disperdersi in una fuga entropica?

Sono due cose diverse. Gli ammassi (come il nostro gruppo locale, composto da varie decine di galassie, tutte piuttosto piccole eccetto la nostra, quella di Andromeda e quella del Triangolo) sono dominati dalla forza di gravità, che prevale sull’espansione. Quindi ci scontreremo con la galassia di Andromeda nel giro di pochi miliardi di anni. Invece per quelle più distanti prevale l’espansione dell’Universo, e lo vedi dalle velocità relative, che presentano tutte un redshift cosmologico; quindi l’espansione ha il sopravvento quando l’attrazione gravitazionale è troppo debole, e per galassie realmente distanti si vede che l’espansione è addirittura accelerata a causa della presunta energia oscura.

a livello locale la gravità prevale sull’espansione.
Tra l’altro la NASA nel 2013 aveva stimato la velocità di allontanamento delle galassie per megaparsec di distanza (appena trovo la fonte te la posto), facendo i calcoli relativi alla Galassia di Andromeda si dovrebbe poter calcolare la velocità di allontanamento e metterla in relazione con l’attrazione gravitazionale sviluppate dalla stima della massa delle due galassie. Senza l’espansione dell’universo sicuramente la Via Lattea ed Andromeda si fonderebbero prima.

Come si inserisce in questi calcoli l’energia oscura (ovvero il modo in cui i cosmologi spiegano perchè l’espansione dell’universo stia accelerando ) mi è abbastanza oscuro…appunto.

Come si inserisce in questi calcoli l'energia oscura (ovvero il modo in cui i cosmologi spiegano perchè l'espansione dell'universo stia accelerando ) mi è abbastanza oscuro...appunto.

Intuitivamente, se l’energia oscura introduce una pressione negativa, allora lo spazio si “stira” più rapidamente col passare del tempo; e l’espansione accelera. La quantità di energia necessaria per fare questo è enorme, e contribuisce alla massa dell’Universo conosciuto (m=e/c^2) per il 68 e passa %. Poi devi passare a calcoli cosmologici un pò più dettagliati per definire le grandezze in gioco… ad esempio, se la massa associata alla densità dell’energia oscura è così grande, questa massa non contribuisce a chiudere l’universo anzichè aprirlo ulteriormente? Devo chiedere ad Amedeo Balbi, lui su queste cose risponde.