Quarta fase del progetto cinese di esplorazione del sistema solare

C’è stata l’approvazione del governo cinese di una serie di nuove missioni nel sistema solare, molte delle quali erano già state presentate in qualche conferenza e ne avevamo parlato su questo forum, ora c’è l’OK definitivo.
Tutte le slide che inserisco provengono da qui:
https://weibo.com/2645044133/KDiimeB2I
e visto che sono tutte in cinese, mi limito ad alcune con immagini che vi commento, ma in quel thread ci sono dozzine di slide.

Intanto si torna sulla Luna, con equipaggio umano. L’obiettivo è di arrivare al 2050 con lo sfruttamento delle risorse sulla superficie. Si parla molto di abbondanza di acqua, che basterà per milioni di anni con i ritmi che hanno intenzione di usare nei prossimi decenni. Si parla di sicurezza, e a quanto ho capito impongono dei limiti altissimi per il trasferimento di equipaggio, almeno solo lancio è richiesta un’affidabilità superiore al 99,99%, meno di un disastro ogni 10.000 lanci con equipaggio effettuati.


Poi si parla di Zheng He, di cui ne avevamo già parlato anche qui ZhengHe: multimissione cinese con ritorno di campioni a Terra la missione si chiama qualcosa del tipo missione verso gli asteroidi (ok, la traduzione non è un granché, ma nemmeno traducendo quelle inglesi suona bene), non si sa se il nome ufficiale sarà Zheng He come annunciato qualche anno fa o se le verrà dato un nuovo nome. Niente di nuovo rispetto a quanto già detto nel forum, visita di un asteroide con prelevamento di campioni, rientro a Terra consegna campioni e proseguimento, sorvolo di un altro e entrata in orbita di un terzo.

Poi si parla di finanziare tecnologie come propulsione nucleare, produzione di metano e ossigeno su Marte, comunicazioni laser al posto di quelle radio, e di Mars Sample Return.


Con partenza intorno al 2030, vengono inviati due carichi, uno con rover per il campionamento e MAV per tornare in orbita marziana dalla superficie, uno con un orbiter per le comunicazioni e il rientro a Terra.

Infine sono state approvate altre due missioni, una verso Giove con Orbiter di Callisto e una verso Urano, con flyby di Venere e non ho capito se proseguimento verso l’eliopausa a 100 au o è addirittura una terza missione.

Ci sono poi proposte di altri studi, come uno sciame di satelliti scientifici su Venere. Altro ancora devo capirlo bene, ma il materiale è davvero tanto.

15 Mi Piace

Parlando di Cina non è un ritorno, ma una prima volta; per gli USA semmai è un ritorno sulla Luna

2 Mi Piace

Le due missioni su Giove e Urano verranno lanciate insieme, con un unico razzo. Poco prima di Giove si separeranno, una entrerà in orbita, l’altra proseguirà con un assist gravitazionale.

8 Mi Piace

Però …
Speriamo lo facciano davvero :blush:

Tra le missioni attualmente in corso e queste appena avviate ne sono previste altre? Mi aspetto qualche altro lancio del programma Chang’e, ma qualcuno sa se c’è dell’altro in programma per i prossimi anni?

Queste sono quelle di esplorazione del sistema solare, ce ne sono altre di astrofisica e eliofisica, per quanto riguarda le missioni scientifiche, se è questo che intendi con la domanda.

Edit: ad esempio Advanced Space-borne Solar Observatory ASO-S

1 Mi Piace

Per la gioia dello 0,025% degli utenti del forum, ecco le 4 ore di video sull’annuncio dei programmi futuri, tutto in cinese, ma con i sottotitoli (in cinese).
http://live.ckcest.cn/open/pc/play?id=10000317&utm_campaign=China%20Space%20News%20Update&utm_medium=email&utm_source=Revue%20newsletter

6 Mi Piace

Ecco due slide, sulla prima missione lunare umana e sul mars sample return.
Entrambe usano un profilo con due lanci e un rendezvous nel corpo celeste in oggetto.
In particolare per la missione lunare, lander e equipaggio vengono mandati con due lanci diversi e fanno rendezvous in orbita lunare, l’equipaggio si trasferisce, scende sulla superficie per 6 ore (due persone) e torna in orbita. Poi ritorna nella capsula dov’era partita e si dirige verso la Terra. Credo che questo sia stato uno dei primi profili di missione del programma Apollo, ma che sia stato scartato perché a suo tempo il rendezvous in orbita lunare era troppo rischioso.

7 Mi Piace

La missione Mars Sample Return potrebbe non usare razzi attualmente in via di sviluppo, anche se saranno pronti al momento del lancio. Per partire con la fase ingegneristica a breve e necessario usare tecnologie ben collaudate, si userà un CZ-3B per il lander e un CZ-5 per l’orbiter.
Non ci sarà un rover, a differenza della missione omonima NASA-ESA. Il campionamento userà le tecnologie sviluppate per Chang’e 5, in salsa marziana.

Se verrà rispettata la data del 2028, sarà in assoluto il primo campionamento di Marte a tornare a Terra (Perseverance ha già effettuato il campionamento da portare a Terra, ma la carovana per il ritorno tarderà fin oltre il 2030).

4 Mi Piace

Sì, ma in questo caso non potranno scegliere i campioni. Potranno raccogliere solo quelli che si troveranno nei pressi del lander.

1 Mi Piace