Raggiunti i 300 lanci orbitali con equipaggio


#1

#2

Paolo, hai mai preso in considerazione l’ipotesi di scrivere un’enciclopedia? :smile:
Stavolta hai superato te stesso! Complimenti


#3

Complimenti davvero per il bellissimo articolo. Ricco di informazioni ed esaustivo in ogni sua parte.


#4

:beer:


#5

Complimenti allo staff di astronautinews per l’ottimo lavoro :clap:


#6

È molto più appagante scrivere per voi. La vostra competenza e passione è da stimolo continuo.

[emoji482]


#7

Grazie Lupin per l’enciclopedico articolo. Solo un punto, triste, non mi torna: gli astronauti morti in missione mi risulta essere 11 (cioè 4 russi con Soyuz 1 e Soyuz 11, e 6 americani ed un israeliano con STS107). E se aggiungiamo i 7 americani di STS51L (che però non hanno raggiunto lo spazio) arriveremmo a 18. Sbaglio?


#8

Fra i sette americani morti nel Challenger quattro erano già stati nello spazio e quindi vanno aggiunti agli 11 che giustamente hai conteggiato. Gli altri tre sono anch’essi morti in missione ma non avendo raggiunto lo spazio non posso conteggiarli fra i 542 che sono stati in orbita.


#9

Però, a tutti gli effetti, la NASA li considera astronauti. Sono quindi da considerare astronauti, anche se non superarono i 100 km o no?


#10

Qui si può avviare una discussione potenzialmente infinita. L’articolo vuole celebrare i voli orbitali e quindi considera solo chi in orbita ci è arrivato, senza discriminazioni o favoritismi. [emoji6]


#11

Per me nel momento in cui hanno completato tutto il training e si sono seduti in cima al missile che doveva lanciarli, sono assolutamente Astronauti.
Però di sicuro, anche se sono astronauti, non hanno orbitato la terra. Credo che Paolo sia stato appositamente molto attento nello scegliere le parole nell’articolo :slight_smile:


#12

Un dubbio che mi è venuto ora rileggendo questo articolo. Se la memoria non mi inganna in una delle ultime missioni shuttle un astronauta venne sostituito a causa di una caduta in bici e che gli causò la rottura del bacino. Il sopra citato astronauta venne sostituito da un collega che da poco aveva completato la sua missione con un altro shuttle. Quanto tempo passò dalla sua missione e quella che lo vide come sostituto?


#13

Probabilmente ti riferisci a Paul Lochkart (STS-111 e STS-113). Fra i suoi due lanci passarono 171 giorni. In effetti, a parte i sette primatisti citati nell’articolo, solo altri due astronauti hanno fatto meglio di Lochkart.

Grande Topopesto!


#14

Mi unisco ai complimenti a Paolo per l’approfondimento enciclopedico.


#15

Questa era una cosa che non sapevo. Quei 7 saranno stati ben contenti del guasto avvenuto durante la prima missione, visto che alla fine il risultato è stato più giorni nello spazio per loro :smiley:


#16

giusto 300, considerando i voli orbitali. volendo essere ancora più’ precisi e considerando anche quelli sub-orbitali ( i 2 Mercury) le mancate entrate in orbita di due Soyuz ( la 18/A la T-10/A ) e del Challenger i lanci spaziali e ripeto spaziali, sono 305.
volendo aggiungere un’altra statistica invece le navicelle o capsule o aerei spaziali che hanno portato e contenuto uomini e donne a bordo sono 306! in virtù della Soyuz T-34 lanciata nello spazio senza equipaggio ma che riportò a terra i cosmonauti a bordo della Salyut 6 partiti invece sulla Soyuz T-33! :beer:


#17

Beh se uscite dai paletti di Paolo ci sono pure i due piloti collaudatori della Virgin, uno dei quali morto. Quella era una nave “spaziale”.


#18

Comprendendo anche la Soyuz 34 (non T-34), i veicoli che hanno ospitato equipaggi sono molti meno di 306 in quanto cinque di essi hanno volato più volte. Sempre considerando “solo” i voli orbitali, i veicoli sono 172 ai quali si possono eventualmente aggiungere tutti quelli non orbitali che avete citato. [emoji6]


#19

Scusa, quanto grande e quante pagine ha il tuo foglio Excel che contiene tutte queste informazioni? :star_struck:
Complimenti! :clap: :beer:

Piccola aggiunta-domanda:

... mentre oggi l’unica Stazione Spaziale attiva è la ISS (International Space Station) ...

Per “attiva” intendi abitata? Perché Tiangong non mi risulta sia stata deorbitata. O mi sono perso qualcosa?


#20

Il file non raggiunge i 2 MB di “peso” ed ha 30 fogli di lavoro scarsi.

Per attiva intendo utilizzata. La Tiangong 1 non lo è più, a meno di qualche colpo di scena o ripensamento del programma spaziale cinese.