"Robotic exploration of the solar system" - EVVAI!!!!

libri

#1

Solo per comunicarvi la mia gioia. Ho appena completato la prima stesura del secondo capitolo (gli anni ‘70, Voyager esclusi) del mio nuovo tomo (pubblicato dalla Springer-Praxis nel 2007 o molto piu’ probabilmente 2008).
Giusto per dare un’idea dello stato di avanzamento

  • Capitolo 1 (gli anni '50 e '60) completo
  • Capitolo 2 (gli anni '70) completo
  • Capitolo 3 (Voyager) scritto meno del 5%
  • Capitolo 4 (gli anni '80) completo al 60%
  • Capitolo 5 (1989-2006, anche se penso che lo dividero’ in 1989-1999 e 2000-oggi) completo al 30%
  • Capitolo 6 (l’esplorazione marziana dal 1996) completo al 50%
  • Capitolo 7 (il futuro) completo al 40%

#2

Si prospetta un libro a dir poco enciclopedico. Grande Paolo!!


#3

Mi associo! Grande ! Grandissimo Paolo!!! Prevedi anche una versione in italiano?


#4
Mi associo! Grande ! Grandissimo Paolo!!! Prevedi anche una versione in italiano?

Grazie. Al momento no, ma non si sa mai


#5

Vergogna Paolo! Invece di pubblicare in Italiano…
Sono stufo di leggere sempre Inglese e Francese, non riesco più a parlare correttamente l’Italiano.
Voglio i libri in Italiano!


#6
Vergogna Paolo! Invece di pubblicare in Italiano... Sono stufo di leggere sempre Inglese e Francese, non riesco più a parlare correttamente l'Italiano. Voglio i libri in Italiano!

Vergogna Paolo!???
Vergogna editori italiani piuttosto!!!
Credi che quella di pubblicare per la springer praxis (per carità, prestigiosissima) sia una scelta deliberata per ignorare il ns. bel Paese?
Non credo proprio…


#7

Mi sembra di avere gia’ spiegato che Lunar Exploration e’ stato scritto in italiano e proposto prima a case editrici italiane. Seza mai ricevere risposta.
Clive della Praxis invece mi ha risposto lo stesso giorno in cui l’ho contattato


#8

Vorrà dire che sgriderò i nostri editori!
Scusa Paolo, non volevo!!!


#9
Vorrà dire che sgriderò i nostri editori! Scusa Paolo, non volevo!!!

Tranquillo, non mi offendo.
Detto a posteriori e facendo un po’ la volpe e l’uva, oggi non so se pubblicherei tanto volentieri in Italia, dove gli editori e gli autori sono rappresentati da una societa’ che e’ riuscita a farsi imporre una pesante gabella che equipara gli acquirenti di CD vergini a pirati informatici e violatori di copyright.