Salve a tutti...Astronauti e cosmonauti in 1/144: forse prossimi a decollare!

Salve a tutti,
sono un modellista “impenitente” :grin: da quando avevo 10 anni e di modelli ne ho costruiti e (soprattutto) accumulati molti da allora!!!

Sono appassionato di modellismo statico Navale/aereo e terrestre (mezzi corazzati)…per un periodo mi sono anche dedicato al ferromodellismo in scala 1/86 (o 1/90).

Per gli studi universitari fatti (o forse è vero il viceversa :roll_eyes: ) ho orientato il mio interesse verso i modelli di aerei e di razzi/capsule spaziali.

In scala 1/144 ho cercato di raccogliere quanto il mercato in plastica ha saputo offrire (Airfix/Monogram/Revell…) e sono ricorso anche a modelli in resina della RealSpaceModel.

Ho sempre però trovato molta difficoltà a reperire figurini di astronauti/cosmonauti in questa scala: immaginate di arricchire lo Shuttle della Revell con un MMU o un EVA ben dettagliato, oppure di inserire dei piloti al suo interno…o, ancora, di posizionare gli astronauti delle missioni Apollo mentre si dirigono verso la capsula…e ancora, i cosmonauti all’interno della MIR o all’esterno con EVA…e le prime space walking dei programmi Voskhod e Gemini?! :smile:

Recentemente sono riuscito a contattare un produttore di figurini in scala 1/144 (usa le nuove ed avveniristiche stampanti in 3D per creare figurini) e sto inviandogli varie foto e figure da cui poter trarre ispirazione per le pose dei suoi figurini.
Se siete interessati e/o volete arricchire il progetto contattatemi pure …buon modellismo a tutti :ok_hand:

Ti faccio i miei più sinceri auguri per il possibile progetto però, vista la scala di riduzione, cosa si vedrebbe su dei figurini così piccoli? Non sarebbe stato meglio studiare qualcosa in una scala più idonea?

Ciao topopesto,
la preferenza della scala 1/144 è dovuta alla disponibilità di una più ampia scelta di modelli presenti sul mercato in questa scala, oltre all’esigenza di ottimizzare lo spazio per esporli in diorami…
Sicuramente esistono altre scale più grandi (1/90, 1/72, 1/48, 1/35…) in cui produttori quali Revell/Monogram/Airfix (tanto per citare i maggiori) hanno realizzato vettori e capsule ma la scelta di modelli in 1/144 rimane ad oggi (secondo me) più vasta e completa rispetto a scale maggiori.

Certamente un SaturnoV in scala 1/72 con LEM, CM e SM sarebbe molto più apprezzabile dal punto di vista visivo (inoltre ai vecchi, cari, e intramontabili Astronauti dell’Airfix basterebbero poche modifiche per renderli accurati) , ma immagina di voler collezionare in scala 1/72 (o cercare di farlo) tutti i principali vettori con relative capsule che hanno fatto la storia:
Redstone/Atlas con capsula Mercury,
Titan con Gemini,
Saturno1B con Apollo,
SaturnoV con apollo e LEM,
SaturnoV con SKYLAB,
Space Shuttle ,
Ariane5 con ipotetico e mai realizzato Hermes (ahhh…quanto l’ho studiato :disappointed:)
A-2 con Sputnik, Vostok, Voskhod, Soyuz
Proton con Salyut,
N-1 (equivalente russo del SaturnoV…pochi tentativi di Lift-off falliti rovinosamente)
Energhiya con Buran
ISS e MIR…

ebbene, (a parte la loro assenza nel mercato e l’eventuale dispendio economico nell’acquistarli :fearful: ) avresti seri problemi di spazio per esporre poi tutti i modelli.
In scala 1/144 riduci di metà il problema :wink: (…e tutti i modelli elencati sono anche disponibili!!) :ok_hand:

Alla scala 1/144 mancavano solo le “ciliegine sulla torta” vestite di bianco-argento…spero che presto possano essere disponibili per dare un tocco personale ai modelli in commercio. :roll_eyes:
…e se hai qualche dubbio sulla scarsa resa visiva dei figurini inquesta scala:
http://www.ajckids.com/products/Preiser/77104 :wink:

…dimenticavo: se siete interessati ai figurini , potete contattare il produttore su:
http://www.kampfgruppe144.com/phpBB3/viewtopic.php?f=11&t=1999&start=10
il suo nick è CGD

Su questo ti do totalmente ragione però, un’ipotesi da non scartare, quella di fare una collezione di figurini in scala più appropriata. Per quanto riguarda i vari vettori da te elencati, basterebbe associare ad uno solo un figurino, magari colorato tutto di rosso, per avere una chiara visione delle dimensioni rispetto ad un vettore reale; per i particolari dei figurini si guarderebbe poi quelli più grandi e finemente particolareggiati.

Riguardo ai modelli in 1/144 sopra elencati, non mi risulta che esista l’ARIANE 5 e sopratutto lo spazioplano HERMES; potresti darmi maggiori informazioni riguardo questi ultimi?

…oppure basterebbe avere la possibilità di trovare un set di figurini in 1/144 già appositamente creati per ritrarre VERI astronauti/cosmonauti nelle varie pose storiche :wink: :ok_hand:…appena saranno pronti ve lo comunicherò (oppure fate un salto ogni tanto sul link che vi ho dato per avere aggiornamenti a riguardo :smile: )

http://sputnik.freehomepage.com/Models/models.html …peccato che da tempo non dia più segni di vita! :point_up:

Il motivo è che ha dovuto chiudere baracca; mi sarebbe piaciuto avere quel modello!

…io ci ho fatto su un “pianterello” quando ho constatato l’impossibilità di ordinarlo :cry: …mi piacerebbe avere in scala 1/144 il modello del Buran ed Energhia…so che viene prodotto dalla Anigrand e dalla RealSpaceModel…per caso l’hai costruito?..sai consigliarmi il migliore?

Io il mio Buran ed Energhia li ho acquistati presso la Anigrand. Ottimi modelli e ben fatti però, vista la lunga lista d’attesa, non ho ancora avuto modo di montarli. Non posso fare un confronto tra quelli prodotti dalle due ditte da te citate; posso solo dirti che quello della RSM è realizzato grazie allo stampo precedentemente utilizzato e di proprietà della Anderson Model (se non ricordo male).

Comunque sia, per motivi che non voglio qui pubblicizzare, ti consiglierei quelli della Anigrand. Spedizione e arrivo assicurato in pochissimi giorni.

Grazie…a prima vista anche a me sembra migliore quello dell’Anigrand…dalle foto sul sito mi sembra anche che le singole parti in resina siano pulite e ben incise/dettagliate :smile: …certo, il prezzo non è basso ma cosa non si fa per lo Spazio!

Vale tutto i soldi che costa, te lo posso assicurare. Io, addirittura, per la perfezione del modello, ne acquistai ben tre modelli per poter realizzare alcune delle versioni studiate.