Shuttle Rescue Ball: ancora in dotazione agli Shuttle?

E` ancora in dotazione alle missioni Shuttle il sistema di soccorso Rescue Ball? Secondo Astronautix.com non se ne è più sentito parlare dopo l’incidente del Challenger nel 1986. Ma il libro di Mike Mullane Do Your Ears Pop in Space, pubblicato nel 1997, descrive ancora l’uso della Rescue Ball (pag. 106).

Paolo Amoroso

Uhmm che io sappia non è mai entrato in dotazione ufficialmente (intendo presente a bordo), mi sbaglio?
Quello stesso “attrezzo” non era utilizzato esclusivamente a terra per le prove di claustrofobia?

Mi pare che sia previsto il loro uso in caso di missione di soccorso senza ISS, quindi per la missione Hubble (STS-319 rescue on STS-125).

uhmm forse neanche lì perchè ci saranno le tute di riserva e la possibilità di effettuare un trasbordo su un altro shuttle… ma potrei sbagliarmi… mi sembrava di aver letto da qualche parte che erano state definitivamente accantonate…

Secondo la Wikipedia questo sistema di salvataggio non ha mai superato la fase di prototipo e non è mai stato in dotazione a missioni Shuttle.

Paolo Amoroso

Il progetto è stato abbandonato, non ha mai superato i test attitudinali per la qualifica “Man rated” ed è rimasto fermo a livello di prototipo.

Non mi vorrei sbagliare ma sono quasi sicuro di aver letto sulla “bibbia” di Jenkins che questo sistema di salvataggio non è mai diventato operativo e anche Guidoni in uno dei suoi libri lo descrive soltanto durante la fase di training… ma non avendo qui a portata di mano il “tomo risolutivo” non posso esserne sicuro… Comunque anche leggendo il Rapporto della Commissione sul disastro del Columbia non si fa mai cenno (quando si parla di una possibile missione rescue da parte di una seconda navetta) a questo “aggeggio”… :kissing_heart:

E come pensano di trasbordare gli astronauti da uno Shuttle all’altro?
Due Shuttle non possono agganciarsi fra loro, a quanto ne so io, e a bordo esistono solo due EMU…

Presumo che su quella di soccorso si porti almeno una terza tuta e si porti l’equipaggio da una all’altra con un membro che fa da spola riportando le EMU avanti e indietro vuote/a.
Nel rapporto del Columbia era illustrata la complicatissima serie di passaggi che le tute dovevano fare per trasbordare l’intero equipaggio, se la ritrovo la inserisco.

Ma in caso di missione di salvataggio, l’orbiter che sale su a recuperare gli astronauti, non si può portare tutte le EMU che servono? a bordo c’è ne sono già 2 per orbiter, per cui di default ci sono 4 EMU, possibile che non ci sia spazio per portar su almeno altre 3 EMU? tanto lo shuttle di salvataggio non deve mica portarsi su esperimenti scientifici, no? quindi di spazio ne dovrebbere essere in abbondanza…

Si ma penso non esistano così tante EMU adatte a tutti :smiley:
Di spazio in abbondanza non penso perchè all’interno devono stare poi in almeno 9-10…

Ho trovato anche l’immagine che era già nel forum…
http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=2439.0

Sembra comunque che l’ipotesi scelta sia quella di far agganciare direttamente i due Shuttle senza il bisogno di effettuare EVA:
http://www.nasa.gov/pdf/178101main_rtfip_final_200705.pdf

Stò subito a precisare che in ogni missione shuttle sono sempre presenti, a bordo, tre tute x eva; le due che vengono utilizzate e una di scorta nell’eventualità ci fossero problemi.
Se poi andate a rileggere riguardo l’ultima missione di manutenzione x l’HST, in quell’occasione ne vennero portate 4 dato il gran numero di uscite che erano state previste.
Per quel che concerne il sistema di salvataggio, in particolare quello sopra menzionato, su un libro in mio possesso, ci sono dei disegni che illustrano le fasi di salvataggio.
In pratica lo shuttle di soccorso avrebbe affiancato quello guasto e il trasbordo degli astronauti, sarebbe avvenuto con l’utilizzo del braccio robot.
Gli astronauti che indossavano le tute x eva, avrebbero preso sottobraccio le rescue ball e agganciandosi al braccio robot, sarebbero stati portati nella stiva dello shuttle di soccorso.
logicamente, x trasbordare tutti gli astronauti, avrebbero dovuto effettuare più viaggi con rescue ball.
Il libro in questione è:

SPACE SHUTTLE
DAWN OF AN ERA

vol. n°41 part 2

(pag. 739)

Scusa Topopesto ma il libro che hai citato (se non erro) è del 1980 (Rector, William F., III, and Penzo, Paul A., eds. Space Shuttle: Dawn of An Era. San Diego, CA: Univelt Inc., 1980. This is a collection of essays on the Shuttle’s promise for routine access to space. It contains the proceedings of the 26th annual meeting of the American Astronautical Society. - citazione da http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/Shuttlebib/ch1.html) :scream: e quindi addirittura prima del lancio di Columbia STS-1… A quel tempo la NASA aveva studiato la Shuttle Rescue Ball ma poi, come sappiamo, non l’ha mai adottata a bordo di una missione spaziale… :disappointed:
Per quanto riguarda le tute EMU anche quelle a bordo della missione STS-125 (quella finale di riparazione del Telescopio Spaziale Hubble) dovrebbero essere quattro proprio per il numero di EVA da effettuare, cinque. fonte: http://www.nasa.gov/mission_pages/shuttle/shuttlemissions/hst_sm4/index.html

Si vero, come indicato anche dalla figura sopra riportata le tute a bordo della STS-125 saranno 4.

Confermo quello scritto da Maxi,il libro è proprio quello !
Forse non mi sono spiegato bene, però, non intendevo scrivere che erano presenti sullo Shuttle, ma che era stato fatto uno studio di una missione di soccorso che prevedesse il loro utilizzo, se fossero state rese operative!

Sfruttando il “resizing” le EMU possono essere adattate alla quasi totalità degli astronauti americani. Attualmente (se ne era parlato in un altro post) esistono componenti per assemblare 12 EMU.

Esatto, e soprattutto perche gli astronauti preposti alle attività EVA sono suddivisi in 2 team, uno lavora mente l’altro riposa. Sarebbe impensabile sfruttare solo 2 EMU adattandole di volta in volta ben sapendo le tempistiche necessarie per preparare l’equipaggiamento e gli astronauti stessi all’attività EVA.