Sole (quasi calmo) in H-alfa

Il Sole è abbastanza tranquillo, c’è poca attività. Però, forse si è capito, fotografarlo mi piace, per cui… se volete vedere quella che (secondo me) è una foto interessante, è qui http://circolopineroleseastrofilipolaris.blogspot.com/2011/12/sole-quasi-calmo-in-h-alfa.html
Per chi non lo sapesse, queste immagini sono fatte con un telescopio speciale che, grazie ad un filtro strettissimo, vede solo la luce dell’idrogeno ionizzato a 656.28 nm. In questa riga spettrale si vedono bene la corona interna e le protuberanze. Le “nuvole” sul sole sono chiamate filamenti, e sono più fredde della corona circostante. Le macchie, ancora più fredde, appaiono scure. Dato che per esaltare il contrasto il disco solare è girato in negativo, le macchie sono molto chiare, e i filamenti sembrano luminosi.
Fine della lezione … :wink: buona visione! (e lascio a voi i commenti su quello che si può fare oggi con mezzi economici ed un PC per elaborare, roba che anni fa non ce la sognavamo neppure)

bellissime! veramente un fantastico lavoro! :clap: :clap: :clap:

Uffi io non riesco a fotografare manco la luna in maniera decente…

Prossimo anno telescopio nuovo e poi tanti MP a IK1ODO per farmi spiegare come fare ste foto :wink:

corgius: grazie. Mi piacerebbe avere più tempo per fare tante cose, ad esempio l’evoluzione delle protuberanze ora per ora, ma bisogna pur lavorare :slight_smile:
Isa: ben volentieri, ma per fare queste devi prenderne uno dedicato all’H-alfa, un normale telescopio per il visibile non basta (anche se ci fai tante altre cose belle).
Noi ne abbiamo preso uno come circolo, e lo facciamo girare fra i soci. Un’ottima cosa, secondo me.

Affascinante Marco.
Ce l’hai un link per il tif ad alta risoluzione “non negativo”?

Intanto mi accontenterei di fare una foto decente alla Luna, poi per il sole mi attrezzerò :wink:
Mi piacerebbe anche riuscire a fotografare Giove ma… Mi sa che ci vuole troppa pazienza per riuscirci ed io non ne ho :stuck_out_tongue:

Il progresso e la ricerca sono sempre stati degli ambiti in cui l’uomo si è al meglio cimentato…oggi si riescono ad eseguire lavori che 50 anni fa non esistevano neanche nei sogni più remoto della fantasia umana…tuttavia la passione per la scoperta è lo sviluppo è l’arma essenziale…ricordiamo che di queste strutture planetarie le aveva intuite in primis il padre della scienza moderna…GALILEI… con il suo buon vecchio telescopio rudimentale di ispirazione olandese :wink:

complimentoni!!!

Grazie per l’immagine Marco.
Volevo solo provare a vedere se si riusciva ad apprezzare tutti quei dettagli anche in positivo.

Eh. io non ci sono riuscito. Se tiri su il gamma per vedere le protuberanze poi saturi il disco. Al che mi son messo a studiare cosa fanno gli altri astrofili con il sole in Ha, e ho capito che girano il disco in negativo. C’è un bel salto di intensità fra le protuberanze ed il disco, quindi la cosa è possibile, e i filamenti luminosi sono suggestivi. Nell’ultima foto che ho fatto ieri

c’è ancora più dettaglio. Ora devo aspettare che il Sole faccia qualche scintilla, e che la faccia in un giorno di cielo limpido - qui a Torino è sempre una fogna, carico di foschia e umidità. Devo andare in montagna a farne qualcuna. La strada dell’astrofotografo è in salita… 150 milioni di km !

Che bella!!
Posso “rubartela” per metterla nella mia galleria di foto per lo screensaver?

Ah, certo, pagando le dovute royalties. Mi devi un caffè :weary: sennò mi addormento davanti al PC ad elaborare immagini.

Bellissima davvero. A vederlo in quella foto non si direbbe che è una palla incandescente grande più di un milione di chilometri :slight_smile:

Dici? A me le immagini in H alfa hanno sempre dato molto più delle altre quell’idea.

Se invece guardi la foto in bianco-nero sembra un microorganismo, una parete cellulare, al microscopio elettronico. Si chiama invarianza di scala :wink: alla Natura piace molto.
Comunque sono contento che apprezziate le mie foto. Come astrofotografo sono un pivellino, sto appena iniziando a scoprire come si fa. Tante cose di (astro)fotografia hanno attinenza con il campo elettromagnetico e la teoria dei segnali, per cui mi diverto il doppio. Il rapporto segnale/disturbo è sempre la stessa roba.

:smiley: Pensa che ha me ha immediatamente fatto l’impressione di un ovulo! Si vede che sono traviato dal mio lavoro.

Foto a dir poco favolose! :clap:

Complimenti per le foto, a maggior ragione se sono tra le prime.