SpaceX e ULA si spartiscono 642 milioni di dollari per i prossimi lanci USAF


#1

#2

Interessante articolo, grazie.
Una domanda. Come ha fatto ULA a vincere le 2 missioni del 2020?
SpaceX non ha partecipato? Motivi tecnici? Motivi politici? O cosa?


#3

Vi è scappato un GSP invece che GPS nel capitolo su SpaceX…


#4

Corretto. Grazie robygun. :beer:


#5

Dato che Trump vuole aumentare la spesa militare a questo punto spero pure che aumentino questi lanci , cosi più soldi alle aziende aerospaziali :ok_hand:.


#6

Il comunicato USAF parla solo di competizione tra le due aziende. In merito alle assegnazioni a ULA mi pare di aver capito che i criteri non sono solo quelli dell’offerta più bassa, ma che contino anche le “past performances”. Avendo monopolizzato questo tipo di lanci per un lungo periodo e avendo vettori molto affidabili ULA dovrebbe avere qualche vantaggio da questo punto di vista.

Se hai voglia di approfondire, questo è il link della RFP:
https://www.fbo.gov/index?s=opportunity&mode=form&tab=core&id=b4494acd40580a226f93fc5ddb3c429c&_cview=0


#7

Se per questo una volta la U.L.A. non ha potuto partecipare a una gara.


#8

Che sia l’USAF a non voler alimentare un monopolio ora che c’è un’alternativa affidabile?


#9

Questo è ovvio e probabilmente non vedono l’ora arrivi anche BlueOrigin…
Diversificare è fondamentale per “spalmare il rischio” oltre che per tentare di abbassare i prezzi con un po’ di concorrenza.


#10

@bigshot dubito che i prezzi possano diminuire ancora a meno che veramente non si facciano razzi che possono essere riusati decine di volte , sul fatto di evitare monopoli per questioni di di rischio concordo con te.