Starship Orbiter - Boca Chica

Benvenuti nel topic dedicato allo sviluppo dei prototipi di Starship presso il sito SpaceX di Boca Chica, in Texas. Per le attività legate al sito di Cocoa, in Florida, oggi chiuso, si può fare riferimento alla discussione dedicata.

Ecco un insieme di link utili:

Sommario dei prototipi di Starship e SuperHeavy realizzati a Boca Chica e dei relativi test, aggiornato al May 8, 2021.

Status Esemplari
:wrench: In costruzione SN17, SN20, SN22
BN2, BN2.1, BN3
:fire: Sul pad
:skull_and_crossbones: Distrutto Mark 1
SN1, SN3, SN4, SN7, SN7.1, SN8, SN9, SN10, SN11
:recycle: Smantellato Mark 2
SN2, SN5, SN6, SN12
BN1
:white_check_mark: Completato SN16
:question: Incerto SN7.2, SN15
:stop_sign: Costruzione interrotta SN13, SN14, SN18, SN19

Starship Mark 1 :skull_and_crossbones:

Lo sviluppo è iniziato nel dicembre 2018 ed è culminato nella sua distruzione durante un test di tenuta ad alta pressione nel novembre 2019. Il nosecone (la parte sommitale del razzo) era stata smontata prima del test distruttivo ed è rimasta a Boca Chica fino al dicembre 2020 quando è avvenuto il suo smantellamento.

Dettagli

Starship Mark 2/Mark 4 :recycle:

Lo sviluppo, iniziato nel sito di SpaceX a Cocoa, in Florida, tra dicembre 2018 e maggio 2019, non è mai stato completato. Con la chiusura del sito di Cocoa vari pezzi sono stati trasportati a Boca Chica e integrati nello sviluppo di altri prototipi.

Lo sviluppo di Mark 4, sempre iniziato a Cocoa, non è mai andato oltre le fasi preliminari.

Starship Serial Number 1 (aka Mark 3) :skull_and_crossbones:

Inizialmente identificato come Mark 3, è stato assemblato a partire da ottobre 2019 ed è andato distrutto in un test di tenuta ad alta pressione il 2020-02-27T23:00:00Z.

Dettagli

Starship Serial Number 2 :recycle:

Costruzione iniziata nel febbraio 2020. Ha svolto il ruolo di piattaforma di test per migliorare le tecniche di saldatura della zona di montaggio dei motori sul fondo del razzo (thrust puck). La struttura era composta principalmente dal sistema di serbatoi e non era destinata a prove di volo. Dopo i test è stato ritirato dal servizio.
Tra la fine di luglio e l’inizio di agosto 2020 sono iniziati dei lavori di modifica non meglio specificati.

Dettagli

Starship Serial Number 3 :skull_and_crossbones:

Costruito come prototipo per prove di volo a bassa quota, è stato distrutto durante un test ad alta pressione per un errore umano nella configurazione delle valvole il 2020-04-02T22:00:00Z.

Dettagli

Starship Serial Number 4 :skull_and_crossbones:

Assemblaggio iniziato a partire da marzo 2020. È esploso a fine maggio 2020.

Dettagli

Starship Serial Number 5 :recycle:

Assemblaggio iniziato nel maggio 2020. Nell’agosto 2020 è stato il primo prototipo ad aver volato (150 metri di altezza). È stato smantellato nel febbraio 2021.

Dettagli

Starship Serial Number 6 :recycle:

Assemblaggio iniziato nel maggio 2020. Ha effettuato un volo a 150 metri nel settembre 2020. È stato smantellato nel gennaio 2021.

Dettagli

Starship Serial Number 7 :skull_and_crossbones:

Assemblaggio iniziato nel maggio 2020. Questo particolare prototipo era costituito da un solo serbatoio, destinato ad essere portato volontariamente fino al punto di rottura al fine di testare una nuova lega di acciaio.

Dettagli

Starship Serial Number 7.1 :skull_and_crossbones:

Un ulteriore esemplare totalmente dedicato al test di materiali e tecniche di assemblaggio. Secondo un tweet di Elon Musk è stato progettato per essere testato fino al punto di rottura.

Dettagli

Starship Serial Number 7.2 :question:

Un esemplare dedicato al test di resistenza dei serbatoi utilizzando acciaio di spessore 3 mm invece dei soliti 4 mm.

Dettagli

Starship Serial Number 8 :skull_and_crossbones:

Assemblaggio iniziato nell’agosto 2020.
Nel dicembre 2020 è stato il primo prototipo a raggiungere i 12,5 km di altezza andando però distrutto nella fase di atterraggio.

Dettagli

Starship Serial Number 9 :skull_and_crossbones:

Assemblaggio iniziato nel settembre 2020.
Nel febbraio 2021 ha effettuato un volo a 10 km di altezza andando distrutto nella fase di atterraggio.

Dettagli

Starship Serial Number 10 :skull_and_crossbones:

Assemblaggio iniziato nell’ottobre 2020. Terzo prototipo ad effettuare un volo, nel marzo 2021, ed il primo ad effettuare l’atterraggio dopo aver raggiunto i 10 km di quota. Otto minuti dopo è però esploso a seguito dell’impatto troppo duro con la piazzola.

Dettagli

Starship Serial Number 11 :skull_and_crossbones:

Assemblaggio iniziato nel dicembre 2020. Nel marzo 2021 ha effettuato l’ormai “classico” volo a 10 km di quota, esplodendo a circa 1.000 metri dal suolo pochi istanti dopo la prevista riaccensione dei motori per l’atterraggio.

Dettagli

Starship Serial Number 12 :recycle:

Prototipo non destinato al volo i cui componenti, apparsi a partire da settembre 2020, sono stati smantellati a partire da febbraio 2021.

Dettagli

Starship Serial Number 13 :stop_sign:

Prototipo non destinato al volo.

Starship Serial Number 14 :stop_sign:

Prototipo non destinato al volo.

Dettagli

Starship Serial Number 15 :question:

Primo prototipo di Starship con centinaia di migliorie ad avionica, struttura, software e motori, per correggere i problemi presentatisi con i precedenti seriali.

Dettagli

Starship Serial Number 16 :white_check_mark:

Assemblaggio iniziato nell’aprile 2021.

Dettagli

Starship Serial Number 17 :wrench:

Dettagli

Starship Serial Number 18 :stop_sign:

Dettagli

Starship Serial Number 19 :stop_sign:

Starship Serial Number 20 :wrench:

Dettagli

Starship Serial Number 22 :wrench:

SuperHeavy Booster Number 01 :recycle:

Assemblaggio iniziato nel novembre 2020. Prototipo non destinato al volo e smantellato nell’aprile 2021.

Dettagli

SuperHeavy Booster Number 02 :wrench:

Dettagli

SuperHeavy Booster Number 2.1 :wrench:

SuperHeavy Booster Number 03 :wrench:

Dettagli


Video riassunto della situazione ad aprile 2021.



Status dei prototipi al May 8, 2021 5:30 AM. Le sezioni in blu e rosso sono parti nuove individuate rispetto al diagramma della settimana precedente, mentre le bande più sottili indicano l’unione di due componenti.

:fire: Static fire
:snowflake: Test a temperatura criogenica
:boom: RUD
:rocket: Volo
:trophy: Atterraggio riuscito
:red_square: Nuove parti di SuperHeavy
:blue_square: Nuove parti di Starship

Qui è disponibile l’immagine ad alta risoluzione, mentre l’evoluzione di tutti i prototipi si può trovare qui.



Alcune live su YouTube (spesso continue per tutto il giorno).

16 Mi Piace

NOTAM

N. Inizio validità Fine validità Altitudine da/a Leggi
1/0129 2021-03-25 17:15 2021-05-31 23:59
0 m → 1524 m
:link:

Chiusure strada

Tipo Da A
Primaria 2021-05-11 17:00 2021-05-11 19:00

Mappa del centro SpaceX di Boca Chica

Ingrandisci la mappa

Ultimo aggiornamento 05/10/2021 8:45:08 PM - Fonti: Contea di Cameron - FAA

Direi di continuare la discussione qui per quel che riguarda la costruzione futura dell’orbiter Startship senza intasare la discussione in Starship Hopper.

Riprendo da quanto detto da Lupin sui lavori in corso:

e aggiungo che è quasi pronto il quinto motore raptor e quest’estate si dovrebbe passare a un ritmo di costruzione di un motore ogni 3 giorni:

6 Mi Piace

Sembra che il prodotto finale avrà solo 6 motori e non 7 come nell’ultimo render:

4 Mi Piace

E tra tre mesi si parte col super heavy in modalità ridotta con solo 20 motori per diminuire i rischi:

2 Mi Piace

un altro major redesign… sapremo altro nella presentazione del BFR Mod 2019 il 20 Giugno.

Interessantissimo vido di Everyday Astronaut (Tim Dodd) sui vari tipi di motori a combustibile liquido per i razzi con una comparazione fra i più famosi e potenti e grafica semplificata del funzionamento. Veramente un ottimo lavoro di divulgazione!
Ovviamente il tutto incentrato sul Raptor di SpaceX che verrà utilizzato su Starship e Super Heavy.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=3&v=LbH1ZDImaI8

E poi anche Elon Musk ha voluto commentare il video e mettere qualche dettaglio in più del Raptor… :nerd_face:

7 Mi Piace

Anche SpaceNews dà voce al primo possibile volo commerciale della Starship… 2022.

https://spacenews.com/spacex-targets-2021-commercial-starship-launch/

Francamente, considerato che non hanno nemmeno eseguito un ‘hop’ di più di qualche cm e che i Raptor stanno dando qualche problema mi pare una data, quantomeno, troppo ottimistica anche per i tempi SX. E pensare che questa volta non è stato EM a scriverla su un tweet, ma Jonathan Hofeller, vice presidente alla vendite di SpaceX… durante un convegno a Jakarta, in Indonesia. :thinking:

2 Mi Piace

Proseguono i lavori sulla Starship Ovest. Lo scafo continua ad essere lucidato.

3 Mi Piace

La struttura in travi di acciaio che sta crescendo vicino potrebbe essere un hangar per le rifiniture del veicolo (così non lo lasciano più alle intemperie…). Lo stesso stanno facendo anche al modello sulla costa Est (Cocoa - Florida).
Interessante notare i pannelli di colore scuro che stanno formando un nuovo ‘livello’ in costruzione. Forse sono un rinforzo interno dello scafo della Starship? :thinking:

Potrebbe essere anche una copertura contro il vento. A boca Chica il vento tira… Sì é visto con il Nosecone di starhopper…

mi sembra un film protettivo sulla lamiera, da pelare in futuro

1 Mi Piace

Si, concordo con te. Infatti nelle immagini ad alta risoluzione su alcuni pannelli si vedono delle scritte, proprie del film protettivo. Quindi anche quelle scuro sono protezioni. Nelle prime lamiere non mi parevano mai presenti, devono aver iniziato a montarle con la protezione da poco (magari un nuovo fornitore o una diversa procedura).

1 Mi Piace

Le aree scure sono effettivamente pellicole protettive che vengono rimosse:

3 Mi Piace

Arriva la ‘sparata’ di EM :sunglasses:

Francamente mi accontenterei se entro l’anno…

4 Mi Piace

Non so se questo sia il thread più adatto, ma a quanto pare Super Heavy ha ricevuto delle modifiche. Mi chiedo quanto sia fondata questa dichiarazione…

Moar “Sparate” by Elon Musk

1 Mi Piace

Non ho capito, la novita’ e’ che inzialmente si potra’ usare una SS normale per rifornire un’altra SS normale?

Che per fare certe missioni servira’ il rifornimento in orbita da parte di una SS tanker fa parte dell’architettura di missione ipotizzata da sempre, mi pare.

1 Mi Piace

ci sta, nel momento un cui crei un veicolo con serbatoi tanto capienti da spostarlo così tanto, usarne uno uguale da serbatoio di servizio, costa meno che sviluppare un veicolo apposito

Dietrofront di SpaceX sullo scudo termico della Starship. Non sarà di acciaio raffreddato a liquido ma di mattonelle in ceramica.

1 Mi Piace