Starship Orbiter - Boca Chica

Per me e’ solo l’oscillazione delle telecamere montate su palo di LabPadre.
Prima dell’inizio dei test mi sembra ci fosse vento con picchi di piu’ di 25 miglia orarie.

3 Mi Piace

Pure per me: se copri lo Starship con un foglio di carta, si vedono oscillare le cisterne.

3 Mi Piace

Non so se qualcuno ci ha già riflettuto prima ma la SpaceX è riuscita nella notevole impresa di trasformare l’industria spaziale da qualcosa di artigianale, come la Ferrari ad esempio, in un affare di serie.

Con la Starship si è avviata, di fatto e sia pur a livello prototipale, una produzione in serie con un’autentica catena di montaggio.

7 Mi Piace

intanto di StarShip intere ce ne sono due, SN9 ha ricevuto la sua ogiva

9 Mi Piace

Si, a questo punto e’ confermato quanto immaginavo, la tengono li pronta per farla partire entro l’anno se qualcosa dovesse andare storto con SN8.
In effetti, sara’ un effetto ottico, ma il nosecone mi sembra meglio assemblato

Avere parecchi prototipi analoghi pronti o quasi torna piuttosto utile quando hai tabella di marcia così aggressiva.

Nella live di NSF dello static fire di ieri, Chris Bergin (mi pare fosse lui o l’altro Chris) ha detto che sarebbe già un successo se riuscissero ad effettuare una discesa controllata usando le superfici aerodinamiche, riuscire anche a riaccendere in volo i Raptor per effettuare la manovra di atterraggio sarebbe una vittoria, perchè fornirebbe dati preziosissimi per SN9 e successivi, ma non si aspetta che riescano a riportarla indietro sana e salva.<

Edit: trovato il momento in cui lo dice, è a 4:48:45

Si sa se il secondo Pad è pronto o lo sarà a breve? Averne due operativi aiuterebbe parecchio a velocizzare le operazioni, potendo condurre i test in parallelo su due prototipi contemporaneamente.

Aggiornamento chiusure strade attorno al complesso SpaceX di Boca Chica (Texas)

Da A P/B/A
Monday, November 30, 2020 1:00 PM Tuesday, December 1, 2020 12:00 AM Primaria
Tuesday, December 1, 2020 2:00 PM Tuesday, December 1, 2020 11:00 PM Backup
Wednesday, December 2, 2020 2:00 PM Wednesday, December 2, 2020 11:00 PM Backup

Ingrandisci la mappa

Fonte: Contea di Cameron - Lista ordinanze

2 Mi Piace

Attività del 25 novembre.

Installata l’ogiva su SN9.

2 Mi Piace

Forse una cosa simile si ebbe solo per il progetto Mercury, come da immagine (fonte https://history.nasa.gov/SP-4001/figures.htm)atlas

4 Mi Piace

Non tanto per il progetto Mercury in se (che pure ha raggiunto la produzione complessiva di una quindicina di capsule) quanto il fatto che l’Atlas era un ICBM (Intercontinental Ballistic Missile) il che prevedeva la produzione “in serie” di centinaia di esemplari di default.

Però Atlas, Titan, Redstone ecc. nel loro ruolo duale erano programmi di produzione militare con applicazioni e ricadute spaziali.

Nel campo dei progetti spaziali propriamente detti la produzione è sempre rimasta ad un livello artigianale.

7 Mi Piace

A me tutto questo ricorda anche la fase di messa a punto delle V2, non fosse anche per una vaga somiglianza estetica. Adesso e’ disponibile in rete molto materiale e quella fase ha comportato lo sviluppo, test, distruzione, messa a punto di tantissimi prototipi in modo simile a quello che stiamo osservando. I protagonisti avevano ben presente l’obiettivo del volo nello spazio, anche se non potevano dirlo perche’ il committente purtroppo aveva altre idee.

4 Mi Piace

Attività del 26 novembre.

4 Mi Piace

Forse metologicamente, ovvero per la strategia del tipo “costruisci, lancia, distruggi, ricostruisci e rilancia” ma detto ciò le similitudini finiscono qua.
Due considerazioni:

  • Le A4/V2 erano, all’epoca, un autentico salto nel buio. Nessuno aveva mai costruito veri razzi e tante cose non si sapeva nemmeno se e come si potevano fare. Per contro la costruzione delle SS/SH poggia su solide basi tecniche e sull’esperienza di oltre 60 anni di astronautica.

  • Le A4/V2 erano frutto di uno sforzo bellico, via via crescente (fino a divenire quasi disperato verso la fine) dove le risorse di un’intera nazione come la Germania dell’epoca venivano messe a disposizione di von Braun & co. per ottenere il risultato. La pressione alla quale sono sottoposti i dipendenti della SpaceX è tutta “interna” e le risorse, sia pure ingenti, sono quelle della società stessa. Sebbene il ritmo di produzione appaia elevato è lungi da essere paragonato a quello realizzato durante il secondo conflitto mondiale.

9 Mi Piace

Attività del 27 novembre

4 Mi Piace

Sorvolo del 27 novembre.

Starships ovunque.

High bay.

SN9.

SN8.

I serbatoi di rifornimento gas e propellenti.

Piazzale di atterraggio.

3 Mi Piace

Attività del 28 novembre.

2 Mi Piace

Musk dice che serviranno assolutamente gambe migliori per la Starship che inevitabilmente aggiungeranno massa indesiderata.

8 Mi Piace

Mi chiedo com’e’ possibile che se ne accorgano solo adesso.
Non hanno ing. strutturali che si occupano di calcolare ogni dettaglio? Facendo cosi sembra quasi che operino “un tot al kg”.

Non credo proprio che se ne siano “accorti adesso”.

Semplicemente hanno affrontato la progettazione e costruzione delle varie SN per step successivi, dunque sapevano che inizialmente potevano anche utilizzare delle “zampette” (come quelle viste nei voli di SN5 e 6) pur avendo bene a mente che i prototipi successivi con un peso decisamente superiore avrebbero richiesto delle zampe più “robuste”.

8 Mi Piace