Starship Orbiter - Starbase/Boca Chica

attività del 2-3 luglio 2021

4 Mi Piace

Il sistema di cattura al volo non è mai stato ufficialmente mostrato da spacex e nemmeno spoilerato da elon musk… i vari render che vedo in giro mostrano un sistema all-in-one super automatizzato, ma penso che potrebbe anche essere un sistema dedicato solo al catch che avverrà decentrato rispetto al pad, e poi una “semplice” gru riposizionerà il booster sul pad…

concordo anche perché atterrare sul pad vuol dire rischare anche il pad e avere meno corsa disponibile per la frenata

Dico la mia visto il toto-catch😁
Perché non usare una fra Deimos e Phobos o similari?
Sarebbero in mare aperto lontano da strutture sensibili e con la possibilità di recuperare il booster anche in zone da rientro balistico.
Del resto il Falcon 9 insegna.

L’idea di recuperarlo dalla torre e’ funzionale ad un rapido nuovo lancio. Recuperarlo in mare quindi, da questo punto di vista, non avrebbe senso.

2 Mi Piace

@Maxi ha fatto bene a far notare la discrepanza tra la fantasia dei fan che amplificano e costruiscono castelli su ogni mezza frase di Musk, e la realtà del sistema di atterraggio dei booster, discussa a lungo anche qui qualche centinaio di messaggi più sopra (:sweat: ).

La realtà è che al momento non esistono prove di alcun genere di apparati per “prendere al volo” un booster in rientro, che non esistono sistemi per far sì che un booster si riappoggi precisamente sulla rampa di lancio, e che probabilmente, quanto meno per un primo periodo, molto pragmaticamente andrà bene anche che il booster si posi su una piazzola a qualche decina di metri dalla rampa, dove una gru può risollevarlo e metterlo di nuovo sul “trespolo” con tempistiche di alcune ore.

A mio personale parere un sistema di quella complessità viola ogni aspetto dell’approccio KISS, e non vale assolutamente la pena realizzarlo senza un rateo di lanci assurdo che davvero veda un booster essere rifornito e ripartire nel giro di un’ora come un aereo di linea.
Sono, sempre imvho, superspeculazioni di Musk a livello di trollata, quanto meno a questo stadio di sviluppo di Starship.

Spero non ne nascano decine di post di barocche discussioni sul nulla…

6 Mi Piace

Ni, sebbene tutte le animazioni e i rendering che si trovano in giro siano totalmente frutto dell’immaginazione di chi li ha fatti, al momento il piano per i booster è di prenderli al volo con la torre, infatti non è un caso che Booster 3 abbia i punti di montaggio per le grid fin ma non per le zampe di atterraggio.

1 Mi Piace

Personalmente non sono convinto che vedremo un sistema di “presa al volo” se non in un eventuale lontano futuro, con Starship ormai operativa da tempo. Ma nessun problema a “mangiarmi il cappello” se verrò smentito dai fatti, dato che non ho elementi concreti a supporto della mia opinione.

La mancanza di gambe di atterraggio non lo trovo però convincente come prova a sostegno dell’opposto: Booster 3 è destinato alle prove statiche, non so se avrebbe avuto senso montarci delle gambe di atterraggio, dato che non sono necessarie.

Staremo a vedere.

2 Mi Piace

Confronto in scala di Starship Superheavy con
New Shepard, Falcon 9 e Saturn V .

6 Mi Piace

senza nulla togliere alla spettacolarità di spaceship, il saturn resta probabilmentew il più bello e iconico insieme all’R7

il confronto è impietoso con new shepard e falcon 9…

io mi chiedo se è quale sarà l’impatto sulla vita sociale mondiale:
innanzitutto questa volta nessuno può dire “soldi pubblici buttati” quantomeno perchè è un privato con una missione privata (tralasciando i fondi pubblici eventuali)

probabilmente sarà il tipo di propaganda a determinare l’impatto sull’opinione pubblica
a seconda del timbro con cui verranno comunicati i successi, potrà rimanere indifferente se non verrà enfatizzata la “spettacolarità” della questione oppure ricevere un “colpetto” morale, risvegliando l’attenzione al progresso e ancor di più al raggiungimento di grandi obiettivi collettivi

E nemmeno al Booster 4 serviranno zampe di atterraggio, visto che finirà in mare.

4 Mi Piace

È un confronto che ha lo stesso senso di mettere a paragone un autotreno (Starship o Saturn) con un furgone (il Falcon 9) o un’Ape Piaggio (New Shephard).

Razzi diveri con scopi diversi, e con 50+ anni di tecnologia spaziale tra loro, nel caso di Saturn vs. Starship.

Un confronto del genere mostrato nel tweet ha senso solo per farsi un’idea della scala delle dimensioni e letteralmente nient’altro (come credo fosse nelle intenzioni dell’autore del tweet).

4 Mi Piace

Mi fermo al più bello e iconico di tutti il Saturn V…io avrei dipinto nella stessa livrea anche l’SLS…ma mi sa che canto fuori dal coro :slight_smile: (è tutto peso aggiunto la verniciatura)

Il confronto in scala rende anche un’idea della complessità di realizzazione e di gestione.

Per quanto concettualmente quasi uguali, ci sono molte difficoltà in più per esempio nel far rientrare il primo stadio SuperHeavy, piuttosto che un Falcon 9.

3 Mi Piace

ma certo, quello era ovvio…

semmai, sono confrontabili negli obiettivi dove comunque stanno diverse lunghezze dietro :grinning:

Elon Musk specifica che l’anello esterno dei motori del SuperHeavy non ha il gimbal, ma può accelerare, in risposta ad alcune voci che sostenevano che andassero a tutta potenza.

4 Mi Piace

Nuovo articolo di Marco Zambianchi pubblicato su AstronautiNEWS.it.

3 Mi Piace

Per quello che ne so io, sebbene la spinta sia ancora variabile, non può effettuare il throttling ampio (e soprattutto profondo - circa 50%) come la versione normale.

1 Mi Piace

SN 16 è collegato a un “supporto vitale”.

3 Mi Piace

è anche ragionevole. Con un numero così alto di motori la gestione della potenza la fai anche con il numero di motori attivi. Avere potenza regolabile vuol dire avere pompe che lavorano in condizioni di pressione e portata molto variabili che vuol dire estendere il campo stabile in cambio di efficienza e una camera di combustione con getti di combustibile e comburente che arrivano a velocità molto diverse ma devono comunque bruciare bene nel tempo massimo di progetto…questi motori sono dei gioielli della scienza e della tecnica

1 Mi Piace