strani requisiti per fare il pilota di aerei o jet e astronauta(es denti?)

ciao ho pensato di postare questo argomento inquesta sezione perchè è da tempo che sento parlare di queste leggende e non so se siano vere o false.ma è vero che per fare il pilota di aereo o di jet o l’astronauta non si possono avere ne otturazioni e ne capsule ai denti?

e protesi al seno? :stuck_out_tongue_winking_eye:

da quello che so per astronauti e pilota privato serve il certificato JAR-FCL 3 Class 2 che, se non sbaglio, non è molto stringente, e cmq mi sembra che non parli di cose inerenti a denti o simili.

poi credo che cmq qualunque cosa che risente di variazione di pressione va presa in considerazione.
al massimo credo che non sia consigliabile per eventuali dolori che uno può incontrare… ma non credo sia limitante.

questo è il documento ESA
http://esamultimedia.esa.int/docs/eac/ESA_Astronaut_Applicant_Medical_Examinations_List.pdf

La barzelletta una volta era che “il nemico mica devo abbatterlo a morsi”.
In realtà, come ha detto djeasy84, se hai carie e otturazioni, le differenze di pressione possono causare forti dolori, tali da togliere l’attenzione del pilota dalla guida. In più devi aggiungere che la carie è infettiva. Ci può essere la necessità d’indossare una maschera d’ossigeno appena usata da un altro pilota.
Nello spazio, poi, se vi viene il mal di denti son dolori e non c’è il dentista a portata di mano…

sul documento esa postato da djeasy alla fine c’è normal color perception?si intende il daltonismo?

direi proprio di si

Da daltonico, posso dirvi per certo che è un “handicap” che impedisce alcuni tipi di mestieri. I colori sono ad esempio importanti nelle segnalazioni, ma sono anche importanti per riconoscere i colori dei vari led che si accendono.

Per esempio ho un collega (anche lui daltonico) che aveva parecchi problemi in console nel distinguere quando la telemetria passava da verde a gialla (ovvero da dentro i limiti a fuori dal soft limit). Ovviamente ci sono workarounds, utilizzabili in lavori “normali”, ma per un pilota di caccia magari si preferisce evitare (visto che i tempi di reazione sono piuttosto importanti).

Credo che si intenda cmq una percezione estesa, non solo per il daltonismo…

Un esempio di test cmq è questo…

http://www.toledo-bend.com/colorblind/ishihara.asp

o questo

http://colorvisiontesting.com/online%20test.htm

Un giorno passo davanti a una vetrina con la mia ragazza, e lei mi dice: “guarda che beep quella maglietta! Quella con le pallozze per i daltonici!”
E io: “beh, e che ha di figo?”
“C’è scritto I LOVE COLORS!”.

L’avrei comprata, ma il negozio era chiuso… e poi non l’ho più trovata :frowning:

In teoria il daltonismo è anche un blocco per la patente. Fortunatamente a me non hanno mai fatto il test, ma conosco un tizio a cui non l’hanno rinnovata perchè ha beccato il medico incarognito…

beh la patente sono riuscito cmq a prenderla,ben piu difficile sarà il futuro da ingegnere aerospaziale se mi faranno qst test(cosa probabile a quanto pare)…so di esserlo dalle elementari ma l’ho nascosto bene fino adesso(tranne ai miei genitori)…

Che c’entra essere pilota o astronauta con l’essere ingegnere aerospaziale? io sono un felice ing. aerospaziale da anni, e il daltonismo non mi ha mai dato nessun problema. E non sono l’unico daltonico tra i miei colleghi…
…e non ha neanche senso nasconderlo. I daltonici sono circa l’8% della popolazione maschile, il che significa che quasi sicuramente ce n’è qualcun altro nel forum oltre me e te :wink:

Tranquillo… la scuola italiana può essere messa in un qualche modo… ma non è ancora richiesto un test medico per l’accesso all’università… :smiley: :smiley: :smiley:
Sono solo un po’ curioso di capire come sei arrivato a questa idea di un qualsivoglia requisito medico per l’accesso universitario… :wink:

Io ho un amico di famiglia pilota di aerei e alianti da aeroclub che e daltonico e non ha mai avuto problemi alle visite mediche… Magari un aereo di linea o un Amx non potrà pilotarlo… Ma quanti di noi con la patente B senza limitazioni piloteranno mai una Ferrari magari in pista?

Che c’entra essere pilota o astronauta con l’essere ingegnere aerospaziale? io sono un felice ing. aerospaziale da anni, e il daltonismo non mi ha mai dato nessun problema. E non sono l’unico daltonico tra i miei colleghi…
[/quote]

Prova a dirlo a quello che hai tamponato col semaforo rosso qualche tempo fa… :wink: