[TECNICO] SLS / Artemis 1 Stato avanzamento lavori al 16/08/2022

Nuovo articolo di Simone Montrasio pubblicato su AstronautiNEWS.it

3 Mi Piace

Qualcuno ha idea della pressione raggiunta?

Il primo stadio è stato trasportato il 1 gennaio nell’edificio 110 per la preparazione all’imbarco su Pegasus.

2 Mi Piace

E ieri è stato trasportato verso Pegasus.

4 Mi Piace

Il video dell’imbarco su Pegasus.

5 Mi Piace

Nuovo articolo di Marco Carrara pubblicato su AstronautiNEWS.it

2 Mi Piace

Altro video da Michoud.

4 Mi Piace

Primo stadio arrivato a Stennis!

2 Mi Piace

Ultimamente presso il Vehicle Assembly Building del Kennedy Space Center la squadra della NASA chiamata Exploration Ground Systems (che comprende ingegneri, tecnici e gruisti) si è esercitata con l’appaltatore Jacobs nel sollevamento e nell’impilaggio dei segmenti dei due razzi a combustibile solido, prodotti dalla Northrop Grumman. L’esercitazione si è svolta utilizzando dei pathfinder, ovvero repliche dei segmenti “originali” identiche per forma, peso, dimensione e bilanciamento ma inerti[1].

Ecco le parole di Michael McClure, Jacobs’ lead engineer for the Handling, Mechanical and Structures Engineering Group: “La simulazione con i pathfinder è andata molto bene e ciò fa parte una serie di esercitazioni, che ci stanno facendo acquisire una grande esperienza, in particolare ai nostri nuovi tecnici, agli ingegneri, al personale addetto al controllo qualità e ai gruisti".

https://blogs.nasa.gov/kennedy/2020/01/14/team-practices-booster-stacking-for-artemis-missions/

Qui due foto scattate in occasione dell’esercitazione svolta l’8 gennaio 2020

Imgur

Imgur

Fonte foto: Account Flickr “NASA Kennedy”
Credit: NASA/Glenn Benson


  1. Il combustibile solido (infiammabile) rimpiazzato con un simulatore di massa. ↩︎

9 Mi Piace

il primo Primo Stadio dello SLS è stato messo in verticale e posizionato sul banco di prova presso lo Stennis Space Center, in vista degli ultimi lavori di preparazione per i test

7 Mi Piace

emozionante vedere tutti i progressi fatti dal Core Stage in questo mese. Finalmente è sullo stand!
Adesso per il Core Stage 1 ci si aspetta un periodo di lavoro molto intensivo per finire di preparare lo stadio alle varie attività del green run. Questo periodo porterà al power up generale dello stadio e al primo carico di propellenti nello stadio. Se lo stadio performerà in maniera nominale e non ci saranno intoppi si procederà verso il test finale che consiste nell accensione di oltre 8 minuti dei 4 RS-25D. La grande incognità rimane la quantità di tempo che richiederà lo stadio per essere messo in condizione pre accensione (periodo di refurbishment).
(also i’m back :smiley: )

18 Mi Piace

Abbiamo anche il video.

6 Mi Piace

Aggiornamento dal nostro caro amministratore Jim Bridenstine.
Il “modal testing” è stato completato (con anticipo sulla schedule aggiungo).
Si presume quindi che lo stadio risponde agli “imput fisici” come da modelli computerizzati.
Si può quindi procedere agli step successivi della Green Run.

GREEN RUN CS-1

  • Core Stage 1 issato sullo stand :white_check_mark:
  • Modal Test :white_check_mark:
  • Collegamento totale dello stadio all B2 Test Stand WIP
  • Apertura accessi allo stadio e installazione piattaforme di lavoro :x:
  • Collegamento linee LH2 nella sezione motori e applicazione TPS :x:
  • Power Up dei computer di SLS, caricamento software GRAS :x:
  • Controllo sistemi idraulici e TVC RS-25D :x:
  • Caricamento propellenti (WDR) :x:
  • Accensione di 8 minuti dei motori :x:
  • Refurbishment :x:

(immagine credit NASA)

11 Mi Piace

Immagine del “bestione” sospeso durante il “Modal testing”.
credit NASA

7 Mi Piace

altro set di immagini stupende by NASA che fanno meglio comprendere la scala dello stadio.







11 Mi Piace

Il nostro caro amministratore Jim ha di recente visitato il B-2 Test Stand.
Imgur
Imgur
Imgur
In questo scatto si possono notare le dimensioni dello stadio e constatare che le SOFI dopo l’esposizione solare sono “maturate”, assumendo il tipico colore arancio scuro dei serbatoi dello Shuttle.

(immagini credit NASA)
Per quanto riguarda i progressi del Green Run, i tecnici Boeing e NASA hanno completamente fissato lo stadio allo stand e hanno completato l’apertura degli accessi e l’installazione delle piattoforme di lavoro. Si lavora già nell’MPS (Main Propulsion System) di SLS, dove la prima linea di feeding di idrogeno liquido è stata collegata e testata.

Nelle prossime 2 settimane Boeing si aspetta di completare il lavoro con le altre 3. Giusto in tempo poi per Marzo, dove si inizierà ad installere il “Core Stage Controller” nello stand per lavorare sul power up e al testing di tutti i sistemi. Un processo che richiedera tempo.

GREEN RUN CS-1

  • Core Stage 1 issato sullo stand :white_check_mark:
  • Modal Test :white_check_mark:
  • Collegamento totale dello stadio all B2 Test Stand WIP (mancano umbilicals)
  • Apertura accessi allo stadio e installazione piattaforme di lavoro :white_check_mark:
  • Collegamento linee LH2 nella sezione motori e applicazione TPS WIP
  • Power Up dei computer di SLS, caricamento software GRAS :x:
  • Controllo sistemi idraulici e TVC RS-25D :x:
  • Caricamento propellenti (WDR) :x:
  • Accensione di 8 minuti dei motori :x:
  • Refurbishment :x:
7 Mi Piace

feeding = alimentazione
power up = collegamento all’alimentazione elettrica/accensione
umbilicals = cavi di corrente elettrica o per telecomunicazioni (per la trasmissione della telemetria scavalcando il sistema radio di bordo, anche se disponibile)
Refurbishment = ricondizionamento

@SaturnPower chiedo scusa, i tuoi post sono sempre davvero ottimi, ma il mix di inglese e italiano rende la lettura davvero ostica per i non esperti (che lurkano, e sono tanti :wink: ) .
Se esiste un termine in italiano chiaro, usiamolo. Non dobbiamo arrivare ai livelli ossessivi dei nostri cugini francesi, ma se driftiamo ( :stuck_out_tongue: ) troppo verso l’inglesismo cadiamo nel problema opposto :smiley:

P.S.
Mi fanno notare dalla regia - lurkare = rimanere in silenziosa osservazione

8 Mi Piace

Queste tempistiche dipendono dal fatto che è il primo esemplare e quindi ci sono verifiche e test aggiuntivi o sarà così anche per gli esemplari “di produzione”?

Se non ricordo male c’era l’intenzione di fare anche una Green Run col Core Stage 2 e/o comunque provare l’Exploration Upper Stage sul Test Stand B2.

Però esattamente come successe per il Saturn V o lo Space Shuttle, ad un certo punto l’architettura del razzo sarà considerata consolidata e questa campagna di test non sarà più necessaria.

Aggiungo che al paradossale Boeing ha tirato il freno a mano sulla produzione del Core Stage 2, fermandosi a ottimizzare alcuni elementi e altro perdendo tempo. Questo nonostante abbiano solo 2/3 della forza lavoro disponibile. E nonostante tutto sono comunque oltre 6 mesi in anticipo sulla schedule di consegna del CS-2. Questo per far capire quanto è servito prendere i “ceffoni” in questi anni.

Stando alla Boeing, con le attuali infrastrutture presenti al MAF si può arrivare a produrre 1 Core Stage ogni 8 mesi. Questo avverrà quando verrà effettuato l’acquisto dei CS in blocco da parte della NASA, aprendo di fatto una linea di montaggio continua.