The atomic café - Jayne Loader, Kevin Rafferty e Pierce Rafferty, 1982

Non è un film di fantascienza, bensì un gustosissimo documentario del 1983 riguardante la guerra fredda e le sue assurdità. 90 minuti di materiale d’epoca (spesso affascinante ed inquietante) montati a ritmo serrato, con gusto notevole. Fra le ‘chicche’ :
-Il ‘felice’ abbandono dell’isola di Bikini da parte della popolazione indigena, in vista del noto test nucleare.
-Un cartone animato dell’Usaf dove viene spiegato come il generale McArthur avesse intenzione di risolvere la guerra di Corea.
-‘Utili’ consigli su come affrontare un conflitto nucleare (‘Le radiazioni vi fanno perdere i capelli ? Basta una parrucca per risolvere il problema!’).

Questo per comunicare, agli amici in possesso del satellite, che verrà trasmesso lunedì 7 agosto su CULT (canale 142) alle 21.
Vista l’estrema difficoltà nel reperirlo (è fuori catalogo da sempre, e si è visto solo su Rai 3 a tarda notte tanto tempo fà) ne consiglio assolutamente la visione/registrazione.
Se a qualcuno puzzasse di già visto… ricordo che il ‘già visto’ è venuto dopo questa pellicola.

E… mi raccomando:

Duck and cover!

Salute e Latinum per tutti !

  ![](http://www.atomicarchive.com/Store/Images/B000060MW1.jpg)

C’è l’ho,in videocassetta (anni fa veniva svenduta in molte edicole nel cestone delle offerte).Che dire? erano altri tempi e c’era un altra,ben diversa sensibilità.Le stesse cose avvenivano in Unione Sovietica,con meno scrupoli (vedi le esercitazioni di truppe sotto il fuoco atomico) e maggiore segretezza.Sarà un luogo comune un pò qualunquista,ma “il più pulito aveva la rogna”.Ai tempi molto del potenziale nefasto dell’atomo era ancora ignoto.Ricordo di aver letto articoli scientifici degli anni 50 in cui si prevedeva che nel futuro grazie alle radiazioni si sarebbero avuti raccolti di frutti giganteschi con cui saziare la fame nel mondo (altro che OGM)! Negli stessi anni in tutto il globo si foderavano case,scuole,e serbatoi dell’acqua con l’amianto.Siamo sicuri che oggi sia diverso? per esempio siamo certi che i telefonini alla lunga non siano dannosi?

Non ricordo di questo documentario…

Ma mi ricordo benissimo dell’apocalittico “The Day After”, lo vidi con la scuola e mi ricordo che mi impressionò moltissimo.

Raccontata come Kruaxi mi ricorda molto la sequenza di inzio (assurda e gustosissima) del videogioco “Fallout” nonché il video della canzone “new frontier” di Donald Fagen (tratta da quel capolavoro di album che era “The nightfly” sempre del 1983).

Ma mi ricordo benissimo dell'apocalittico "The Day After", lo vidi con la scuola e mi ricordo che mi impressionò moltissimo.

Idem con patate … il terrore di rivivere le scene del film mi accompagnò per moooooolto tempo … :?

“The day after” fa parte della mia collezioncina di DVD.
Triste ma realistico film.

Ovviamente non manca neppure nella mia videoteca. Comunque, se voglio ‘star male’, continuo a preferire ‘On the beach’ (l’ultima spiaggia), la versione con Gregory Peck dei primi anni 60. Da qualche parte ho anche il libro (di Nevil Shute, davvero molto bello).

Salute e Latinum per tutti !

(comunque non perdetevelo ‘the atomic café’ stasera !)

Ovviamente non manca neppure nella mia videoteca. Comunque, se voglio 'star male', continuo a preferire 'On the beach' (l'ultima spiaggia), la versione con Gregory Peck dei primi anni 60. Da qualche parte ho anche il libro (di Nevil Shute, davvero molto bello).

Salute e Latinum per tutti !

(comunque non perdetevelo ‘the atomic café’ stasera !)

Grande!
E’ una vita che voglio rivedere questo Film ma non mi ricordavo il titolo nè gli attori!
Cmq, in tema di “depressione atomica”, avete mai visto Testament ?
Niente effetti speciali, niente missili ed esplosioni (solo un grande lampo di luce), ma una silenziosa morte nucleare di una cittadina americana.

Ho visto sia “L’ultima spiaggia” (agghiacciante la scena della bottiglietta di coca cola che sbattendo trasmette il segnale morse…), sia “Testament”.

Quest’ultimo e triste e bellissimo allo stesso tempo.

A questo punto è doveroso ricordare il celeberrimo “Dottor Stranamore”, dove Peter Sellers da il meglio di sé.

Un altro film in tema èl’inglese “War Games” (niente a che vedere con l’omonimo film americano degli anni '80), meno spettacolare di “The day after” ma decisamente più realistico e terrificante.

Ho visto sia "L'ultima spiaggia" (agghiacciante la scena della bottiglietta di coca cola che sbattendo trasmette il segnale morse...), sia "Testament".

Quest’ultimo e triste e bellissimo allo stesso tempo.

A questo punto è doveroso ricordare il celeberrimo “Dottor Stranamore”, dove Peter Sellers da il meglio di sé.

Un altro film in tema èl’inglese “War Games” (niente a che vedere con l’omonimo film americano degli anni '80), meno spettacolare di “The day after” ma decisamente più realistico e terrificante.

Archie, il Doc. Strangelove meriterebbe un thread a parte…
E’ il mio film CULTO… trova un altro pazzo che, come il sottoscritto, l’ha visto almeno 80 volte dal 1984 ad oggi… Lo conosco a memoria, in italiano ed in inglese. Possiedo tutte e tre le versioni DVD uscite finora in italia…
MITICO

"Sig-nor prezidente, io afrei un idea…
Meine Fuhrer! Io cammino !!!’’

Piccolo quiz per finire… chi sa a chi era ispirata la figura di Stranamore ?

      Salute e Latinum per tutti !

Maremma M… lo so ma nn lo rihordo!!

Vabbè un po’ Von Braun un po’ Hermann kahn…comunque leggetevi queste righe per me esilaranti.I "capi"delle due superpotenze al telefono rosso:

“Dispiace anche a me Dmitri… Mi dispiace molto… Va bene, dispiace più a te che a me, però dispiace anche a me… A me dispiace quanto a te, Dmitri! Non devi dire che a te dispiace più che a me, perché io ho il diritto di essere dispiaciuto quanto lo sei tu, né più né meno… Ci dispiace ugualmente, va bene…? D’accordo.”

Mitico Mac, comunque era Von Karmann (che gusto parlare con chi TI capisce !!!).
Negli ultimi anni di vita Karmann fu costretto alla sedia a rotelle, per un cancro diffuso alle ossa (sicuramente derivato dall’ultradecennale esposizione alle radiazioni).

Sei un grande.

Salute e Latinum per tutti !

La frase che preferisco, la più assurda, è quella che il generale Turgidson (figlio del ‘turgido’… traetene una traduzione adeguata…), dopo aver sentito le caratteristiche della ‘bomba fine di mondo’, dice al suo vicino di tavolo: ‘Però… l’avessimo noi una di queste macchinette…’.

Salute e Latinum per tutti !

C’è un vuoto nella mia videoteca (personale ovviamente) che è proprio dovuto alla mancanza del DVD del Dott Stranamore (questo vuoto sarà presto colmato).
A questo link Kruaxi ci sono brevi dialoghi del film in real audio http://digilander.libero.it/stanleykubrick/stranamore/stranamore.htm e foto varie.