Tute per il cinema:spacesuit replica.

Molte delle tute spaziali usate durante le missioni Americane e Sovietiche sono state replicate per essere adoperate in film o fiction TV.Questa breve carrellata ci mostrerà quanto siano ben fatte e realistiche.Iniziamo con una commedia “made in france”,una satira del turismo spaziale “un biglietto per lo spazio” in uscita nelle nostre sale questa primavera.La tuta ad essere replicata è una Sokol.Rispetto all’originale il casco a cappuccio appare decisamente più grande,le cerniere più sottili,le strisce azzurre sulle spalle sono posizionate troppo larghe,quelle sui gomiti sono in numero minore,lo stemma della fabbrica zveda non è ricostruito con esattezza,intorno al connettore sul petto c’è uno strano motivo romboidale,le maniche della tuta sono troppo lunghe.Inoltre gli anelli di congiunzione delle maniche ai guanti sono esageratamente

Progetto Mercury. Ecco le foto delle tute adoperate per il film “Uomini veri”.Le tute sono rifatte piuttosto bene,ad eccezione del fatto che,incomprensibilmente il tirante bianco posizionato sotto l’anello di gongiunzione del casco alla tuta è stato rimosso (non si comprende il perchè,non era un particolare difficile da replicare).Anche il casco nella parte posteriore appare differente dall’originale.Anche in questa tuta le maniche sono troppo lunghe.Complessivamente però è un buon lavoro.Voto:7+

Uhmmm :roll_eyes:
Mi associo, in oltre l’uomo a sinistra ha i pantaloni della tuta scombinati (fuoriescono dallo scarpone)…
C’è di meglio oltretutto per una produzione così attuale …

Sempre Mercury,miniserie “dalla terra alla luna”.la replica è eccellente,anche se pure quì le maniche sono eccessivamente lunghe,ma…ma c’è un particolare che fa cascare le braccia,un particolare che poteva essere benissimo evitato:il “meatball”,ossia l’insegna della NASA non è quella oroiginale degli anni 60,bensì è del tipo moderno .Il bordo dell’insegna originale aveva nelle tuteMercury,Gemini,ed Apollo block-1 IL BORDO BIANCO,la sua controparte moderna (in uso da Apollo 15 ,dove apparve per la prima volta sulle jumpsuit di volo) ha il bordo azzurro.Lo stesso errore è commesso dai costumisti di “uomini veri”. 8–

Tute Gemini ed Apollo block-1. realizzata per le sequenze iniziali del film “Apollo-13”,si tratta sostanzialmente della stessa tuta block-1 maldestramente trasformata in Gemini con la sostituzione del casco (come dimostra il pacchetto per il salvaggente posizionato sul petto della tuta ed agganciato con bottoncini a pressione,assenti nella tuta Gemini).La replica è mediocre.Le maniche e i “calzoni” sono lunghi in modo grottesco,gli stivali sono completamente sbagliati,la cerniera posteriore è troppo sottile.Il tessuto con cui la tuta Block-1 era ricoperto aveva un aspetto “setoso”,quì assente.Voto,come tuta Gemini : 3–,come tuta Apollo: 3.

Se ce ne facessimo una noi (per carnevale o feste in maschera) ?
Si potrebbero usare:

  • Tuta usa e getta *
  • imbracatura per ponteggi *
  • guanti in crosta bianchi *
  • stivali gomma gialli (tipo galoche)
  • vecchio casco da moto bianco (anni '70 - '80)

le voci segnate da * si possono trovare qui http://www.edilizia-on-line.com/categorie.htm

Ovviamente sarebbe solo una carnevalata, però meglio di niente :stuck_out_tongue:

Grazie Elvis per aver segnalato questo thread, me lo ero perso :scream:
Una domanda: da quello che dici sembra che praticamente tutte le repliche hanno il difetto di essere più larghe (qualcuna solo nelle braccia, altre anche nelle gambe). Può essere per il fatto che chi ha prodotto le tute doveva fare una produzione “in serie”, destinata a più attori, magari con corporature diverse?

Grazie Elvis per avermi dato l’occasione di risistemare un pò le immagini :smiley:

Io avrei fatto cosa? Mi si attribuiscono meriti che non mi competono. :smiley:
Cmq, caro ArTaX, è possibile che tu abbia ragione. Considera che gli astronauti si allenano addirittura a muoversi con le tute, mentre per i tempi di produzione di un film non ci sarebbe tempo per far allenare gli attori, quindi è probabile che si utilizzino tute più “comode” per meglio far muovere gli attori

Quasi quasi mi è venuta un’ideuzza: e se facessimo un “cosplay contest” alla prossima AstronautiCon??

Magari con un (piccolo) premio alla riproduzione di tuta più bella…

Ehi, bella idea! Ih Ih Ih…gente grande e grossa, tutti mascherati da astronauti come tanti bambinoni :stuck_out_tongue: …mi piace, mi piace!
Io ho anche una semi-riproduzione dell’anellone dell’ US Air Force e un vero Omega Speedmaster (quest’ultimo fu un regalo per i 18 anni). Credo proprio che li sfoggerò per l’occasione!

Ehi, bella idea! Ih Ih Ih...gente grande e grossa, tutti mascherati da astronauti come tanti bambinoni :P ...mi piace, mi piace! Io ho anche una semi-riproduzione dell'anellone dell' US Air Force e un vero Omega Speedmaster (quest'ultimo fu un regalo per i 18 anni). Credo proprio che li sfoggerò per l'occasione!

Se è per questo ne conosco uno che si è comprato una vera tuta pressurizzata d’alta quota russa, che usa a mo’ di pigiama… :smiley:

Vero Spacewalker??? :stuck_out_tongue_winking_eye: :wink:

:roll_eyes: :scream: non è un po’ scomodo andare a nanna con una tuta presurizzata russa? E se nel cuore della notte devi fare pipì (o altro)? Usi il catetere?? :stuck_out_tongue:

:roll_eyes: :scream: non è un po' scomodo andare a nanna con una tuta presurizzata russa? E se nel cuore della notte devi fare pipì (o altro)? Usi il catetere?? :P

Beh…io girerei la domanda al nostro buon Spacewalker (che incidentalmente è uno dei massimi appassionati ed esperti di tute spaziali esistenti in Italia).

L’amico Fabio Zarantonello ha addirittura casco GSh-6 e babbucce per la sua VKK-6 … e il buon Kruaxi ha pure lui un casco GSh-6 … direi che la mia prossima mossa sia l’aquisto del casco da abbinare alla mia VKK-6.
Per quanto riguarda l’espletamento dei bisogni fisiologici, ti assicuro che la tuta e piena zeppa di cerniere … ed il problema non si pone :wink:

http://www.redpilot.com/museum/suits/vkk/vkk-6m.html

Una cosa che succede spesso nei film è che sovradimensionano proprio il casco per far vedere la faccia degli attori! A Padova c’era una bancarella (di russi) che vendeva una VKK-6 con casco,ma dato che nn ho l’esperienza per dire se era proprio una VKK nn mi sono fidato e nn l’ho presa…