Ultimissime di Hayabusa

In Giapponese http://www.isas.jaxa.jp/j/snews/2007/0130.shtml
Brevemente:

  • un’operazione di ricarica delle batterie di bordo e’ andata a buon fine in novembre
  • La capsula che rientrera’ a terra coi suoi campioni (sempre che ne abbia raccolti) e’ stata sigillata il 17 gennaio
  • Tra febbraio e marzo verra’ riacceso il motore a ioni per il ritorno a terra

Keep goin’…
Missione davvero dura a morire!

Sky & Telescope,recentemente in un suo articolo dedicato alle vicissitudini
dell’Hayabusa,asseriva che una volta riaccesi i motori il rientro non dovrebbe essere previsto,prima del giugno 2010. 8-[

A novembre 2005,il responsabile del progetto Kawaguchi,fece notare che nello spazio non si ha progressi se non si prendono dei rischi:[i]-Solo se costruisci una torre molto alta e poi la scali tutta,potrai alla fine abbracciare un nuovo e più vasto orrizzonte-
fonte LE STELLE -ASTRONOMIA.

[/i]Speren ben.Sayonara :slight_smile:

Finalmente un aggiornamento in una lingua che mastico (i miei tentativi di imparare il giapponese in gioventu’ sono sempre miseramente falliti…)
http://www.isas.ac.jp/e/snews/2007/0406.shtml

Ultime notizie di due giorni fa http://www.isas.jaxa.jp/e/snews/2007/0820.shtml
sono sempre piu’ convinto che Hayabusa ce la fara’ a tornare. Se poi avesse raccolto anche qualche sassetto…

Ormai siamo tutti a tifare per questa “piccola” sonda nipponica… :smiley:/ :smiley:/
Certo che se avesse anche raccolto qualche “sassetto” [-o<
Sarebbe un bel colpo per l’astronautica giapponese !! Chissà come si roderebbero alla NASA o all’ESA… :stuck_out_tongue_winking_eye:

Sono sempre stato un gran tifoso dell’Hayabusa…

Speriamo bene !

TT.

Salute e Latinum per tutti !

“Viaggiare non è veramente piacevole,si va incontro all’ignoto e l’ignoto è qualche volta sgradevole e sempre traumatico;però,fa bene.”
Alberto Moravia

Ti aspettiamo [color=brown]“falchetto”… 8) :slight_smile:

Hayabusa? La sonda che si chiamava Muses-C? Me la ricordo… è ancora in viaggio, un po’ acciaccata ma funzionante. Bene, benissimo. Qualche anno fa si poteva far incidere il proprio nome su un nastro che poi la sonda avrebbe portato su un asteroide. E io avevo fatto mettere il mio nome e di altri amici, ho ancora la mail con il codice corrispondente alla prenotazione fatta. Una cosa un po’ speciale… :smiley:
Ho scaricato anche l’mp3 della conferenza di Guaita su questa sonda, grazzissime Paolo, mi interessa molto ascoltarla e prendere appunti. Di Guaita ho anche il bellissimo libro su Saturno “Alla ricerca della vita”, mi è costato un po’ ma ne vale la pena, è ricchissimo di dati e di informazioni :grin:

La JAXA ha attualmente allo studio una Hayabusa-2, con lancio all’inizio del prossimo decennio, che dovrebbe raccogliere campioni da un asteroide di tipo C (ricco di composti del carbonio, mentre Itokawa, di tipo S, e’ piu’ simile ad una roccia) ed una missione piu’ grande piu’ avanti nel decennio verso un oggetto “piu’ primitivo” (che in genere vuol dire una cometa)