Un portale di osservazione astronomica per gli studenti

Nell’ambito del progetto EU-Hou, finanziato dall’UE, è stato sviluppato uno strumento di osservazione delle supernove per i ragazzi delle scuole. L’obiettivo è quello di far appassionare i giovani alle scienze, attraverso attività pratiche di didattica astronomica.

Il programma comprende l’utilizzo di un portale Internet attraverso il quale studenti e docenti di tutto il mondo possono osservare le stelle e condividere dati sulle osservazioni effettuate. Il portale utilizza una rete europea e mondiale di telescopi automatici e sistemi di webcam e telescopi radio appositamente progettati.

La piattaforma prevede una serie di attività educative mirate ad accrescere le conoscenze di docenti e studenti sul cosmo. Tra tali attività figurano la misurazione delle distanze nell’universo, della struttura e dell’evoluzione stellare e lo studio dell’effetto Doppler grazie allo spettroscopia ottica e radio.

Dal 2004, anno di avvio del programma, sono state effettuate 100 registrazioni in tutto, da parte di studenti, insegnanti e scienziati di Polonia, Regno Unito, Irlanda, Portogallo, Stati Uniti e Cina, e sono stati raccolti dati sull’osservazione di circa 30 supernove.

«Ci chiedevamo se la nostra idea sarebbe stata ben accetta e se saremmo stati in grado di creare una comunità di studenti e insegnanti di diversi paesi che avrebbero aderito al progetto di osservazione delle supernove. Il progetto si è infine rivelato possibile, il portale delle supernove funziona alla perfezione», afferma il dott. Lech Mankiewicz del centro di fisica teorica dell’Accademia polacca di scienze, coordinatore del progetto EU-HOU per la Polonia.

Secondo il dott. Mankiewicz, il portale è il primo sistema di questo tipo. «Le soluzioni da noi applicate sono state utilizzate in precedenza, in ambito sia accademico sia commerciale, ma mai per attività di didattica astronomica.»

Grazie ai primi successi del portale, i partner del progetto auspicano di ampliarne la portata. «Abbiamo diverse idee per lo sviluppo della piattaforma. In futuro intendiamo creare altri sistemi, ad esempio per l’osservazione delle stelle variabili», spiega il dott. Mankiewicz.

Per ulteriori informazioni visitare:

http://www.euhou.net

tratto da Torinoscienza.it

Il programma comprende l'utilizzo di un portale Internet attraverso il quale studenti e docenti di tutto il mondo possono osservare le stelle e condividere dati sulle osservazioni effettuate. Il portale utilizza una rete europea e mondiale di telescopi automatici e sistemi di webcam e telescopi radio appositamente progettati. [...] «Ci chiedevamo se la nostra idea sarebbe stata ben accetta e se saremmo stati in grado di creare una comunità di studenti e insegnanti di diversi paesi che avrebbero aderito al progetto di osservazione delle supernove. [...]

Mi fa piacere per questo progetto a cui auguro il massimo successo.

Ma la burocrazia europea non finisce di stupirmi per la sua lentezza. C’era anche bisogno di chiedersi se un’iniziativa del genere avrebbe avuto successo? Dal lontano 1993 - millenovecentonovantatre - è in funzione il Bradford Robotic Telescope con finalità analoghe. Lo uso da alcuni mesi per divertirmi a fare qualche foto.

Paolo Amoroso