Uno sguardo accurato ai nuovi vettori NSSL (ex EELV)

Un booster del Vulcan è uscito per andare ad essere testato.

5 Mi Piace

un paio di propulsori BE4 presso l’impianto di assemblaggio del Vulcan di ULA a Decatur in Alabama

6 Mi Piace

Pathfinder vuol dire che sono ancora prototipi o sono finalmente dei be4 definitivi?

Motori per fit check e per verificare le procedure di assemblaggio probabilmente. Sicuramente non motori per il volo, anche perché avrebbero pubblicizzato la notizia in ben altro modo altrimenti.

2 Mi Piace

era già stato detto qualche mese fa che ULA avrebbe prima ricevuto dei Pathfinder e poi dei flight engine. I motori per il primo volo dovrebbero essere consegnati tra non molto.

2 Mi Piace

Ed infatti il secondo BE4 è arrivato.

3 Mi Piace

È un bel bestione, grande almeno il doppio del raptor!

Edit: doppio no, ma almeno 50% si


Fonte: https://www.reddit.com/r/spacex/comments/amdyi4/raptor_engine_size_comparison_13m_nozzle_scaled/?utm_medium=android_app&utm_source=share

7 Mi Piace

VULCAN IS COMING

Si tratta dei due Pathfinder inviati da Blue Origin, inseriti nel primo stadio del Vulcan. Molto presto seguiranno i veri e propri BE-4 pronti al volo.

12 Mi Piace

Ma il Vulcan non meriterebbe un 3D tutto per lui soprattutto se lanciano quest’anno?

2 Mi Piace

Assolutamente si. Provvederò :smiley:

3 Mi Piace

un pezzettino di New Glenn appare dietro la porta dell’hangar di Blue Origin

8 Mi Piace

Finalmente, il fantomatico razzo orbitale di B.O., non è solo computer graphic…!!!

1 Mi Piace

il debutto di New Glenn spostato a fine 2022

4 Mi Piace

Ritardo annunciato. Realisticamente si parlava di 2023. Ovviamente poi fare stime accurate è molto difficile data la natura molto segreta delle operazioni BO

3 Mi Piace

Carta ufficiale delle performance dei vettori commerciali aderenti al NASA LS
https://pbs.twimg.com/media/E5tN3zFXMAA6AHs?format=jpg&name=small

3 Mi Piace

Certo che la differneza del FH tra le versioni expend. e recov. è impressionante

1 Mi Piace

Avendo un secondo stadio con poca ISP, la velocità extra data dal booster principale porta a grossi cambiamenti di performance. Quando recuperano il booster, il lavoro che spetta al secondo stadio è enorme.

2 Mi Piace

Si nota anche molto bene quanto sia importante la frazione di massa del secondo stadio, ovvero il rapporto tra massa del propellente e massa totale del secondo stadio. Infatti New Glenn, che dispone comunque di un secondo stadio che utilizza idrogeno, perde performance molto rapidamente rispetto al Falcon Heavy recuperabile. Infatti il secondo stadio di New Glenn è enorme e con due motori BE-3U e probabilmente non molto leggeri.
Sebbene infatti l’idrogeno aiuti con l’ISP, non aiuta con la frazione di massa visto che l’idrogeno è molto meno denso del kerosene (Infatti il secondo stadio del falcon ha una frazione di massa molto elevata, migliore di quella del Centaur, che però a sua volta è molto migliore di quella di New Glen grazie alla struttura in acciaio sottilissima che deve essere stabilizzata con la pressurizzazione.

8 Mi Piace

Trovo sorprendenti i numeri per il FH expendable. Sbaglio o a spanne sono ben più bassi rispetto a quelli dichiarati da SpaceX (o stimati se non disponibili)? Ad esempio verso Marte sarebbe quasi un buon 30% in meno rispetto a quanto riportato sul loro sito.

A cosa può essere dovuta questa differenza? SpaceX che ha “gonfiato” i loro numeri con qualche trucchetto e cavillo oppure che la NASA si affidi a stime “vecchie”? La seconda opzione mi pare improbabile.

Sono i numeri del sito che sono sballati da tempo. Quei numeri non hanno mai avuto senso. Musk stesso ha confermato i numeri del NASA LSP (Anche perchè è Space X stessa che li fornisce a NASA)

1 Mi Piace