Uno standard d'attracco internazionale


#1

La Commissione Multilaterale di Coordinamento dell’ISS ha approvato un sistema di attracco standard. Esso sara’ il riferimento per una interfaccia comune su tutti i futuri veicoli, con e senza equipaggio, dall’orbita bassa alle missioni nello spazio profondo.

La Commissione comprende alti rappresentanti di NASA, RosCosmos, Ministero dell’Istruzione, Cultura, Sport, Scienza e Tecnologia giapponese (con il supporto della JAXA), ESA ed Agenzia Spaziale Canadese. Il suo compito e’ coordinare le attivita’ del complesso orbitante tra i vari partners.

Il nuovo standard semplifichera’ il processo di sviluppo delle nascenti iniziative spaziali multilaterali, e rendera’ possibili missioni di salvataggio internazionali. E’ stato fatto ogni sforzo per far si che le specifiche dei moduli d’attracco avessero le minori ripercussioni possibili in termini di progettazione del veicolo nel suo insieme.

Il nuovo standard e’ descritto in un documento accessibile online, affinche’ le Agenzie Spaziali non incluse nel progetto ISS ed i costruttori privati possano esaminarlo e commentarlo. Le osservazioni vanno inviate a comments@internationaldockingstandard.com .

fonte: NASA


#2

Questa è un’ottima cosa finalmente!


#3

Sarebbe interessante capire in che direzione è andato lo standard: sistema americano o russo?
Appena ho un po’ di tempo ho qualcosa da studiare :slight_smile:


#4

Ma già qualche anno non esiste una cosa chiamata “Common Berthing/Docking Mechanism”???


#5

Common agli “occidentali”… il sistema russo è completamente diverso no? Dimensioni, meccanismo, etc…


#6

Mancano ancora le firme di India e Cina per avere un sistema universale nel vero senso del termine…
Bisogna vedere se il colosso cinese se l’è presa per vedersi negato l’accesso alla ISS… :angry:


#7

Onestamente pensavo che il sistema sarebbe stato adottato anche dai Russi in sostituzione del loro probe-drougue system. In effetti Americani e Russi avevano dato il via al sistema APAS in occasione della missione ASTP del 1975. I russi ne avevano ricavato poi una versione migliorata, denominata APAS 89, destinata ad essere utilizzata dal Buran per i voli con la Mir ed invece poi riutilizzata dallo Shuttle per lo stesso scopo. In effetti è lo stesso sistema utilizzato dallo Shuttle per l’attracco alla ISS.


#8

Ma che io sappia il CBM è un sistema di berthing non di docking (se intendi quello), con il CBM ci puoi agganciare ottimamente i moduli ma non è in grado di sostenere le sollecitazioni e la minore precisione di allineamento proveniente da un docking.


#9

Non mi riferivo - ovviamente - al ben noto CBM (utilizzato dai moduli euro-nippo-americani della ISS, nonché da HTV e Dragon) quanto al sistema International Berthing and Docking Mechanism (IBDM), sviluppato circa 5 anni fa sotto contratto di ESA:

http://www.sener-aerospace.com/AEROESPACIAL/projects-highlights/en?id=cw4a265b2fe791a&swlang=en


#10

Allora è proprio questo, che si chiama anche LIDS per la NASA…


#11

Peppe a vedere il link che hai postato tu e quello messo all’inizio del topic sembra che i due meccanismi siano identici.


#12

A-ha! Ora ho capito! Sei mitico Peppe, grazie!


#13

Esatto.

Anche a me, a quanto pare si sono limitati solo a cambiargli di nome… :stuck_out_tongue_winking_eye: