VAB rollaround per lo stack STS-125 [0902-STS]

Oggi lo stack ET-130/SRBs destinato alla missione STS-125 Atlantis è stato spostato dalla High Bay 1 del VAB, alla High Bay 3 dello stesso edificio, l’operazione è stata denominata “rollaround”.
Questa manovra permetterà il prossimo inizio dei lavori per l’assemblaggio dello stack per la missione STS-400/127 Endeavour, lavori che si effettueranno appunto nell’ HB3 del VAB.
Nel frattempo l’Atlantis prosegue la preparazione nell’Orbiter Processing Facility (OPF-1), in attesa che la NASA decida definitivamente il programma dei voli STS-125 e STS-400/127.
Prioritario è comunque il lancio della missione STS-119 Discovery, che una volta effettuata libererà il Pad 39A e la Mobile Launch Platform per le missioni successive, nonchè chiarirà la situazione riguardo le valvole FCV, esse infatti dovranno essere rimpiazzate anche su Atlantis e su Endeavour.
Resta in campo la scelta tra l’utilizzo di uno oppure due Pad per l’accoppiata Atlantis/Endeavour, la decisione finale è preannunciata per il Primo Aprile.
Il nodo cruciale è la disponibilità del ricambio per il computer di Hubble, lo Science Instrument Command and Data Handling (SIC&DH), che si trova al Glenn Flight Research Center (GFRC) sottoposto ad una serie di test per verificarne la idoneità.
Una volta definito il programma STS-125 e STS-400/127, si potrà anche chiarire la data per lanciare l’Ares 1X, teoricamente pronto per l’11 Luglio, ma probabilmente già di per sè in ritardo con la preparazione.

Alcune singolari immagini dell’operazione

lo so che puo’ sembrare un commento “stupido”, ma e’ impressionante considerare la stabilita’ che le strutture che costituiscono lo shuttle riescono ad avere.

Stavo pensando la stessa cosa guardando le immagini!!!
Ma non hanno mai problemi con il vento?
Oppure ci sono delle limitazioni di velocità del vento?

Due foto NASA :
Uscita del complesso a sinistra ed entrata poi a destra.

Che effetto, vedere la struttura muoversi senza orbiter …, ma come è fissata al crawler ?

i bulloni degli srb

Incredibile come 8 “bulloncini” riescano a tenere in piedi una struttura alta 60 m.

cito da viki

On the launch pad, each booster also is attached to the mobile launcher platform at the aft skirt by four bolts and nuts that are severed by small explosives at lift-off.

Ne avevano parlato qui dei… bulloncini!

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=4832.msg40547#msg40547

in particolare, dovrebbe essere questo bullone:

dei bulloni non mi preoccuperei… quel “coso” ha l’aria di reggere migliaia di tonnellate!

credo che il problema sia più che altro legato ai carichi sulla struttura del srb:

le saldature, e le giunzioni tra segmenti, saranno certamente sottoposte a forte stress, cosi come anche i perni dove si inbullona il dado.

un ruolo essenziale lo gioca la “tremenda lentezza” del crawler che praticamente mantiene stabile il sistema la velocita’ dovrebbe essere sui 2km/h se non erro per questo tipo di manovre.

anche se andasse a 1 km/h le forze che possono applicarsi con un colpo di vento sono molto forti.

con una sezione di circa 1000 mq, si capisce subito che è come pretendere che una vela non si gonfi!

p.s. nel video “inside space shuttle” viene detto che il crawler con su tutto l’sts si muove a 5 km/h…
per apollo sapevo che questa velocità era limitata a 1 km/h.
in entrambi i casi, sicuramente il limite è imposto dalla stabilità del tutto, letta anche come sezionne di impanto del vento (che per apolo è enorme, tra torre e razzo!)

Grazie per le risposte, ehm…questo topic non l’avevo ancora letto, come molti altri del resto, questo forum è un’enc iclopedia che non ha mai fine… :smile: e meno male