[2019-03-22] Vega | PRISMA

Articolo di Spaceflightnow con intervista a Ranzo, AD di AVIO, in cui si parla anche dei prossimi passi del VEGA.

https://spaceflightnow.com/2019/03/22/all-italian-launch-from-french-guiana-lofts-innovative-environmental-satellite/

congratulazioni a ArianeSpace per l’impressionante numero tondo di 600 satelliti portati nello spazio.
E ovviamente orgoglioso che il Vega abbia fatto il suo lavoro da manuale :smiley:

Non ESA ma ArianeSpace

Per il Vega il record di 14 su 14 inizia ad essere notevole.

Anche perchè la concorrenza in quella classe è poca e a volte non troppo affidabile.

Stando al registro nazionale degli oggetti spaziali, PRISMA è il payload italiano numero 37 dal 1964, anno del San Marco 1, ad oggi. La lista include anche due detriti vari della messa in orbita del LAGEOS 2.

Quest’anno il registro vedrà l’arrivo anche del primo Cosmo Sky Med di seconda generazione.

3 Mi Piace

Il nostro articolo.

1 Mi Piace

Altra foto da poster.

Credit: ESA/CNES/Arianespace

3 Mi Piace

Collage di riprese del decollo.

1 Mi Piace

I poster ufficiali.

2 Mi Piace

Ho notato che durante il lancio di PRISMA, VEGA ha effettuato una manovra di Dogleg, modificando la sua traiettoria.

So che il dogleg del VEGA era stato introdotto con il lancio dell’IXV (VV4), ma pensavo fosse solo per la specificità di quella missione.

Dogleg: una virata effettuata da un razzo.

Tradotto da wikipedia: Quando si lancia un’astronave in orbita, un “dogleg” è una virata guidata durante la fase di ascesa che fa sì che il percorso di un razzo si discosti da una traiettoria “rettilinea”. Un dogleg si rende necessario quando l’azimuth del lancio per raggiungere l’inclinazione orbitale desiderata dovesse portare il razzo sopra la terraferma (ad esempio sopra un’area popolata. La Russia di solito lancia su terra, ma su aree non popolate), o se il razzo dovesse raggiungere un piano orbitale che non collimasse con la latitudine del sito di lancio. I dogleg sono indesiderabili a causa del carburante extra che consumano, dei carichi maggiori e della riduzione delle prestazioni generali del veicolo.

2 Mi Piace

Comunicato stampa di ASI con le prime immagini raccolte da Prisma (le trovate in fondo all’articolo).

EDIT. Aggiungo tweet con foto.

3 Mi Piace