Foto 3D Spaziali!


#21

Non poteva non mancare un modulo Lunare! :stuck_out_tongue_winking_eye:

Inizialmente noto come Modulo di Escursione Lunare (“Lunar Excursion Module” abbreviato LEM)! :wink:
In questo caso si tratta dello “Spider” di Apollo 9.


#22

Quest’ultima TUONA di brutto! :astonished: inforcate gli occhialini,aprite l’anteprima e ingrandite…spettacoloso :scream:
Peccato sia monocromatica,per il resto grazie Rob! :wink:


#23

Allora facciamo questo esperimento…
Questa è la versione a colori, ma francamente non noto grosse differenze, giudicate voi.
Probabilmente è colpa dei colori degli occhialini. :thinking:


#24

Altra visione di Spider ricostruita lavorando su due immagini riprese prima del docking in orbita terrestre con il modulo Gumdrop.
Difficoltoso l’allineamento, dimensionamento e orientamento delle 2 immagini…
L’importante è il risultato! :wink:

Sostituita l’immagine corrotta con un originale da immagini ad alta risoluzione.
Anaglifo ridotto al 35% ed alleggerito per il web



#25

Ormai ho preso la mano!!!
Modulo lunare Orion, Apollo 16!
La quantità di immagini e tale che si riesce a trovare immagini simili, con angolazioni diverse, da poter creare molte immagini 3D!!!
I limiti sono nella qualità del 3D, e nell’effetto più o meno accentuato!
Questa è la dimostrazione lampante della realtà di ciò che è stato fotografato!
Diamo un altro duro colpo ai Moon Hoax!
E’ impensabile che alla NASA abbiano creato tanti modelli così perfetti in scale diverse, diorami in quantità, con l’idea che, dopo quasi 40 anni qualcuno si fosse messo a fare i 3D che sto facendo io!
Quando avrebbero potuto magari pubblicarli loro.
Ma quello che mi ha fatto veramente impressione lavorando a questo 3D è il perfetto rapporto tra effetto tridimensionale/profondità e il dettaglio del suolo.
Cioè, ad esempio, la dimensione media tra le pietre e la nitidezza del suolo è in proporzione alla profondità dell’immagine.

Ne riallego altre versioni, dopo la prima ad alta risoluzione.
La seconda immagine è a bassa e più facilmente scaricabile.
La terza un dettaglio sul LEM alla massima risoluzione. E’ visibile ugualmente l’effetto 3D!


#26

Queste ultime tre sono veramente formidabili!
E anche il colore aiuta!
Bravissimo! :clap:

In effetti la profondità di campo del panorama di Apollo 16 è formidabile.
Ed è normale avere un hangar di quelle dimensioni o un fondale che si modifica in base alla prospettiva del punto di vista.

Già, dimenticavo che hanno avuto l’aiuto degli alieni che vivevano nell’Area 51…


#27

Ma anche fossero dei modelli in scala il dettaglio è troppo elevato!
E poi quanti ne dovrebbero aver fatti? :astonished:


#28

Indicatore di Coolness fuori scala.
Ormai non ritiro neppure più gli occhialetti, sono sempre a portata di mano :slight_smile:


#29

Quoto! Lem ti stai superando,veramente un’ottimo lavoro :wink:
Sarebbe una grande idea,poter fare delle stampe (con dimensioni da stabilire) e fare una mostra al prossimo Astronauticon (ognuno da casa si porta i propi occhiali).
E’ solo uno spunto… :roll_eyes: :nerd:
un saluto


#30

Complimenti! Sei un vero professionista! :ok_hand:
Occhialini pronti all’uso e viaggio fantastico sulla luna! :clap:


#31

Complimenti anche da parte mia.


#32

Facciamo un piccolo salto per la storia ma un grande salto per la tecnologia…
dall’Apollo al … LER (Lunar Electric Rover):


#33

Bellissime … mi sarebbe già piaciuto fare un giretto su Chariot, ma ora che lo vedo in 3D ne ho ancora più voglia!


#34

Apollo 16
Esperimento sismico attivo: http://ares.jsc.nasa.gov/HumanExplore/Exploration/EXLibrary/docs/ApolloCat/Part1/ASE.htm
John Young e Charles Duke durante la prima EVA azionano il mortaio, nella immagine 3D al centro, sparando 19 colpi dei 21 a disposizione in circa 14 minuti.

Le immagini 3D che ho realizzato sono nell’ordine:
1 - Panorama ridotto per la visione totale.
2 - Dettaglio centrale sul mortaio (immagine al 100%)
3 - Dettaglio orizzonte (immagine al 100%)
4 - Dettaglio impronte primo piano (immagine al 100%)

L’immagine 3D l’ho ottenuta da due immagini originali, una sfuocata ed una a fuoco, ripetuta probabilmente proprio per questo motivo.
L’astronauta tra uno scatto e l’altro si è spostato attorno al mortaio tenendo l’inquadratura centrata sul soggetto. Questo purtroppo porta degli scompensi, creando una immagine 3D, che disturbano la visione.
Nell’immagine a tutto campo tali effetti sono stati compensati ripartendo l’errore.
Nei dettagli successivi invece o ricentrato di volta in volta le immagini compensando il difetto della rotazione dell’immagine.


#35

Shuttle 3D!!!
Ripreso da due immagini ottime allo scopo.
Unico disturbo le persone ed oggetti in primo piano in movimento.


#36

Ho ammirato tutto il tuo spettacolare lavoro fino a qui ma… quando hai messo un Orbiter… :stuck_out_tongue_winking_eye:

:clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap:


#37

:thinking: :thinking: :thinking: …Non hai ancora visto niente… :wink:
Questo prendilo come un regalo… per il prossimo compleanno! :stuck_out_tongue_winking_eye:

STS 121 By Night!!!

  1. Immagine ridotta per la visione e per ridurre, come al solito, effetti di disturbo inevitabili (distorsioni ed altro) con immagini non realizzate per il 3D.
  2. Un dettaglio della parte bassa della rampa e motori, al 100%, con effetto 3D corretto per la zona in questione.
  3. Altro dettaglio dell’orbiter realizzato come il precedente.
  4. Ancora un dettaglio, questa volta della rampa. Qui veramente l’effetto è impressionante, evidenziato anche dall’illuminazione interna della rampa.
  5. We’re behind you, Discovery!

#38

La deriva del Discovery ha distrutto il mio monitor!! :stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye:
Gran bel lavoro,come al solito Lem :clap:


#39

Grazie! Alle volte vengono meglio, merito casuale delle angolazioni di ripresa originali.

Vero! Viene fuori dallo schermo!
Vale anche per queste immagini.
Raccomandazioni per la visualizzazione: Il realizzatore degli effetti 3D declina ogni responsabilità per la fuoriuscita dallo schermo di parti o componenti degli orbiter! :wink: :stuck_out_tongue_winking_eye:
In questo caso attenzione al muso del Discovery! :astonished:
Immagini realizzate con lo stesso metodo usato in precedenza.


#40

Bellissime,complimenti!!! :blush: :blush: :blush: