Motore SABRE

Probabilmente sì, se le.particelle impattano il termometro. Credo c’entri anche la pressione dell’onda d’urto, ma ne so poco di fluidi supersonici!

L’ossigeno liquido è enormemente più reattivo dell’elio liquido che di per se è inerte. Probabilmente è una questione di sicurezza.

L’elio è a ciclo chiuso, quindi in quantità minima rispetto all’ossigeno consumabile necessario per un motore tradizionale.
P.S. vedere lo schema che ho postato un po’ più su 6 (!) anni fa.

Reaction Engines comunica che lo scambiatore di calore elio/aria ha superato con successo il test con in ingresso un flusso d’aria a 420°C equivalente alla velocità di volo supersonica a Mach 3,3

https://www.reactionengines.co.uk/news/reaction-engines-test-programme-successfully-proves-precooler-capability-supersonic-heat-conditions

6 Mi Piace