Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline astronautinews

Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC

Il pressure vessel di Orion appena collocato sulla struttura di test. (C) Photo: NASA/Radislav Sinyak
Prende sempre più forma la capsula Orion che verrà utilizzata nel 2018 per l'Exploration Mission-1
Articolo completo: Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
 

Offline topopesto

  • *
  • 7.086
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #1 il: Lun 08/02/2016, 15:23 »
Peccato che in questa missione non vi saranno astronauti a bordo; un viaggio "perso"! Si vede che non è  come ai tempi dell'Apollo dove c'era il "fiato sul collo" da parte dei Russi.
 

Offline albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.018
  • Ringraziato: 12 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #2 il: Lun 08/02/2016, 16:42 »
Si vede che non è  come ai tempi dell'Apollo dove c'era il "fiato sul collo" da parte dei Russi.

Guarda che le missioni da Apollo 4 a 6 sono state senza equipaggio... Mica con Apollo 7 sono stati inviati subito in orbita gli astronauti al battesimo del volo della capsula...
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #3 il: Lun 08/02/2016, 19:43 »
Scusate la pigrizia:
1. nella parte superiore della capsula c'è un portello di attracco compatibile con la ISS?
2. se l'equipaggio deve fare una EVA, esce dai portelli laterali?
3. dato che lo scudo termico si trova tra l'abitacolo e il modulo di servizio, in futuro dall'abitacolo non si potrà accedere internamente ad una struttura abitabile? Come potrebbe essere utilizzata in una missione verso Marte che richiede spazi maggiori per l'equipaggio?
SpaceX is a game changer !
Cold Fusion is real!
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #4 il: Lun 08/02/2016, 19:55 »
3. dato che lo scudo termico si trova tra l'abitacolo e il modulo di servizio, in futuro dall'abitacolo non si potrà accedere internamente ad una struttura abitabile? Come potrebbe essere utilizzata in una missione verso Marte che richiede spazi maggiori per l'equipaggio?

Così
<ISAA n°119> | È vero, ho scalato montagne e ho camminato in luoghi remoti. Ma come avrei potuto vedervi se non da una grande altitudine o da una grande distanza? In verità, come si può essere vicini se non si conosce la lontananza? (Khalil Gibran)
 

Offline Acris

  • *
  • 2.737
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #5 il: Lun 08/02/2016, 20:48 »
Ma orion non va su Marte...
Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima

A.Einstein
 

Offline topopesto

  • *
  • 7.086
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #6 il: Mar 09/02/2016, 14:49 »
Si vede che non è  come ai tempi dell'Apollo dove c'era il "fiato sul collo" da parte dei Russi.

Guarda che le missioni da Apollo 4 a 6 sono state senza equipaggio... Mica con Apollo 7 sono stati inviati subito in orbita gli astronauti al battesimo del volo della capsula...


Lo so, ma ai tempi le missioni di prova venivano compiute in tempi più ridotti e non c'erano tutte quelle simulazioni che oggi riusciamo a fare grazie ai computer.

Dato che una capsula Orion è già stata testata in orbita, non si potrebbe accellerare leggermente il tutto compiendo questa missione con astronauti?

Se poi vogliamo fare un'altro confronto, lo Shuttle venne testato in orbita con astronauti direttamente dalla prima missione, senza che avesse sistemi di fuga per gli astronauti come li avrà l'SLS e la capsula stessa.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #7 il: Mar 09/02/2016, 15:01 »
Perché lo Shuttle aveva bisogno di qualcuno ai comandi.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #8 il: Mar 09/02/2016, 16:10 »

Dato che una capsula Orion è già stata testata in orbita, non si potrebbe accellerare leggermente il tutto compiendo questa missione con astronauti?



C'è da considerare che la capsula è stata testata ma il vettore è al viaggio inaugurale quindi non mi pare cosa saggia metterci degli essere umani sopra.


Il discorso Shuttle va preso un po' con le pinze: non poteva volare in automatico e ai tempi la NASA viaggiava sulle ali della sicurezza degli Dei dell'Apollo, come venne poi definita.
 

Offline DDD

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #9 il: Mar 09/02/2016, 17:44 »

Dato che una capsula Orion è già stata testata in orbita, non si potrebbe accellerare leggermente il tutto compiendo questa missione con astronauti?



C'è da considerare che la capsula è stata testata ma il vettore è al viaggio inaugurale quindi non mi pare cosa saggia metterci degli essere umani sopra.


Il discorso Shuttle va preso un po' con le pinze: non poteva volare in automatico e ai tempi la NASA viaggiava sulle ali della sicurezza degli Dei dell'Apollo, come venne poi definita.

Non è che i risultati degli ALT li avessero gettati...
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #10 il: Mar 09/02/2016, 17:51 »
Non capisco a cosa ti riferisci......
 

Offline DDD

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #11 il: Mar 09/02/2016, 18:08 »
Mi riferivo al fatto che comunque lo shuttle non era la prima volta che volava con STS 1, ci sono stati precedentemente i test di Approach and Landing (ALT) che avevano messo alla prova la navetta in una delle fasi più critiche.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #12 il: Mar 09/02/2016, 18:24 »
Beh, era il primo volo orbitale, la prima missione completa con tutti i sistemi in funzione.....è un po' diverso
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #13 il: Mar 09/02/2016, 22:13 »
Credo che a questo punto la cosa migliore sarebbe quella di anticipare la missione con gli astronauti al 2020. Mentre per il 2021, la Nasa potrebbe posizionare, in orbita lunare, un Deep Space Habitat per una terza missione Orion. :happy:
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #14 il: Mer 10/02/2016, 18:24 »
Ma orion non va su Marte...

Andrà VERSO Marte; naturalmente non atterrerà direttamente sul pianeta, ma sarà attraccato alla "nave madre" che servirà da ambiente di viaggio per gli astronauti, come si vede bene nell'immagine postata da Livio.

Per scendere sul pianeta verrà ovviamente utilizzato invece un lander stile Dragon V2, per capirci.
I sognatori non sapevano che la cosa fosse impossibile, per cui la fecero.
 

Offline topopesto

  • *
  • 7.086
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #15 il: Mer 10/02/2016, 19:41 »

Dato che una capsula Orion è già stata testata in orbita, non si potrebbe accellerare leggermente il tutto compiendo questa missione con astronauti?



C'è da considerare che la capsula è stata testata ma il vettore è al viaggio inaugurale quindi non mi pare cosa saggia metterci degli essere umani sopra.


Il discorso Shuttle va preso un po' con le pinze: non poteva volare in automatico e ai tempi la NASA viaggiava sulle ali della sicurezza degli Dei dell'Apollo, come venne poi definita.

La torre di fuga che verrà montata sulla capsula Orion è già stata collaudata ed a sempre funzionato egregiamente.Dal mio punto di vista questo vuol dire:" Siamo sicuri che il nostro vettore sia OK però, avendo dei dubbi, ,preferiamo non rischiare!".

Giusto che le simulazioni al computer non garantiranno mai la certezza totale però è pur vero che gli incidenti si sono sempre avuti nel corso delle missioni, quando la troppa fretta e sicurezza ha gabbato i tecnici di terra. A parer mio, trattandosi della prima missione, ed essendo quindi i controlli più che approfonditi, il rischio sarebbe inferiore.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #16 il: Mer 10/02/2016, 20:18 »
La regola che la NASA segue giustamente è minimizzare il rischio sempre quando possibile.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #17 il: Mer 10/02/2016, 20:21 »
Ma orion non va su Marte...

Andrà VERSO Marte; naturalmente non atterrerà direttamente sul pianeta, ma sarà attraccato alla "nave madre" che servirà da ambiente di viaggio per gli astronauti, come si vede bene nell'immagine postata da Livio.

Per scendere sul pianeta verrà ovviamente utilizzato invece un lander stile Dragon V2, per capirci
Ma siamo sicuri che Orion viaggerà mai verso Marte? Qual è il periodo massimo di permanenza nello spazio?
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #18 il: Gio 11/02/2016, 01:59 »
Se vuoi la mio opinione,no,non viaggerà mai verso Marte.
E questo non perchè non possa farlo come modulo di lancio/rientro,destinata a portare gli Astronauti alla nave spaziale,restare agganciata per tutta la durata della missione,e riportare l'equipaggio a terra una volta che l'astronave sia tornata nell'orbita terrestre...
Semplicemente perchè in questo momento non c'è alcun "progetto Marte" concreto,nè l'ok politico da parte del Congresso,nè la copertura finanziaria per tale progetto,nè la reale volontà di lanciarsi in questa impresa.
Quindi,no,Orion non vedrà mai Marte.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #19 il: Gio 11/02/2016, 02:13 »
Aggiungo che ovviamente Orion nell'attuale configurazione non potrebbe compiere un viaggio così lungo e complesso,sia pure come veicolo di servizio lancio/rientro,e dovrebbe subire diverse modifiche.
Al momento non esiste neanche un progetto definitivo per l'astronave che dovrebbe portare gli uomini su Marte,nè la versione potenziata di SLS che dovrebbe spedire su i componenti dell'astronave,nè si ha idea del tipo di  schermature usare per  proteggere l'equipaggio dalle radiazioni,nè è stato scelto e progettato il modulo di discesa sulla superfice Marziana,nè  le attrezzature che dovrebbero proteggere gli Astronauti su Marte.
Il progetto è colossale,ed altrettanto colossali sarebbero i finanziamenti richiesti...che nessuno ha intenzione di stanziare.
Tra l'altro lo sbarco vero e propio richiederebbe molte missioni preparatorie per testare i componenti dell'architettura (che ancora non c'è); missioni le quali non sono state  neanche programmate.