[2019-08-22] Sojuz 2.1a | Sojuz MS-14 Senza equipaggio

Voi che sapete tutto, come mai in questo pezzo c’è un adesivo bianco celeste con la scritta “progress”?

Non presumo di essere tra coloro ai quali ti rivolgi :wink:, però, siccome guardo molto le foto, mi sono posto anch’io questa domanda. RKC “Progress” (Ракетно-космический центр “Прогресс”) è la società, affiliata a Roscosmos e basata a Samara, che produce i razzi Sojuz.

https://www.samspace.ru/

1 Mi Piace

Intanto la Sojuz MS-14 ha ultimato i test di tenuta ed è stata riportata nella sala allestimento payload. Cosi Feodor potra tornare a giocarci dentro.

Le immagini documentano solo l’uscita dalla camera di test

https://www.roscosmos.ru/26617/
https://www.energia.ru/ru/news/news-2019/news_07-30_1.html

4 Mi Piace

Le intenzioni sono giuste. Posso però assicurarti che @pherosnike nel preparare l’astronauticagenda segue con attenzione le regole della nostra redazione nella selezione delle fonti.

Le cose possono cambiare sempre, per carità, mase le incertezze sono troppe lo facciamo presente o aspettiamo a inserire il tutto nell’agenda.

4 Mi Piace

Una considerazione.
Nella prima foto (presa evidentemente dall’imboccatura della camera test) la stessa camera sembra enorme come dimensioni nei confronti della Soyuz e soprattutto anche degli uomini al suo interno, specialmente per quanto riguarda la sua lunghezza. Al contrario nelle foto seguenti (e anche in alcune di quelle relative alla preparazione per il test un po’ di risposte più su) la stessa camera sembra più corta. Credo che tutto sia ovviamente un gioco di prospettive (e di teleobiettivi che schiacciano le proporzioni), ma a questo punto mi resta la curiosità: qualcuno sa quanto è grande, ma soprattutto quanto è profonda?

L’unica foto (che io conosca) che dà una vaga idea delle dimensioni della camera è questa.

Dai siti di Energia e Roscosmos si apprende che si tratta di un ampliamento di quella originariamente costruita per il progetto Buran (identificativo: 17T523) che era lunga 11 metri e alta 10 per un volume di circa 1000 metri cubi.

Di questa (17T523M) si trova solo che ha un volume di 1515 metri cubi e che può testare veicoli di grandi dimensioni disposti sia in orizzontale che in verticale. Di fatto qui sono stati testati i moduli russi della ISS, compreso Zvezda che è lungo più di 13 metri.

https://www.energia.ru/en/news/news-2018/news_02-15.html
https://www.roscosmos.ru/22033/

6 Mi Piace

Questa è quella di cui avevo letto anche io, ma dalle foto della preparazione delle varie Soyuz e Progress mi sembra venga usata una camera ben più piccola, che si vede dalle foto che avevi postato…sembra giusta a misura di Soyuz o poco più e penso potrebbe essere antecedente al programma Buran.

A occhio il diametro dell’apertura sembra essere sui 6 metri, di certo il volume interno non è di 1500+ metri cubi. Però non trovo riferimenti da nessuna parte :thinking:

1 Mi Piace

Come ha scritto @Vittorio è piuttosto difficile valutare le dimensioni dalle foto (ad esempio in quella sopra il soffitto sembra molto più basso di quello che sia in realtà). Tuttavia, pur con qualche “schiacciamento prospettico”, credo non sia impossibile riconoscere in basso a sinistra il “tubo” di ingresso, che si vede di profilo qui, con la caratteristica parete divisoria che non chiude completamente la sala:

(immagine del 2016 relativa alla Progress MS-04)

Un’altra visione prospettica della sala antistante che si trova a lato della sala di allestimento payload

(foto del 2017 della Sojuz MS-04)

D’altra parte è l’agenzia spaziale russa che mostra la foto della grande 17T523M nel 2016 proprio per dire che è appena stata rammodernata (pompe e strumenti di controllo) e che la usano per Sojuz e Progress.

E per chi è proprio non è convinto anche Zak conferma queste informazioni sul sito 254:
http://www.russianspaceweb.com/baikonur_energia_254.html

5 Mi Piace

@marcozambi hai fatto bene a specificare infatti non metto in dubbio la qualità delle attività che svolge ISAA perché altrimenti l’associazione non avrebbe la rilevanza e reputazione che ha oggi. A rendere grande un progetto, o un’azienda, sono le persone che ci lavorano oltre ai target/obiettivi prefissati!

Sono un semplice appassionato che trova le sue informazioni del gigantesco mondo di Internet e da quando sono sul Forum ancor più consapevole e maturo. In questi giorni ho avuto la prova che per me una notizia recente può essere nuova mentre voi ne siete già a conoscenza.

Tornando al discorso di sopra nel mantenere uno standard minimo di qualità, da amatore sto particolarmente attento a chi diffonde la notizia ed alla vicinanza con l’evento. Insomma è una forma di rispetto verso la piattaforma in cui pubblico e di chi poi effettivamente ne usufruisce.

2 Mi Piace

Capisco solo ora, con colpevole ritardo, che quello ritratto è il tunnel di ingresso, e non la camera a vuoto nella sua interezza :sweat_smile: questo mi traeva in inganno, pensavo si trattasse di una camera a vuoto ben più piccola e “su misura” per Soyuz / Progress…

Grazie delle tante foto scovate, peraltro bellissime, che mi hanno fatto capire molto meglio le proporzioni della struttura in questione!

1 Mi Piace

Come Blitzed, il discorso vale anche per me. Quello è il “tubo d’ingresso”, pensavo anche io che la camera a vuoto finisse alla fine del tubo. Grazie @robmastri

1 Mi Piace

In futuro sulla Stazione Skybot F-850, alias FEDOR, potrà avere la compagnia un suo simile il Robonaut della NASA. Cosa avranno in mente NASA e Roscosmos? Un ritorno in orbita a sorpresa di Robonaut?!

Con abbondante anticipo, lo stanno preparando e imballando per poi inserirlo all’interno della Sojuz. Quindi niente conferenza stampa e vari rituali pre-lancio che svolgono i suoi “colleghi in carne e ossa”
.

Ho una proposta da fare: non sarebbe meglio creare una discussione riservata a FEDOR così da lasciare questa per gli aggiornamenti sulla Sojuz?

1 Mi Piace

Robonaut non è più a bordo della ISS.

1 Mi Piace

@Lupin ho corretto l’informazione e grazie per la dritta :wink:

1 Mi Piace

I cugini di Fedor hanno messo su una band.

Che poi sto Fedor siamo proprio sicuri di farlo salire a bordo?

O forse è uno strumento di protezione per l’equipaggio?

3 Mi Piace

16 giorni al lancio e le attività preparatorie della Sojuz vanno avanti. Oggi i tecnici hanno controllato il corretto funzionamento del pannelli solari. Il test si svolge utilizzando delle speciali apparecchiature che illuminano i moduli fotovoltaici. In questa fase, per evitare danni ai pannelli a causa del loro peso (non sono progettati per aprirsi sulla Terra), c’è un supporto (non è l’unico presente) collegato con un cavo che li tiene su. Nel tweet di Roscosmos in russo. si può notare questo particolare nell’angolo superiore all’estremità del pannello. A conclusione del test vengono richiusi/ripiegati e protetti con le classiche coperture protettive di colore rosso.

1 Mi Piace

Bello il batterista a 4 braccia :rofl: sarei curioso di vedere se ha anche 4 gambe …

Qualche altra immagine delle operazioni di oggi (05/08).

Apertura dello stand

Predisposizione della piattaforma di lavoro

Rimozione dei pannelli protettivi

Apertura dei pannelli e ispezione

Il “dispositivo di illuminazione” in sostanza è fatto da “lampadine”. Io ne ho contate 132.

Accensione

https://www.roscosmos.ru/26640/
https://www.energia.ru/ru/news/news-2019/news_08-05.html

P.S. Dalle immagini si vede che nei paraggi della Sojuz sono già pronti l’anello adattatore e il fairing. Quindi, anche se Uncrewed, questo veicolo avrà un fairing tradizionale Sojuz, presumibilmente con torre di fuga. Resta irrisolto il problema dei fairing (che si intravvedono sulla sinistra anche nelle prima foto).

2 Mi Piace

Però questi sono i Compressorhead… La più nota robot band :sweat_smile:

Qui in tutto il loro metallico splendore

2 Mi Piace

Oggi, 8 agosto 2019, si è svolta una riunione della commissione tecnica che ha autorizzato il rifornimento del carburante e dei gas compressi all’interno della Sojuz MS-14.

https://www.roscosmos.ru/26651/

4 Mi Piace