[2021-07-21] Proton-M | MLM Nauka

Sembra che ci sia stata una manovra.

L’osservazione del passaggio radio è risultato 12 secondi in ritardo rispetto alle previsioni (rivelatesi esatte per l’upper stage del Proton)

8 Mi Piace

E se hi capito bene anche Roscosmos conferma l’undocking di Pirs al 24.07, a seguito dell’analisi dei dati provenienti da Nauka

5 Mi Piace

E vai!

Il lancio (accensione) di prova del sistema di propulsione del modulo NAUKA e l’impulso di formazione dell’orbita sono stati elaborati di routine. https://t.co/Qutw5V3W4I

12 Mi Piace

Dettagli da Roscosmos

Gli esperti hanno elaborato correzioni di prova dell’orbita del modulo “Nauka”

Giovedì 22 luglio 2021, gli specialisti del gruppo di controllo di volo del modulo polivalente “Nauka” nel Centro di controllo della missione della regione di Mosca hanno condotto due manovre correttive del modulo lanciato il giorno prima alla Stazione Spaziale Internazionale.

La prima manovra è avvenuta alle 18:07 ora di Mosca, quando i motori del modulo sono stati accesi per 17,23 secondi. Il valore dell’impulso era di 1 m/s. La seconda accensione dei motori è avvenuta alle 20:19 ora di Mosca ed è durata 250,04 secondi. L’impulso era di 14,59 m/s.

Parametri orbitali dopo due impulsi:

  • Periodo orbitale : 90,17 min;
  • Inclinazione dell’orbita : 51,64 gradi;
  • Altitudine orbitale minima : 230,43 km;
  • Altitudine orbitale massima : 364,86 km.

Pertanto, i dati di telemetria hanno confermato l’operatività del sistema di propulsione del modulo. I prossimi impulsi per l’ulteriore costruzione dell’orbita sono previsti per domani, 23 luglio. Lo sgancio e l’allagamento del modulo Pirs è previsto per sabato 24 luglio.

20 Mi Piace

Anche in forma grafica.

9 Mi Piace

Un messaggio è stato spostato in un nuovo argomento: Il futuro del modulo ISS Pirs

Devono passare due o tre giorni tra l’undock di 77P e il dock di MLM, per dare il tempo per una contingency EVA in caso succeda qualcosa (che non ho ben capito) alla docking port.

Per ora la data del docking rimane fissata al 29, quindi non si poteva posticipare troppo l’undocking

2 Mi Piace

Una delle possibili cause per una EVA potrebbe essere la rimozione di eventuali detriti dal boccaporto di attracco.

4 Mi Piace

Sì, in conferenza dicevano che dopo lo sgancio di Pirs il Canadarm2 farà un’ispezione del portello per vedere come è messo, eventuali impatti da debris, sporcizia varia, situazione generale.
Nel weekend il controllo missione si confronterà con gli astronauti e nella rara ma possibile eventualità che serva una bella pulizia manuale organizzeranno L’EVA straordinaria per inizio settimana.

1 Mi Piace

Nel caso si sposti il Canadarm2 per andare a ispezionare il coccaporto di Pirs, dovrebbe muoversi da dove si trova ora (PDGF LAB - il punto di aggancio a nadir di Destiny) al PDGF presente sulla “testa” di Zarya.

Avvio una diretta, nel caso decidano già di muoverlo.

11 Mi Piace

Altro stile rispetto a suoi compatrioti. Messaggi semplici ed a domande cui non sa/può rispondere un semplice “no comment”

4 Mi Piace

Rilevati ulteriori incrementi

8 Mi Piace

Con un breve comunicato di questa mattina (24/07) Roscosmos informa che ieri (23/07) sono state effettuate due correzioni dell’orbita di Nauka e che ulteriori due accensioni sono previste per oggi.

https://www.roscosmos.ru/31993/

6 Mi Piace

Via Zak sembra che si possa confemare che l’accensione è avvenuta attraverso i motori principali (DKS - cf. disegno)

Ciò da adito a pensare che le speculazioni sull’inefficienza di tali motori (proposte per esempio da N+1) non siano fondate.

Secondo Zak i tecnici sterebbero lavorando anche ad un problema sul sistema di rendezvous Kurs

Ma per ora non è il caso di disperarsi :wink:

13 Mi Piace

Mi sembra abbastanza oggettivo…

3 Mi Piace

C’è chi dice no :grinning_face_with_smiling_eyes:

Mi sa che avremo le idee più chiare dopo l’attracco. :crossed_fingers:

6 Mi Piace

L’aspetto positivo è che comunque Nauka risponde ai comandi e sta pian piano raggiungendo l’orbita della Stazione. La preoccupazione di Roskosmos e di molti era di non riuscire ad accendere nessun propulsore (principali, secondari e di riserva) entro le 48 ore dal lancio, pena rientro distruttivo in atmosfera. Adesso che si trova ad una quota più sicura gli ingegneri che seguono la missione del modulo russo hanno più tempo per risolvere i problemi e le questioni in sospeso.

8 Mi Piace

Nauka sembra un modulo jellato. L’eccesso di segretezza sui suoi problemi dal mio punto di vista non è un bel biglietto da visita, perché qui non è sfortuna.
Troppi problemi e direi troppa inefficienza.
Fossi il contribuente russo non sarei molto contento.

Segretezza? Quale segretezza?

1 Mi Piace