A Spinoff a Day – Edifici per la calibrazione dei magnetometri


#1

A Spinoff a Day – Edifici per la calibrazione dei magnetometri

[html]

Titolo
Il campo magnetico terrestre può essere localmente manipolato con le bobine di Helmholtz. Scopriamone i vantaggi, nel passato e nel presente.[/html]

Articolo completo: A Spinoff a Day – Edifici per la calibrazione dei magnetometri


#2

Interessante, io le bobine di Helmholtz le faccio… non sapevo ci fossero edifici interi con bobine di quelle dimensioni.
Nota per chi non è del mestiere: è difficilissimo schermare un grosso ambiente dai campi magnetici statici. Conviene azzerarli producendo un campo uguale e contrario, e per questo si usano le bobine di Helmholtz, che sono una particolare configurazione di solenoidi.


#3

Ahhh!! Io mi aspettavo una ramanzina di qualsiasi tipo da te per questo articolo [emoji1]
Mi fa piacere che sia di tuo gradimento [emoji5]


#4

Ecco perché ci tengono tanto a dare le dimensioni degli edifici:

N-217 è di 3,7 m
N-217A è di 6 m

Coordinate: 37°25’41.5"N 122°03’40.4"W


#5

Ah, ecco. Davvero non molto grossi.


#6

Potremmo vendere bobine di Helmholtz per annullare i campi magnetici nelle camere da letto, e fare un pò di soldi. Qualcuno che abbocca c’é sempre. Anzi, io venderei due bobine non collegate a nulla e bòn! 800 euro per dormire come un angioletto, senza nodi di Hartman


#7

800 € a notte… un sistema di bobine triassiali da 1m x 1m x 1m con relativo sistema di alimentazione (e annullamento del campo) arriva sui 20.000 € :slight_smile:


#8

Michael Jackson l’avrebbe comperato; sono riusciti a vendergli persino una camera iperbarica. Marco trasferiamoci in America, là tutto é possibile. 100.000 dollari a impianto. Sai i soldi…


#9

Yeah, let’s go! Have magnetics, will attract :slight_smile:


#10

Ma mica devono essere vere… un bel po di filo sbrilluccioso a spirale et voila :stuck_out_tongue_winking_eye:

(Scusa Vero per l’inquinamento del post :spank: :spank: :spank:)


#11

Isa però in USA ti mettono in galera per ciarlataneria… e là non scherzano. Quindi devi dare un qualcosa di funzionante, e poi puoi vantare proprietà benefiche che non sono facilmente contro-dimostrabili. Devi parlare di sensazioni, avere testimonial etc.

Es: “Vieni a provare una esperienza di sonno nelle camere da letto a controllo magnetico con le bobine Helmholtz! Addio ai nodi di Hartman ed alle perturbazioni magnetiche che non ti fanno dormire! Prova un nuovo modo di concepire il sonno…” Etc.

Poi metti un bel pannello LCD sul letto con messaggi spaziali tipo “decontaminazione magnetica in corso”, qualche suono alla Star Trek, e ricevi 100.000 dollari in saccoccia a impianto.

Si Veronica, scusa il divago. Però siamo a tema, e l’idea non é proprio stupida :grin:


#12

È bello vedere uno Spinoff animato di vita :stuck_out_tongue_winking_eye:


#13

Una cosa similare alle bobine di Helmholtz (o forse è proprio una bobina di Helmholtz al contrario) viene usata nelle moderne risonanze magnetiche di tipo superconduttivo per contenere l’enorme campo magnetico generato dall’apparecchiatura medicale all’interno della stanza o comunque entro distanze inferiori ai 3 metri senza che vengano costruite strutture contenitive del campo (e quindi con notevoli risparmi di costo della messa in opera dell’apparecchiatura stessa).