Apollo 11: quaranta anni fa un sogno (parte 3)

#1

Discesa verso il suolo lunare

Il distacco (undocking) è avvenuto al tempo di missione 100:12:00.
Il CSM ha acceso in automatico i razzi di controllo d’assetto venti secondo dopo per rendere stabile lo stesso.
Il LM al tempo 101:36:14.0 ha effettuato una prima accensione del motore di discesa; a 102:33:05.01 si è effettuata una seconda accensione del motore; anche se il momento d’accensione è stato quello previsto dalla tabella di marcia, la posizione del LM era di 4 Km più lontana del previsto, ciò ha comportato uno spostamento del punto d’atterraggio.

Durante la discesa per cinque volte l’allarme ha suonato nel LM dando momenti d’ansia a tutti i controllori di volo.
Il primo è avvenuto al tempo 102:38:22 a causa di un sovraccarico di dati del computer di bordo, ma alle verifiche si è accertato la non influenza dell’atterragio e si è continuato colla discesa.

Il radar di atterraggio al tempo 102:42:19 è stato acceso in funzione “bassa portata” non appena il LM è giunto a 2500 metri d’altezza.
A 335,28 metri d’altezza (1100 Ft) il Modulo Lunare è stato manovrato manualmente da Aldrin (Pilota del LM) verso il sito d’atterraggio previsto.

A T102:44:28 che corrispondono a T-28 secondi dal contatto col suolo selenico si accende la luce dell’allarme e contemporaneamente la luce del livello basso di carburante.

In queste fasi dell’avvicinamente al suolo lunare Armstrong (Comandante) ha rilevato che il punto d’atterraggio verso il quale il LM si era diretto, guidato dal radar, coincideva con un’area con massi della grandezza variabile da cinque a dieci metri centrata da un grosso cratere. Allora, disinserito il pilota automatico, dirige il Modulo lunare oltre tale punto verso una zona pianeggiante.

EAGLE IS LANDED

Il 20 Luglio al tempo di missione 102:45:39.9, corrispondenti alle 20:17: 39 CET il Modulo Lunare “Eagle” si posa sul suolo lunare. Dopo 1,2 secondi il motore è spento.
Il punto è situato a 0,67408° di latitudine nord e 23,47297° di longitudine est nel Mare della Tranquillità.
A 6,85 Km ovest dal centro della regione prevista per l’atterraggio.

Al primo controllo si è notato che residuavano ancora 45 secondi di volo.

Una pacca sulle spalle vicendevole è l’unica esultanza che Aldrin ed Armstron compiono, infatti devono iniziare le procedure di controllo del LM in vista dell’EVA.