Assegnata la prima missione a Boeing verso la ISS

https://www.astronautinews.it/2015/05/29/assegnata-la-prima-missione-a-boeing-verso-la-iss/

Visto lo stato di preparazione delle due capsule attualmente in concorso, Dragon V2 e CST-100, non sarebbe stato più corretto assegnare questo contratto alla Space X? La Space X ha già effettuato u n test di aborto della sua capsula e a breve ne farà un’altro in fase di volo; diversamente la Boeing, con la sua CST-100, non ne ha ancora fatti e di conseguenza non si può certo affermare che quest’ultima sia già pronta per affronatre un vero volo verso l’orbita terrestre.

Aurelio l’ultimo periodo dell’articolo risponde alle tue domande.
Verrà comunque deciso solo in un secondo momento quale delle due capsule sarà la prima a effettuare una rotazione degli equipaggi sulla ISS nel 2017.

Ma il primo volo di prova manned di entrambe le capsule (correggetemi se sbaglio)vedrà due Astronauti appartenenti alle società produttrici (Boeing e Space X),senza l’apporto di Astronauti NASA,giusto?
Questi voli di collaudo visiteranno la ISS o si limiteranno a compiere un paio di orbite intorno alla terra prima di rientrare?

No, Carmelo. Il volo demo sarà composto da un’astronauta Boeing/SpaceX e un’astronauta NASA. Non credo che nessuno abbia ancora presentato dei dettagli della missione demo, ma credo che ci sarà quasi sicuramente un attracco alla ISS

No, e no per l’ennesima volta… SpaceX NON è più avanti nello sviluppo solo perché ha effettuato un test più spettacolare di altri… il test di abort è solamente una delle centinaia (o migliaia) di test, review, collaudi e autorizzazioni che porteranno al primo volo… l’abbiamo ripetuto più volte, non è da questo che si giudica quanto un’azienda è più avanti rispetto ad un’altra…
Ancora una volta, le tappe di sviluppo, sia quelle che valgono i finanziamenti, sia tutte le molte altre, non sono le medesime e non sono nel medesimo “ordine” e quindi confrontabili, semplicemente perché ogni azienda decide per proprio conto quale è il proprio piano di sviluppo e collaudo…
Ribadisco per l’ennesima volta che è solo un metodo superficiale misurare lo stato di avanzamento di due programmi paralleli, che hanno la medesima data di entrata in servizio, dalla spettacolarità dei test svolti, dalle slide in powerpoint o dai proclami alla stampa…

La scaletta è attualmente questa:

dicembre 2016 Dragon V2 senza equipaggio missione di 30 giorni con attracco alla ISS

aprile 2017 CST-100 senza equipaggio missione di 30 giorni con attracco alla ISS

aprile 2017 Dragon V2 con equipaggio missione di 14 giorni con attracco alla ISS

luglio 2017 CST-100 con equipaggio missione di 14 giorni con attracco alla ISS

Dopodiché ci sarà la prima missione ufficiale da parte di una delle due compagnie. La Boeing ha già avuto l’assegnazione (il topic di questo 3d) mentre SpaceX è ancora in attesa. Non essendo ancora stati calendarizzati non sappiamo quale delle due compagnie inizierà il servizio per prima.

Possiamo per ora tirare ad indovinare (tanto al 50% ci becchiamo) sempre che abbia reale importanza chi sarà la prima. La cosa entusiasmante è che fra non molto avremo due nuovi veicoli spaziali manned!

Scusa Lupin - da piu’ parti ho letto che il test equivalente a quello fatto recentemente da SpaceX sara’ effettuato da Boeing nel febbraio 2017. Com’e’ possibile che dopo solo due mesi mandano una sonda ad attraccare?

PS ma da dove hai preso tali date?

Dal FPIP…

Aggiungo qualche altro dettaglio che magari può aiutare a capire meglio la situazione “Boeing vs. SpaceX” e la pianificazione che si è deciso di seguire per l’entrata in servizio delle due capsule.

Il contratto per il primo volo, annunciato nei giorni scorsi con Boeing, è probabile sia strettamente legato al superamento da parte di Boeing della “Critical Design Review”, cosa che SpaceX non ha ancora fatto per la Dragon V2 e che avverrà solo più avanti nell’anno. Si attenderà probabilmente questa prima di assegnare formalmente il volo.

Ancora per tornare alle differenti tipologie di percorso certificativo scelto dalle due aziende, tendenzialmente SpaceX ha scelto di effettuare sviluppi a piccoli step e testare di volta in volta i singoli sistemi prima di validare le singole capacità, Boeing differentemente, e probabilmente grazie alla decennale esperienza nel settore, ha scelto di sviluppare parallelamente differenti sistemi e effettuare pochi test di validazione comprendendo nel medesimo test numerosi task solo una volta completi. Ovviamente la seconda tipologia di sviluppo è sensibilmente più rischiosa perché effettuando un numero minore di test con più sistemi al primo utilizzo contemporaneamente è più facile un fallimento, ma questo permette di risparmiare sui costi effettuando meno collaudi “dal vero”. Come detto, a Boeing è stato concesso questo tipo di approccio, proprio per la decennale esperienza nella progettazione e collaudo di sistemi aerospaziali accumulata nel tempo, inoltre per il fatto che lo sviluppo di CST-100 dovrà essere necessariamente più rapida rispetto alla Dragon, Boeing ha iniziato lo sviluppo della propria capsula nel 2010 mentre lo sviluppo del progetto di SpaceX è iniziato nel 2006.

Ragazzi…14 giorni con attracco alla ISS…
Siamo ormai ben lontani dai voli di collaudo di 54 ore (stile STS-1) o di quelli di alcune ore (stile Gemini-3) !

Passano gli anni e si migliora sempre più! Prima si facevano i vari test in un certo modo invece oggi, grazie a nuove tecnologie e alle simulazioni al computer è possibile fare “Salti da gigante”.

Beh è anche vero che parliamo di missioni completamente diverse… fare una missione di 14 giorni di cui probabilmente 11/12 - se non di più - attraccati alla ISS non è certo la stessa cosa che farne 14 in orbita in solitaria - come nel caso di tutte le missioni che avete citato.

E con alle spalle un bel po’ di esperienza in voli spaziali che quelle non avevano.

STS-1 si, ma stiamo parlando di un mezzo molto particolare che non aveva nulla a che vedere che i precedenti

Io non ho più accesso “professionale” all’FPIP, ma solo alla versione di NSF, che mi pare ferma a febbraio.
Non vedo traccia dei voli demo.
Mi unisco alla richiesta della fonte, per curiosità. (non per dubitarne, come già detto la pianificazione delle milestone per le due compagnie è molto diversa)

Edit: trovato, sempre L2.

Non trovo FPIP nel glossario del forum astronautico e dubito sia “First Philippine Industrial Park”

Personalmente lo ho letto qui: http://www.americaspace.com/?p=82504

Flight Planning Integration Panel :nerd:

…e intanto la Boeing “battezza” la sua capsula “CST-100 Starliner”…

http://spaceflightnow.com/2015/09/04/boeing-names-its-commercial-spaceship-the-starliner/

Una presentazione con lo stato di sviluppo della CST-100


8-Boeing_Commerical_Crew.pdf (2.56 MB)