Astrofotografia - la Testa di Cavallo

La costellazione di Orione nasconde una miriade di oggetti interessanti. Questa è l’area attorno ad Alnitak, la stella più orientale della Cintura di Orione.

Ma Alnitak, la stella più luminosa dell’immagine, è solo a metà strada tra noi e le nebulose della Cintura. La stella responsabile del grande muro rosso, su cui si staglia la famosa Testa di Cavallo, è Sigma Orionis, in alto a destra.

Sigma è un complesso di cinque stelle, quattro delle quali giganti di tipo O, con luminosità complessiva pari a decine di migliaia di volte quella del nostro Sole. La grande quantità di luce UV emessa ionizza le nubi di idrogeno, che brilla di fluorescenza rossa, e spazza via le polveri, dentro le quali si stanno formando nuove stelle.

A sinistra un altro oggetto famoso: la nebulosa Fiamma (NGC2024). E’ una densa zona di polveri, illuminata da un gruppo di stelle poste più distanti: le polveri filtrano la luce stellare, dando un bel colore giallo.

Ancora un oggetto interessante è la nebulosa azzurra in basso, a sinistra della Testa di Cavallo: è NGC2023, una nebulosa a riflessione, una delle più brillanti del cielo. E’ illuminata da una stella blu (classe B5), ma l’area è piena di sorgenti infrarosse, corrispondenti a stelle in formazione.

Ripresa da Rivalta (TO), notte del 12/12/20, 66x4 minuti, telescopio MN190, filtro L-enhance, camera ASI2600MC

27 Mi Piace

Scusate ma c’è la moderazione stretta anche su questo thread? Non si possono postare semplici, ma sincere, espressioni di entusiasmo?

Beh, io ci provo! :clap::clap::clap: Complimenti @IK1ODO !

(il link alla versione HD non ce lo regali? :wink:)

1 Mi Piace

Ma certo! Le ultime sono qui https://www.flickr.com/photos/77537340@N05/albums/72157717304210712
e in genere metto le foto migliori in https://www.flickr.com/photos/77537340@N05/albums

Mi permetto di segnalare anche le ultime due pubblicate, che sono relative alla nebulosa Rosetta in Unicorno, NGC2237, ripresa da casa, sotto i maledetti lampioni a LED con filtro L-enhance.
I colori sono poco naturali, ma si esaltano molto bene le aree oscure, che sono zone di formazione di nuove stelle (‘globuli di Bok’).
Ripresa da Rivalta, circa 3 ore complessive di posa. Telescopio MN190, camera ASI2600MC.

Se Flikr non cambia indirizzo sono in https://www.flickr.com/photos/77537340@N05/albums/72157717474622478

50745140196_019e389c61_o

11 Mi Piace

Possiamo aspettarci qualcosa anche per la congiunzione Giove-Saturno? :pleading_face:

2 Mi Piace

Sì… stasera la pubblico

2 Mi Piace

Ecco le mie foto della congiunzione Giove-Saturno. Qui da me le previsioni erano pessime, per cui ho cercato di riprendere qualcosa il 18/12, ultima sera con uno spiraglio di sereno.
Dato che dalla mia locazione non avrei potuto fare riprese scenografiche, ho cercato di sovraesporre per tirare fuori i deboli satelliti di Saturno.
Questo è il risultato. Con fatica si vede anche Iperione, che è un asteroide di circa 3 km di diametro.
Gli originali sono in https://www.flickr.com/photos/77537340@N05/albums/72157717443797472

Giove Saturno ann 1

Giove Saturno ann 1 dett

E’ stata dura, ho fatto filmati ma la qualità era bassa, e l’elaborazione davvero difficile.
Telescopio MN190, camera ASI2600MC Plus

15 Mi Piace