Boeing studia un veicolo cargo e per il trasporto umano derivato dallo X-37B


#1

in questo articolo pubblicato sul sito AviationWeek.com, la notizia che la Boeing sta studiando lo sviluppo di un nuovo veicolo spaziale derivato dal veicolo di test X-37B, destinato al trasporto di carichi utili e/o equipaggi umani verso la ISS e in LEO.

questo nuovo veicolo verrebbe realizzato come una copia ingrandita dello X-37B per un fattore di scala del 165%, portandone la lunghezza da 29 piedi (8,84 m) a 47 piedi (14,33 m).

verrebbe realizzata per prima la versione cargo e successivamente la versione destinata al trasporto di equipaggi umani che, in un piano a lungo termine, andrebbe a sostituire la capsula CST-100 attualmente in sviluppo da parte della Boeing all’interno del programma CCDev.


#2

Chissà perché questa notizia non mi sorprende affatto…


#3

Non mi sorprende!
E soprattutto mi rallegra parecchio… gli spazioplani sono tutt’altro che morti con la fine di STS…


#4

Evidentemetne alla Boeing si rendono conto che, nel lungo periodo, una capsula concettualmente superata come la CST-100 (e con due concorrenti ben avviati come Orion e Dragon) non può rappresentare un “asset” industriale.

D’altra parte sarebbe da pazzi non riutilizzare il know-how guadagnato con il programma X-37B in versioni a scala maggiorata con capacità cargo/manned.


#5

… neanche a me… mi sorprenderebbe però vederlo volare realmente nel prossimo futuro… di studi sono pieni i libri, vedremo se arriverà a qualche cosa di operativo.


#6

Ottima notizia!!! Questo vuol forse dire che la loro capsula CST-100 non sia il massimo delle aspettative???


#7

No, semplicemente la CST-100 è quello che serve per quello cui è destinata, un mezzo disponibile dal 2015 per l’accesso in LEO e a costi concorrenziali… cosa che questa futura eventuale evoluzione dell’X-37B non è e non sarà (sicuramente in tempi brevi).


#8

In questo mi associo, in tempi brevi dubito fortemente. comunque sia, se riusciranno nel progetto, sarà un bel velivolo con grandi potenzialità.


#9

Come gia’ discusso altrove i principali motivi che mi vengono in mente per preferire uno spazioplano sono estetici e militari…

Fanno bene a non dissipare il know how, ma per portare la gente su e giu’ le capsule blunt body penso che siano meno costose e, non dimentichiamo, meno pericolose… il rientro e’ meno critico.


#10

Ma con le capsule non hai il crossrange, cosa che c’è con uno spazioplano.