Braccio robotico per missioni lunari, siglato un contratto


#1

La società Canadese Engineering Services Inc. (ESI), basata a Toronto, ha annunciato di avere sottoscritto con l’Agenzia Spaziale CSA, un contratto del valore di 3 milioni di Dollari Canadesi per sviluppare le tecnologie relative al prototipo di un braccio robotico da utilizzarsi per future missioni lunari.

Una opzione per altri 500 mila Dollari Canadesi prevede lo sviluppo di una seconda unità dello stesso.

Il nuovo braccio robotico è denominato Planetary Medium Manipulator (PMM).

Esso viene descritto in grado di compiere complesse operazioni sul suolo lunare, comprese operazioni di manutenzione autonome nei confronti di altri meccanismi robotici.

La società di Toronto ha già in fase di sviluppo un piccolo rover lunare e un piccolo braccio robotico, sempre per l’Agenzia Spaziale Canadese CSA.

Fonte: Spaceref


#2

Molto interessante questa feature richiesta, credo sia un passo necessario per le future basi, ma anche per certe attrezzature “terrestri”.

Ma la CSA ha in opera un programma lunare così articolato?


#3

La CSA ha sviluppato i bracci robotici per lo shuttle e per la ISS.
Sicuramente essa pensa ai prodotti da proporre per i futuri programmi internazionali.


#4

secondo voi è possibile telecontrollare efficacemente un braccio robotico con 3 secondi di lag?


#5

Con le opportune distinzioni, lo fanno su Marte con ben più di 3 secondi di lag.
Molto probabilmente non sarà un semplice telecontrollo da Terra, magari lo si potrà fare da rover lunari, basi lunari, mezzi in orbita oppure con azioni programmate e una semplice intelligenza artificiale per gestire un ventaglio di “eventi” possibili


#6

Sarebbe interessante sapere quanto peso può spostare


#7

vabbe’, ma io mi chiedevo se si potrebbe pensare di usare bracci telecontrollati invece di mandare persone sulla Luna.


#8

Nulla lo vieta!
Basta farci la mano…mi ricordo quando giocavo a qualche simulazione di volo su un vecchio 8088… avevo anche più di 3 secondi di lag, ma ci riuscivo lo stesso.
Si può fare secondo me, ma diventa molto rischioso utilizzarlo per autoriparazione o su “ambienti” con risposta veloce. Rischioso per il braccio e per l’ambiente, quindi secondo me si opterà per uno degli altri scenari che ho citato prima. IMHO


#9

Braccia robotiche Canadesi?
Beh direi una sicurezza.