Cancellata la visita di Rogozin negli USA


#1

E’ in corso una piccola crisi tra NASA e Roscosmos.

Nell’ottobre scorso, quando Bridenstine aveva incontrato Rogozin in Russia, l’amministratore NASA aveva invitato il suo collega di Roscosmos negli Stati Uniti nel prossimo febbraio.
Tuttavia l’idea di sospendere temporaneamente le sanzioni contro la Russia comminate a seguito dell’annessione della Crimea (che bandiscono Rogozin, allora membro del governo russo, dagli USA) ha suscitato reazioni politiche contrarie piuttosto decise, specialmente nel Senato (2 gennaio).

Si veda qui: https://www.politico.com/story/2019/01/01/nasa-sanctioned-russian-nationalist-1076621

Successivamente (4 gennaio) la NASA ha dichiarato che la vista è stata rinviata a data da destinarsi, affermando di aver informato l’agenzia russa. Tuttavia Roscosmos sostiene che non c’è stato alcun colloquio in merito tra Rogozin e Bridenstine e che non è giunta all’agenzia russa nessuna conferma ufficiale del rinvio.

https://tass.ru/kosmos/5975496

In un comunicato pubblicato il 5 gennaio sul sito di Roscosmos si legge:

Roscosmos sta aspettando spiegazioni ufficiali sulla posizione della NASA in merito all’organizzazione della visita di ritorno della delegazione russa negli Stati Uniti in conformità con l’invito ricevuto in precedenza.

La preparazione della posizione negoziale della corporazione statale per la cooperazione delle parti sui programmi della Stazione Spaziale Internazionale e di esplorazione dello spazio profondo non è stata ancora sospesa.

https://www.roscosmos.ru/25911/

http://tass.com/science/1038995

È strano per noi che i colleghi della NASA comunichino con noi attraverso i media e non direttamente. Inoltre, crediamo che Jim Bridenstine possa contattare personalmente il capo di Roscosmos […]

ha dichiarato alla TASS Vladimir Ustimenko, capo ufficio stampa di Roscosmos

https://tass.ru/kosmos/5977418

Non sembra complessivamente una bellissima figura per Brindenstine…

In merito c’è anche un articolo di Jeff Foust:


#2

Grazie per. Il riassunto. Avevo letto solo il tweet di Roscosmos senza approfondire.


#3

Mi sembra uno po’ troppo presto per fare “i duri”, visto che per qualche anno dipendono ancora dai Russi.

Guarda caso i senatori e deputati coinvolti sono tutti Democratici, fanni politica interna anti-Trump…


#4

La visita di Rogozin, inizialmente sospesa, è stata del tutto cancellata (Si sapeva già ieri, ma non avevo letto tutti gli aggiornamenti). Lo ha detto lo stesso Brindenstine in un’intervista del 5 gennaio al Washington Post:

Numerosi senatori hanno suggerito che questa [visita] non era una buona idea. Perciò, assecondando la posizione dei senatori, ho revocato l’invito.

https://www.washingtonpost.com/technology/2019/01/05/nasa-administrator-rescinds-invitation-russian-counterpart-after-backlash-capitol-hill/?noredirect=on&utm_term=.d5ebd1bb75c0

https://tass.ru/kosmos/5977115

L’intervista non chiarisce se l’Amministratore NASA abbia o meno parlato con Rogozin.


#5

Un piccolo aggiornamento.

Dal momento che media russi avevano parlato di ritorsioni di Roscomos contro la NASA a seguito della cancellazione della visita di Rogozin, Ustimenko è intervenuto per chiarire che al momento non c’è nulla di deciso:

Roskosmos non prenderà alcuna misura contro la NASA in questo momento e deciderà come continuare in futuro le relazioni con l’agenzia aerospaziale statunitense solo dopo aver ricevuto documenti ufficiali dalla NASA sull’annullamento della visita del suo capo Dmitry Rogozin negli Stati Uniti.

https://tass.ru/kosmos/5981603

Probabilmente questi chiarimenti ci saranno, dal momento che è stato annunciato un incontro in teleconferenza dei responsabili delle relazioni estere delle due agenzie: El Condes della NASA e Savelyev di Roscomos (il tema dell’incontro non è stato ufficialmente dichiarato).

https://tass.ru/kosmos/5981855

Dal canto su Rogozin, in un’intervista a Russia24, fa il superiore, riconducendo l’incidente a un problema interno USA:

Comprendiamo che questa situazione rientra nella lotta tra Congresso e Trump e in questo caso particolare la NASA è stata vittima di questa lotta, perché conosciamo l’atteggiamento dei nostri partner, che sono in linea di principio a favore dello sviluppo della cooperazione con la Russia.

Però ha lanciato una “frecciatina”

Siamo interessati a lavorare con gli americani, ma vorremmo vederli come partner prevedibili.

https://tass.ru/kosmos/5982680


#6

Il 10 gennaio sul sito di Roscosmos è apparsa una lunga intervista a Rogozin, inizialmente pubblicata da RKB. Gli argomenti sono prevalentemente di carattere interno e la questione della vista negli USA è toccata solo in un battuta nei termini già chiariti in precedenza: si è trattato di un problema politico tra Trump e il Congresso, la NASA è una vittima. Continueremo a collaborare, anche se occorre affidabilità.

https://www.roscosmos.ru/25914/

L’11 gennaio l’ufficio stampa di Roscosmos ha dato finalmente notizia dell’arrivo dell’attesa lettera in cui Brindenstine annulla ufficialmente l’invito.

https://tass.ru/kosmos/5990377

Ora tutto potrebbe essere concluso pacificamente, salvo che Rogozin nell’intervista di cui sopra ha detto di essere pronto ad incontrarsi con il suo omologo NASA anche in Russia, mentre, per tutta risposta, il portavoce della NASA, Megan Powers, ha riferito a un corrispondente della TASS che Brindenstine non prevede di viaggiare all’estero, Russia compresa, nel prossimo futuro.

https://tass.ru/kosmos/5987570


#7

La conversazione telefonica del capo di Roscskossa Dmitry Rogozin con il capo della NASA Jim Bridenstein

Il direttore generale della società di stato “Roscsmos” Dmitry Rogozin e l’amministratore della NASA Jim Bridenstein il 14 gennaio 2019 ha tenuto una teleconferenza e discusso di ulteriore cooperazione nel campo dell’esplorazione dello spazio, così come la prospettiva della riunione.

Durante la conversazione Dmitry Rogozin e Jim Bridenstein hanno sottolineato che Roscskis e NASA sono dedicati all’esplorazione congiunta dello spazio. Hanno deciso di continuare la loro cooperazione, sia sul programma della stazione spaziale internazionale che sui progetti lunari, così come su altre missioni spaziali lontane di esplorazione.

Dmitry Rogozin ha invitato il capo della NASA nei prossimi mesi per visitare la Russia o cosmodromo per discutere personalmente le questioni accumulate. Jim Bridenstein confermato la sua disponibilità a venire in una visita di lavoro.

https://www.roscosmos.ru/25926/


#8

Ecco l’audio della telefonata, in cui si sente Dmitri chiedere rassicurazioni al suo parigrado statunitense…