Chang'e-2 verso la Luna


#1

E’ partita regolarmente oggi la seconda missione Lunare Cinese.

Dallo Xichang Space Launch Center, Pad-2, il razzo vettore Long March-3C (CZ-3C) è decollato alle 12,59:57 CEST, immettendo in seguito la sonda Chang’e-2 in un’ orbita ellittica di 200 x 380000 km, traiettoria che la porterà in seguito nei pressi della Luna.

I responsabili Cinesi hanno dichiarato il successo del lancio dopo il corretto dispiegamento dei pannelli solari, che hanno iniziato a fornire l’energia elettrica.

Tra cinque giorni è previsto che la sonda si immetta in orbita selenocentrica, seguita poi da correzioni orbitali che permetteranno a Chang’e-2 di sorvolare il suolo a circa 100 km di altezza.

L’Agenzia Spaziale Europea ESA fornisce ai Cinesi assistenza per quanto riguarda il tracciamento ed il controllo della traiettoria.

La missione di telerilevamento, mediante una fotocamera con risoluzione di 10 metri, durerà per un periodo minimo di sei mesi.

In seguito, con una apposita manovra, Chang’e-2 sorvolerà ad una altezza di 15 km il sito previsto per l’allunaggio della futura sonda Chang’-3, riprendendo il suolo con una risoluzione di 1,5 metri.

La durata della missione sarà probabilmente estesa, in accordo comunque alle condizioni della sonda.

Fonte: Xinhua


#2

Video:


#3

Bene, bene!

Una buona notizia!


#4

Avete idea dove si trovi la zona scelta per la futura sonda?


#5

Da: http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=1&ved=0CB8QFjAA&url=http%3A%2F%2Fen.wikipedia.org%2Fwiki%2FChang’e_3&ei=XwWnTJKJOsuCswblmr2-DA&usg=AFQjCNH7J5PthhJ6QIZVHeKor6aeqbitpA

Zona Sinus Iridium.


#6

Come al solito precisissimo.
Grazie Faustod


#7

Ma un orbita ellittica 200 x 380000 km la porta direttamente sulla luna! Non ho fatto i calcoli ma un immissione diretta su un orbita così credo abbia un delta E molto elevato rispetto a dei trasferimenti di orbita come quelli utilizzati per gli Apollo. Sbaglio?

Ciao
Raffaele


#8

“Fortunati” gli abitanti di questo villaggio che la notte del lancio si sono visti recapitare il fairing del CZ-3C.





#9

Molto fortunati visto che sembra non aver colpito nessuno!!


#10

ma quindi le due metà sono cadute vicine!


#11

E’ vero, non ci avevo mai pensato…ma la Cina non lancia in direzione di un mare come fanno tutti (tranne i russi che hanno le steppe)…giusto?

E come fanno per gli SRB? :nerd: :astonished:


#12

Gli SRB di STS cadono nell’Atlantico e vengono recuperati con 2 apposite navi


#13

Cosa sono quelle specie di “bolle” sull’esterno? Effetti della bassa pressione in quota?

(…e noi a farci problemi per un pacchettino da 800 grammi di polistirolo.)


#14

No dicevo, i razzi a combustibile solido di vettori cinesi…quelli solitamente rientrano integri, e se cadono in testa a qualcuno non deve essere molto divertente :face_with_head_bandage:


#15

Beh, il fairing si apre quando non c’e’ praticamente più drag atmosferico (è a riparare il payload da quello che serve) quindi il suo rientro… si becca tutto il calore di un qualsiasi rientro atmosferico, le bolle sulla vernice si saranno create con la degasificazione dovuta alle elevate temperature del polimero…

Ma che botta devono aver dato perterra senza paracadute? e pensa alla casetta che si vede li vicino… speriamo che dal prossimo lancio prendano provvedimenti anche se loro sono qualche miliardo…

ciao

Raffaele

P.S. Off Topic.

fa sempre parte dei diritti umani non morire per un fairing che ti disintegra la casa mentre dormi?


#16

ipotizzo li recuperino anche loro, anche perchè salgono per circa soli 2 minuti… rientreranno col paracadute.

ciao

Raffaele


#17

I boosters laterali dei vettori Cinesi, CZ-2E, CZ-2F, CZ-3B e CZ-3C sono a propellente liquido.


#18

Grazie Faustod! Molto interessante questa loro preferenza.
Resta comunque il problema, poichè devono ricadere anche quelli a propellente liquido…


#19

Questa mattina la sonda Chang’e-2 ha acceso i propulsori permettendo l’immissione in un’orbita lunare di circa 12 ore.
Prossimamente sono previte altre due accensioni per correggere l’orbita.


#20

Chang’e-2 ha effettuato la seconda accensione dei motori per correggere l’orbita lunare.
http://news.xinhuanet.com/english2010/sci/2010-10/08/c_13547437.htm