cinquantesimo della prima EVA


#1

giusto cinquant’anni fa oggi, il 18 marzo 1965 veniva effettuata la prima “passeggiata” spaziale della storia nel corso della missione VOSHOD 2. lanciata dal cosmodromo sovietico di Baikonur la “nave spaziale cosmica” (come venne annunciato da Radio Mosca) portava nello spazio in orbita intorno alla Terra due cosmonauti, uno dei due Alexey Leonov (l’altro era il comandante Pavel Belyavev) uscì dalla VOSHOD per la prima volta nella storia effettuando una escursione di circa dieci minuti collegato solo ad una sorta di cordone ombelicale!



#2

…ecco il momento storico! l’ultimo vero primato sovietico prima del sorpasso americano con il programma GEMINI!



#3

Che strano vedere oggi un razzo con un bozzo laterale sul fairing. Sotto quella prominenza era ripiegato l’airlock destinato ad essere espulso dopo l’uso. Tale apparato era necessario perché l’avionica del vicolo era raffreddata ad aria ed una depressurizzazione in orbita avrebbe causato un surriscaldamento.

Praticamente il primo modulo gonfiabile abitato (anche se per poco tempo) 50 prima del BEAM (ovviamente era usa-e-getta, e il paragone non vuole spingersi oltre).



#4

dimentichi i primi atterraggi morbidi sulla Luna, su Marte e su Venere, i primi satelliti artificiali della Luna e di Venere, la prima missione di circumnavigazione della Luna e ne sto di sicuro dimenticando altri…


#5

Lo Smithsonian celebra l’anniversario con il sito Outside the spacecraft


#6

Quì A COLORI la prima EVA,e sotto per comparazione,la prima EVA Americana:
Guardatele contemporaneamente attivando i video da entrambe le finestrelle:
SPETTACOLO!
Che anno formidabile quel 1965!!



#7

non li ho dimenticati, ho errato non specificando che parlavo di missioni umane.


#8

Che spettacolo il video di Leonov a colori :nerd:


#9

Grazie mille Lunakhod, anche se qualche primo della classe da sempre noto in questo forum per la sua innata simpatia deve sempre fare la sua lezioncina, il tuo post è doveroso per ricordare il primo mezzo secolo di EVA. :slight_smile:


#10

consiglio la lettura di un articolo dell’amico Paolo Attivissimo su quello storico giorno.


#11

una preziosa “reliquia” di ormai 50 anni fa: 1965/03/19 quotidiano “Il Giorno”



#12

Per molti anni, nell’era pre-Internet, l’unica immagine della EVA è stata quella pubblicata da il Giorno, una foto di un monitor televisivo del controllo missione. Nei libri sullo spazio appariva solo quella.


#13

Chissà perchè poi!
Mi chiedo per quale motivo i Sovietici non abbiano fatto girare fin da subito immagini migliori,visto che avevano addirittura un video a colori di buona definizione.
In fondo lo scopo principale di quella rischiosa missione era battere sul tempo gli Amercani e realizzare un nuovo record per la loro propaganda.
Perchè quindi far pubblicare solo quelle pochissime fantasmatiche foto?


#14

altro documento: La Stampa del 19 marzo 1965



#15

In quel filmato si vedono bene diversi dettagli tecnici della tuta di Leonov che forse i sovietici preferivamo mantenere segreti.


#16

Si è possibile;sicuramente la loro ossessione per i segreti è una spiegazione.
Ma dubito molto che gli Americani avrebbero copiata.


#17

Non credo che fosse solo un problema di copiare. Mostrare i dettagli della tuta avrebbe consentito agli americani di valutare lo stato e le capacità della tecnologia sovietica.


#18

mi sono guardato anche il video su Leonov per intero, non ho capito un “tubo” di quello che diceva perchè non conosco il russo, ma il filmato è interessante lo stesso. :ok_hand:


#19

dal mio archivio. la copertina del settimanale EPOCA di cinquanta anni fa: 1965.



#20

Una tuta a prova di radiazioni…atomiche??