Da dove viene l'oro dell'universo?

Vado un po’ off-topic, sempre restando in ambito astronomico, ma la notizia mi ha sconvolto alquanto.
Potrebbe essere discreditata la teoria che gli elementi pesanti con numero atomico superiore al ferro si creino durante gli ultimi atti di un esplosione di una supernova.
Da uno studio recente sembra infatti che i maggiori generatori di oro, giusto per scegliere un elemento, non siano le supernovae ma le stelle di neutroni, che generano una nuvola di metalli quando si scontrano tra di loro.

Lo studio è possibile solo ai giorni nostri, da quando esistono rilevatori di onde gravitazionali.

Perché sono sconvolto? Questo della supernova era il mio cavallo di battaglia quando spiegavo l’importanza della ricerca fine a se stessa e come tassello di un quadro più grande, in particolare quando fornivo l’esempio di Alvarez e di come è riuscito, in tutta la sua vita e con l’aiuto di moltissimi altri ricercatori di discipline diverse, astrofici e paleontologi, ad arrivare alla teoria dell’impatto catastrofico per l’estinzione dei dinosauri.

La storia è molto significativa e potete trovarla qui:
https://undsci.berkeley.edu/lessons/pdfs/alvarez_woflow.pdf
è molto bella anche l’ultima mind map sui percorsi sbagliati che spesso la scienza intraprende.

Comunque quello della supernova era un tassello fondamentale in questo racconto, ora lo dovrò tagliare o giustificare con un errore di valutazione che comunque ha portato al risultato giusto. Non so se posso sostituire la stella di neutroni alla supernova nella storia, il suo plutonio potrebbe arrivare più tardi (non è ancora chiaro) e decadere prima.

11 Mi Piace

Molto interessante. Da parte mia mi chiedo da tanto se non sia stato possibile che un evento solare avesse spazzato via l’atmosfera, salvaguardando la vita negli oceani ma seccando piante e animali fuori. Peraltro l’assenza o scarsità di ossigeno potrebbe aver contribuito a preservare tutto il carbonio che ora abbiamo nei nostri serbatoi

1 Mi Piace