Dalle scorie nucleari l’energia per le sonde ESA?


#1

#2

Che cifre sarebbero necessarie per avviare e realizzare il progetto?


#3

E’ sicuramente un bel progetto al di là delle cifre necessarie, spero si continui


#4

BBC non ne parla, si concentra maggiormente sulle possibili ricadute economiche ed occupazionali (una cinquantina di addetti…). In ogni caso, al NNL sono fiduciosi che, una volta partito, il progetto sarebbe economicamente in attivo.


#5

La separazione chimica dell’americio è talmente complessa che chi lo isolò per primo voleva chiamarlo “delirium”, mentre il nickname del Curio (Curium) era “pandemonium”.
Spero che i chimici di Sellafield abbiano trovato qualche trucco per rendere economico il processo… l’americio è disponibile in elevate quantità nelle scorie dei reattori, che proprio là vengono riprocessate.
Sellafield comunque suscita brutti ricordi… cercate “Windscale incident”, e diffidate dei reattori con nucleo in grafite.


#6

Qui un documento con maggiori info sul progetto:
http://www2.le.ac.uk/departments/physics/research/earth-observation-science/next50years/documents/next50-session4-ambrosi.pdf/


#7

Non riesco a scaricarlo… mi arriva un .pdf.part, ma non chiude il download


#8

Puoi leggere il documento online qui.


#9

Makes sense… per me l’indirizzo del pdf è http://www2.le.ac.uk/departments/physics/research/earth-observation-science/next50years/documents/next50-session4-ambrosi.pdf
E’ già da un bel pò che ci lavorano. Speriamo che continuino a trovare i fondi.


#10

Molto interessante. In USA sono anni che parlano di progetti del genere, quindi credo che tecnicamente la cosa sia fattibile, ma i finanziamenti non ci sono mai stati.
Il punto è sempre lo stesso: convincere chi di dovere che invece di finanziare l’ennesimo festival musicale o cinematografico bisognerebbe mettere i soldi in cose come queste :wink:


#11

Una volta tanto non sono d’accordo con te! Per me il punto non e’ questo, non e’ mettere i soldi nell’ennesimo festival o in qualcos’altro… il punto per me e’ non far sparire i soldi o metterseli in tasca, in questo modo, penso proprio ci sarebbero soldi per tutto, e avremmo tutti piu’ lavoro, dall’ingegnere aerospaziale, al musicista, all’attore, all’istruttore di subacquea! :slight_smile:

Ciao
by Regulus