Delta II - JPSS-1

delta-ii

#21

Nessun natante o aereo questo giro. Range safety hold ha significato che a causa dei venti molto forti in quota alcuni pezzi del razzo che si staccano come previsto durante l’ascesa potevano cadere sulla terraferma anziché in mare.


#22

Ahh ok, grazie [emoji3]
Allora tengo buona la domanda per il prossimo Capitan Findus che incontriamo.


#23

mi mancherà il “verdone”


#24

Il lancio è ora fissato per sabato mattina alle 4:47 EST che dovrebbero essere le 10:47 in Italia.


#25

La timeline, sempre se il T-0 rimane alle 10:47:03.



#26

Diretta NASATV dalle 10.15. (https://twitter.com/NASA/status/931204371987255297)

Nel frattempo godiamoci qualche immagine del “verdone” Sono scatti del 13 novembre.

Galleria completa: https://www.flickr.com/photos/nasakennedy/albums/72157667558911056/with/38378137252/


#27

Meteo 100% Go.


#28

Altre suggestive immagini.

http://www.ulalaunch.com/file-library.aspx?launchEventID=288


#29

Timeline aggiornata con il liftoff alle 10:47:36.



#30

che bello che è :slight_smile:


#31

Decollo e MECO nominali.

Accensione del secondo stadio regolare.


#32

Eccolo


#33

E questo è il MECO (qualcuno sa come è stata fatta questa ripresa?)


#34

La prima accensione del secondo stadio è terminata quando il veicolo aveva raggiunto un’orbita di circa 864x185 km. La successiva accensione tra mezza orbita, per circolarizzare. :smiley:


#35

Una ripresa nell’infrarosso da un aereo?


#36

Al momento del secondo spegnimento, JPSS-1 aveva raggiunto un orbita di 811x826 km con un’inclinazione di 98,7.


#37

Separazione di JPSS-1 confermata! :smiley:


#38

Foto del lancio by ULA (un po’ nebbiose)

Gallery: http://www.ulalaunch.com/file-library.aspx?launchEventID=288


#39

Come risultava dalla timeline di astronautiCAST (ragazzi, io mi confondo facilmente, perché mi contate le ri-accensioni invece che le accensioni? E perché gli spegnimenti e non i ri-spegnimenti? :stuck_out_tongue_winking_eye:)…

…la missione del Delta II non finiva con il rilascio del satellite JPSS-1. Una terza accensione (=seconda riaccensione) ha portato il secondo stadio ad un’orbita più bassa (450 x 812 Km) dove sono stati rilasciati 5 cubesat. Quali? Eccoli:

  • MiRaTA (Microwave Radiometer Technology Acceleration) - Cubesat 3U - USA - Dimostratore tecnologico NASA/MIT per un sistema di rilevazione meteorologica.

  • Buccaneer RRM (Buccaneer Risk Mitigation Mission) - Cubesat 3U - Australia - Dimostratore di un sistema di calibrazione per il Jindalee Operational Radar Network (JORN), sistema radar militare australiano.

  • EagleSat - Cubesat 1U - USA - Nanosatellite “educativo” della Embry-Riddle Aeronautical University.

  • RadFxSat (Radiation Effects Satellite) + Fox 1B - Cubesat 1U - USA - Esperimento sugli effetti delle radiazioni sui componenti elettronici della Vanderbilt University + Transponder analogico FM per dati digitali fino a 9600 bps a cura di AMSAT (altri dettagli qui oppure chiedete a Zio IK1ODO).

  • MakerSat 0 - Cubesat 1U - USA - Dimostratore della Northwest Nazarene University per un nanosatellite a scopi educativi e commerciali realizzato con stampa 3D.

Dopo il deployment dei satelliti, c’è stata una quarta accensione (o terza riaccensione :stuck_out_tongue_winking_eye:) per deorbitare il secondo stadio.


#40

Video del lancio.

E highlights.