Dragon V2 su Marte nel 2018 ???


#1

La pagina ufficiale di Space X ha appena sganciato “la bomba”: nel 2018 SpaceX invierà una Dragon V2 (“Red Dragon”) in discesa su Marte come test per future altre missioni “dimostrative” che verranno poi annunciate entro la fine di quest’anno.

Chiaramente senza equipaggio, dato anche che la Dragon verrà inviata da sola senza habitat.

Non è il 1° aprile, vero ? se Musk fà sul serio, ci sarà da divertirsi …


#2

Da un lato sarebbe interessante però, tenendo conto che il falcon Heavy non ha ancora volato e la stessa cosa dicesi per la capsula Dragon V2…staremo a vedere!


#3

Beh, la Dragon V2 cmq fra la fine di quest’anno ed il 2017 avrà diversi test, se non erro.

Quanto al Falcon Heavy, per il 2018 dovrebbe e potrebbe essere pronto.


#4

Intanto godiamoci i rendering.


#5

Venghino 'siori venghino! Meraviglie e pachidermi, la donna barbuta e l’uomo gigante venghino!
…sarebbe cosa utile se per il 2018 riuscissero a mandare una Dragon sulla ISS visto che hanno un contratto da onorare…


#6

Ma il falcon heavy non doveva essere operativo per la fine di quest’anno?


#7

Specchietti per gli investitori :wink: pardon, le proverbiali allodole. nulla di male e/o di strano, per carità

Inviato da Huawei P8 via Tapatalk


#8

Quindi perderebbe una Dragon? Perché cosi non ha alcun carico nè pagante nè scuentifico. Poteva dire che la mandava su un qualsiasi altro pianeta.
IMHO


#9

Musk usa il plurale


#10

Ok perdere più di una Dragon


#11

Di sicuro ci sarà carico scientifico.


#12

NASA non sarà estranea alla missione.

https://blogs.nasa.gov/newman/2016/04/27/exploring-together/


#13

Altri rendering by SpaceX.


#14

La formalizzazione dell’accordo.


#15

In un primo momento non nego di essere stato un pò spiazzato anchio dalla notizia.

Non tanto nel merito, quanto in effetti nei tempi.

Poi ok, facciamo anche un’annetto di ritardo … 2019 … ma insomma, siamo dietro l’angolo …

Capisco anche certi scetticismi ed in parte anche le battute, però oh … questi intanto nel giro di 4 anni sono passati dal Grasshoper che si alza di 25 mt al far atterrare un primo stadio al rientro da 100km di altezza.

Io aspetterei news maggiori prima di dire che come sempre c’è solo un gran lavoro di public relations.

E come dimostrano i link sopra, la NASA è coinvolta.

Poi a settembre avremo maggiori news, come notorio.


#16

Non c’è un ritardetto di un anno, la finestra per marte c’è ogni 26 mesi, e la prossima è marzo aprile 2018.


#17

Per le missioni interplanetarie è più complicato. Per Marte per esempio se non sfrutti la finestra di lancio giusta, che dura poche settimane, devi rimandare all’opposizione successiva, cioè di due anni.


#18

Eh si, vero.

Quindi proprio 2018 o alla meno peggio 2020.


#19

Facciamo 2022 e non se ne parla più :grin:

Dico forse una sciocchezza: potrebbe essere un modo per impiegare una V2 usata per i test, opportunamente riempita di sensori, ed uno dei tanti primi stadi recuperati…


#20

Ogni tanto è consuetudine in campo aerospaziale che i CEO diano notizie un po’ ottimistiche (diciamo cosi), questa volta mi sembra che sua fuori da ogni realtà.