Dubbi sull'università di Pisa, facoltà: ingegneria aerospaziale


#1

Salve a tutti,
Io frequento il terzo anno superiore, in un’istituto tecnico, sono nel settore CAT (Costruzione, Ambiente e Territorio) e ho un sogno nel cassetto, ovvero quello di lavorare alla ESA come ingegnere aerospaziale, la mia prima idea è stata di andare all’università di Pisa ma ho sentito dire che frequentare un’università all’estero da più opportunità e vorrei dare un’occhiata al vostro parere, per l’Inglese non credo di avere problemi, è forse la materia che più preferisco e sono stato selezionato tra i primi 6 nel mio istituto per partecipare a un progetto Erasmus,che mi ha dato l’opportunità di andare in Spagna questo Novembre. Avrei un’altro dubbio, ho guardato tra le materie e come giusto che sia, la fisica c’è, io purtroppo, fisica non la ho più, l’ho avuta la biennio e poi basta ma premetto che mi piace molto come materia ed avevo ottimi risultati e qui mi sorge una domanda, so di trovare qualche difficoltà in più rispetto a chi l’ha fatta per 5 anni ma all’università danno per scontato che alcuni argomenti tu li debba sapere? Infine vorrei sapere se pur non avendo fatto un liceo, avrei delle possibilità, come facoltà ne sono affascinato e darò tutto me stesso per farcela.
Vi ringrazio in anticipo e vi auguro una buona giornata.
P. S. Scusate se ho fatto qualche errore grammaticale


#2

Ciao Samidare,
molte delle tue domande trovano risposta in molteplici discussioni precedenti che trovi qui, nella categoria Area Studenti, dove ho spostato il tuo messaggio.
In sostanza posso dirti che i corsi universitari danno per scontato una cultura matematica di base, ma che per assicurarti di arrivare preparato oltre che seguire le normali lezioni a scuola puoi trovare vari testi e corsi preparatori, anche gratis, per rinfrescare vecchi concetti e consolidare quello che ti manca.
In sostanza, lavorando sodo non ci sono particolari motivi per non riuscire, anche se all’inizio dovrai avere la costanza e la pazienza di superare pigrizia e frustrazione per i concetti più complessi.
Non venire da un liceo potrebbe costarti ore di studio extra, ma puoi iniziare a lavorarci già oggi magari chiedendo a qualche studente di aerospaziale o cercando libri di testo/dispense che ti aiutino a capire il livello atteso, cercando di imparare bene il programma della tua scuola prima, e di colmare le eventuali lacune con qualche studio extra.
Non è necessario studiare all’estero per lavorare in ESA, ma fare esperienze anche all’estero che includano praticantati arricchisce te come persona e il tuo curriculum di conseguenza. Varie università italiane hanno eccellenti corsi di Aerospaziale, guardati in giro nella categoria per farti un’idea.
L’inglese scolastico in genere, anche se ben fatto, è solo un punto di partenza. Per essere fluente serve parlarlo e capirlo bene esercitandosi a usarlo il più possibile. Ti consiglio di integrare lo studio con serie Tv e documentari guardati costantemente in lingua inglese.
Poi naturalmente esiste il vocabolario tecnico, che si acquisice sempre con libri o documentari in lingua originale.

Infine, se le risposte ai tuoi messaggi tardano ad arrivare, lasciare messaggi in altre discussioni per incoraggiarle non aiuta, anzi, è una forma di spam che non fa una buona impressione :slight_smile:
Buona lettura!


#3

Ciao Marco,
Inizio con il ringraziarti per tutti i consigli che mi hau dato e chiedo scusa a tutti per il mio comportamento, sono nuovo in questo forum e ho già dato una brutta impressione, scusate!