E’ ufficiale, la Russia ridurrà il numero dei propri cosmonauti sulla ISS

Se si va avanti di questo passo il nuovo modulo MLM non vedrà mai lo spazio e, conseguentemente, i cosmonauti rimarranno sempre due. Per quel che riguarda gli americani, visti i costi sempre lievitanti per i seggiolini sulle capsule Soyuz, dubito fortemente che ne prenderanno altri.

L’unica speranza è che qualche altro stato membro si interessi all’acquisto ma non saranno certo i cinesi visto che attualmente sono impegnati con la loro nuova stazione spaziale.

La riduzione degli equipaggi avverrà quindi già dal prossimo mese di marzo, come confermato dall’ex cosmonauta Sergei Krikalev a capo dei programmi con equipaggio russi.

Non avevo capito che iniziassero così presto! :astonished:

Là fuori,nel mondo esterno,ci sono brutti segnali.
Le relazioni con tra Russia e America peggiorano sempre più,ed ancor più peggioreranno dopo la sicura vittoria di Hillary Clinton.
Io temo che il programma ISS non possa sopravvivere ad una seria gelata.

Io non credo che questo dipenda dalla situazione politica internazionale.

I Russi da sempre hanno avuto sulla ISS più cosmonauti che cose da fare. La sezione russa è molto meno dedita ad esperimenti scientifici di quella USOS. Se gli occidentali hanno sempre avuto problemi per il poco crew time, i Russi hanno sempre avuto il problema opposto.

Si è provato a mitigare il problema usando cosmonauti per attività nell’USOS, ma la cosa è tutt’altro che facile per tutta una serie di ragioni.

Probabilmente siamo arrivati a quel punto in cui per l’agenzia Russa il gioco non vale più la candela, e forse a loro conviene fare cassa vendendo quel seggiolino Soyuz piuttosto che cercare di vendere esperimenti spaziali che in pochi vogliono finanziare…

Penso anch’io sia un problema più che altro economico. Comunque non un buon segno per il programma spaziale russo.
Vediamo se ce la fanno a venirne fuori.

Probabilmente è così,ma ricordiamoci che l’astronautica non vive (purtroppo) in una bolla separata.
Ci sono brutti segnali (oggi l’ultimo riportato dal Corriere della Sera" è costituito dall’istallazione di nuovi missili Iskander che potrebbero raggiungere Berlino).
Il prossimo Presidente (al 99% la Clinton) è per le maniere forti verso Mosca.
Se la situazione peggiora dubito che una collaborazione internazionale di questo tipo non ne risenta.

E che una possibile ritorsione sia la chiusura dei seggiolini Sojuz. Anche se antieconomica per la Russia congelerebbe ISS per un anno e mezzo circa

Altra questione: se d’ora in avanti ci sarà solo un russo per Soyuz, ad ogni lancio ci dovrà essere un vicecomandante non russo che sia completamente addestrato a guidare la capsula: ergo serve tempo extra (e immagino non poco) di addestramento pre-lancio.

Tra parentesi, finora nei casi di equipaggi con un solo russo, si sa con che criteri veniva scelto il vicecomandante? Forse vengono preferiti gli astronauti piloti? Abbiamo statistiche al riguardo? :angel: :smile:

Non dovrebbe cambiare nulla perché questo è il normale percorso di addestramento del primo ingegnere di bordo della Soyuz nel seggiolino di sinistra, per esempio i nostri Paolo Nespoli, Luca Parmitano e Samantha Cristoforetti.

Certo, intendevo solo sottolineare che i lanci con astronauta non russo nel seggiolino di sinistra finora erano uno su due. Adesso servirà avere un non russo pronto ad ogni lancio. Certo ormai ci sono parecchi addestrati non russi e sicuramente il “rinnovare la patente” richiede meno tempo che farla da zero :smile:

E intanto gli americani…
NASA has no plans to buy more Soyuz seats, and it may be too late anyway

Quindi potrebbero volare soyuz con solo 2 occupanti?

I Russi stanno facendo tagli consistenti in molti comparti comprensivo quello Spaziale, le risorse sono assorbite in altri contesti ( crisi Siriana e Crimea in primis), riarmamento, in un contesto di contrazione interna dovuta anche alle sanzioni oltre che un abbassamento del prezzo del petrolio per lunghi periodi.

Speriamo che cambi la situazione e si ritrovi una stabilità geopolitica finanziaria.

Dipende. Se i Russi invertono l’handover, ovvero lanciano la prossima soyuz prima che la precedente torni giù, potrebbero riempire il terzo seggiolino con un turista che va su e torna giù nel giro di una decina di giorni (tipo come hanno fatto per Mogensen).

Tra l’altro, se dentro le Soyuz voleranno solo cosmonauti, vedo comunque probabile questa inversione. Far scendere la soyuz precedente prima che la prossima arrivi, significherebbe lasciare la ISS abitata solo da astronauti per una decina di giorni, i quali avrebbero il pieno controllo della ISS. Non credo che questo ai russi piacerebbe molto.
Allo stesso modo probabilmente succederà per i voli americani: quasi sicuramente il volo seguente verrà lanciato prima del rientro del volo precedente, per non lasciare l’intera ISS in mano ai cosmonauti.

La cosa tra l’altro non ha solo implicazioni politiche, ma anche tecniche: i cosmonauti non conoscono “bene” l’USOS, come gli astronauti non conoscono bene il segmento russo. Significa che se a bordo per un certo periodo ci sono solo astronauti o cosmonauti, alcune anomalie potrebbero portare a risultati catastrofici…

Un’altra conseguenza che vedo è che dovranno allungare la certificazione della Soyuz, che ad oggi può stare nello spazio “solo” 6 mesi. Se invece di volare 4 Soyuz all’anno ne voleranno solo due, queste dovranno sempre stare almeno 6 mesi in orbita, e in caso di anomalie/ritardi di lancio il tempo potrebbe allungarsi di 1-2 mesi o forse anche di più…

Alla fine non ho ancora compreso con cosa intenderanno volare gli americani tra 2 anni, visto che a parte le Soyuz non c’è nulla di pronto.

E non stiamo considerando il tempo necessario per addestrare gli equipaggi ai nuovi veicoli…

Gli addestramenti sono già iniziati:



http://blogs.nasa.gov/commercialcrew/

Evidentemente sono convinti che almeno uno dei commercial crew vehicles saranno pronti in tempo… e forse questo è anche un modo per dare una sveglia a SpaceX e Boeing e far capire che non hanno più molto margine di ritardo…

Ma quale è la data entro la quale i veicoli di SpaceX e Boeing devono essere pronti e disponibili?

E aggiungerei anche questo :stuck_out_tongue_winking_eye:


:stuck_out_tongue_winking_eye: