Elon Musk accende i motori per Marte

Nuovo articolo di Gianmarco Vespia pubblicato su AstronautiNEWS.it

1 Mi Piace

I Russi contestano le affermazioni di Musk, e ieri scendeva in campo Dmitry Rogozin dandoli praticamente dell incompetente:

“Musk non è un esperto tecnico in questa materia, non capisce di cosa sta parlando, è come confrontare motori diesel e benzina”

“Voglio dire che Dio li benedica, sono fortunati a creare un motore migliore del nostro, finché ciò non accadrà, la Russia è il numero uno al Mondo in questo settore”

Precedentemente anche Levochkin affermava:

"Mr. Mask, non essendo uno specialista tecnico, non tiene conto del fatto che il motore RD-180 utilizza un circuito di carburante completamente diverso per il veicolo di lancio Atlas - “ossigeno-kerosene”, e questi sono altri parametri del motore: è come confrontare un motore a combustione interna diesel e benzina, se si considera che Energomash ha certificato il motore con una riserva del 10%, allora la pressione nella camera di combustione RD-180 è superiore 280 atmosfere. "

Fonte dati: https://www.interfax.ru/russia/651354

In parte hanno ragione, in parte no, anche Roscosmos ha le sue Rogne visto che ULA con Vulcan sostituirĂ  sia Delta sia in parte Atlas, e quindi il mercato per gli Rd-180 si abbasserĂ .

Però penso che quello sia un altro discorso Ema, mi premeva la parte “tecnica” della faccenda, i Russi hanno ragione?

:thinking:

1 Mi Piace

Hanno ragione sul fatto che il confronto non è tra due motori completamente confrontabili, e sono sicuro che questo discorso era già uscito il giorno del primo test.

Edit: ah, ma la tua fonte è proprio di febbraio.

1 Mi Piace

Quello sicuramente, per prima cosa gli Rd-180 usano Rp-1/LoX, mentre i Raptor Methane/LoX, poi il design degli Rd-180 é più “semplice”, visto che sfruttano un ciclo a generatore di Gas, ma con un ottima chamber pressure. I Raptor invece, sfruttano un ciclo ad espansione con 2 pre-burner ( uno LoX uno Methane), ed in pratica le 2 parti del motore sono strettamente legate insieme da vincoli di Pressione stessa dei propellenti, e che di fatto gli rende ben più complessi da Realizzare

1 Mi Piace

Si sono notizie di febbraio

La cronologia è questa: il 10 febbraio su twitter Musk fa la dichiarazione che il Raptor supera l’ RD-180

Il giorno dopo arriva la prima risposta di Levochkin , dopo 10 giorni quella di Rogozin.

Io ne venivo a conoscenza solo ieri sera, facevo un controllo prima di postarla nel forum ma non la vedevo, mi scuso se era stata giĂ  postata. :slightly_smiling_face:

Ma non ho capito, si stanno misurando l’uccello con la pressione in camera? :smiley:

2 Mi Piace

Il record ha solo valore statistico, non è un elemento diretto per valutare la prestazione del motore, il dato comunque è vero ed è stato usato per elogiare le caratteristiche (insomma, sì).

sull’incompetenza invece andrei coi piedi di piombo, sebbene molto personaggio, da wiki:
"

UniversitĂ 

All’età di 19 anni, Musk viene accettato alla Queen’s University a Kingston, Ontario. Nel 1992, dopo 2 anni alla Queen’s University, si trasferisce all’Università della Pennsylvania, dove all’età di 24 anni riceve una laurea (Bachelor of Science) in fisica dal College of Arts and Sciences, e una laurea in economia dalla Wharton School of Business.[19] Musk estende i suoi studi per un altro anno per finire la laurea di secondo livello.

Nel 1995, all’età di 24 anni, Musk si trasferisce in California per iniziare un dottorato in fisica applicata e scienza dei materiali alla Stanford University, ma lascia il programma dopo 2 giorni per inseguire le sue aspirazioni imprenditoriali nelle aree di internet, energia rinnovabile ed esplorazione dello spazio.[19][20] Nel 2002, è diventato cittadino degli USA.
"
…l’italianissimo “pezzo di carta” è in suo possesso, poi bisogna vedere se lo fa fruttare…:sweat_smile:

Raptor acceso 40 sec ieri in Test

(Abbiamo la sicurezza solo perché Elon ha risposto ad una domanda sul trambusto di ieri a McGregor)

Oggi Elon ha pubblicato un po’ di nuove immagini, con la Starship in primo piano:

2 Mi Piace

Sonic boom belli forti eh… Ecco la mappa

5 Mi Piace

Senza entrare nel merito della questione se i russi hanno ragione o meno, e tanto per buttare giù la mia non la hanno, l’Rd180 non è a ciclo generatore di gas ma è staged combustion, e il Raptor è full staged combustion. Dunque certamente due motori diversi ma entrambi a ciclo chiuso, per cui tutto sommato confrontabili eccome, chiaramente con il Raptor nettamente superiore. Poi certo, l’Rd180 ha gli anni di mia nonna e dunque merita tutto il rispetto del caso, ci mancherebbe…

Ha un Pre-burner che usa per fare girare le turbopompe, ma a differenza della maggioranza dei motori RP1/LoX, i gas esausti non sono buttati esternamente, ma vanno gettati Direttamente nella camera di combustione.

svg

Credit: Wikipedia
Staged combustion cycle - Wikipedia

Ritornando al confronto, a mio parere non esiste un chiaro vincitore. L’Rd 180 ormai ha raggiunto l’ apice dei motori RP1/LoX perché riesce ad essere bilanciato su tutti i fronti. Il Raptor é ancora agli albori, come sappiamo SpaceX lo rifinirà nel tempo proprio come ha fatto con i Merlin, quei 300 bar di Chamber Pressure adesso non lo abbiamo, ma chissà con le prossime versioni dove arriveremo. Il Raptor utilizzando un design ben più complesso del suo fratello Be-4, riesce ad avere un margine in più di ISP, oltre ad essere molto favorito per il riutilizzo.

1 Mi Piace