Esordio con l'imaging planetario: La Luna

#1

Dopo il deep sky ho iniziato anche a rivolgere la mia attenzione a Luna e (più avanti) ai pianeti.
Ieri sera, approfittando di una prima serata senza nuvole da quando ho comprato la camera planetaria, ho fatto un primo test sulla Luna.

La direzione dei raggi solari, per come erano disposti ieri sera, rendono ben visibili i crateri Clavius, Tycho, e tutta la zona circostante.
E’ stato molto emozionante anche la parte visuale nella quale ho utilizzato anche una barlow apocromatica 3x (non utilizzata per la foto), il seeing permetteva di vedere bene i crateri.

Attrezzatura utilizzata:
Telescopio: Skywatcher 150/750
Montatura: Celestron AVX
Camera: Zwo Asi 224 MC
Software: Autostakkert, PixInsight

Come sempre qualsiasi suggerimento dai più esperti è apprezzatissimo.

9 Likes
#2

Complimenti, :+1: molto bella.

1 Like
#3

Buona, Matteo. La ASI224MC è un’ottima camera.
Secondo il mio gusto l’elaborazione è un po’ dura, vengono fuori i bordi bianchi dei crateri che sono innaturali. Ma è normale, ho visto che quasi tutti all’inizio cercano di spremere il massimo dalla deconvoluzione (o dalle wavelets), io compreso.
Anche il contrasto è buono. Qui la scommessa è tirare su le basse luci a sinistra, mare Nubium e terminatore, senza perdere gli ejecta di Tycho :wink:

1 Like
#4

Sì, credo che l’errore sia in origine, in fase di acquisizione del video, ho impostato un po’ “a caso” e questo mi ha permesso di estrarre meno. Ma adesso inizio a studiare, avevo l’entusiasmo di provare il nuovo giochino :sweat_smile:

2 Likes
#5

in sede di ripresa controlla l’istogramma, mettilo in logaritmico, e non passare il 70-75%, diversamente poi in elaborazione non hai spazio per l’esaltazione delle alte luci fatto dalle wavelets. Tempi sempre sotto 1/100, ma con la Luna non c’è problema. A volte un filtro rosso (WR 25, 26 o 29) aiuta con la risoluzione.

edit: ma la tua è a colori… come non detto :slight_smile:

#6

Grazie degli utilissimi consigli, la prossima volta li metterò in pratica. Posso chiederti che software utilizzi per l’acquisizione? Io ho utilizzato il software proprietario della camera, non ho notato se c’era la possibilità di vedere un istogramma.

#7

Complimenti. Tanta invidia !

1 Like
#8

C’è di sicuro, in tutti i programmi di acquisizione in giro. Di solito uso https://www.sharpcap.co.uk/ nella versione free.

1 Like
#9

È una bella immagine ma concordo con il giudizio di @IK1ODO sulla durezza, che rende l’aspetto meno naturale e più lontano da quanto si osserva visualmente.

2 Likes
#10

Grazie ad entrambi!

#11

Questa sera il seeing non è dei migliori ed inoltre la Luna è praticamente piena e quindi non regala molti dettagli.
Ho provato comunque a fare qualche esperimento, soprattutto riguardo l’istogramma e nel limitare la durezza come mi avete suggerito.
Tenendo conto che questa immagine è stata catturata attraverso una Barlow 3x (mentre l’immagine precedente era senza barlow), vi sembra che sto andando nella giusta direzione?

Grazie!

6 Likes
#12

decisamente sì, molto più naturale. Vai così!

1 Like
#13

Sarebbe potuta essere un’immagine scattata da Beresheet :slight_smile: Complimenti davvero.

1 Like
#14

Mi son permesso di fare un ritocco. Autolivelli, un pelo di sharpening e rimozione del rumore.
Dimmi cosa ne pensi.

luna BK.tif (4,1 MB)

4 Likes
#15

Ho poca esperienza nell’arte della fotografia e ti posso dire che le modifiche che hai apportato rendono la foto più naturale come colori; almeno per me la luna tende al bianco/argento. Ben fatto!

Una domanda @IK1ODO: il colore rossastro é dovuto al filtro applicato?

#16

Probabilmente all’uso di una camera per astronomia, che ha una maggiore sensibilità al rosso. Poi bisogna ri-bilanciare il bianco.

1 Like
#17

Grazie mille per l’aiuto!