Expedition 60 Mission Log

2 Mi Piace

30 Luglio 2019

La ricerca in microgravità sulla Stazione Spaziale Internazionale si sta intensificando con i nuovi carichi scientifici ed un equipaggio allargato dell’Expedition 60. Il mese di luglio vedrà ancora una missione dirigersi verso il laboratorio in orbita poiché un veicolo di rifornimento russo è in attesa del lancio e dell’attracco che avverrà mercoledì.

Sulla Stazione è in corso l’esperimento Cell Science-02 per valutare le terapie per la guarigione delle ossa. Questa mattina gli astronauti Nick Hague e Luca Parmitano hanno attivato il Life Sciences Glovebox per condure questa nuova ricerca sulle ossa. Nick Hague ha poi recuperato i campioni delle cellule ossee osservandone le proprietà di guarigione e di rigenerazione tessutale per favorire la salute dell’uomo sulla Terra e nello Spazio.

Successivamente Luca Parmitano ha fotografato i campioni all’interno dell’incubatore Kubrik per la nuova ricerca d’estrazione spaziale chiamata Biorock . Sfruttando la forza dei microbi, si potrebbero aiutare i futuri astronauti ad estrarre dei preziosi minerali dalla superfice della Luna e di Marte

Gli astronauti della NASA Christina Koch ed Andrew Morgan hanno concluso l’allestimento degli habitat che ospiteranno i topi spediti alla Stazione con il veicolo cargo di SpaceX, Dragon. Gli scienziati stanno comparando i roditori spaziali con il campione di un topo tornato sulla Terra con lo scopo di capire i cambiamenti biologici prodotti dalla microgravità.

Conto alla rovescia per il veicolo cargo russo Progress MS-12 che si trova in posizione nella sua piattaforma di lancio in Kazakhstan, pronto a partire mercoledì alle ore 14:10 CEST. Impiegherà per raggiungere il Pirs Docking Compartment della Stazione trasportando circa 3 tonnellate di cibo, carburante e provviste per l’equipaggio. NASA TV trasmetterà in diretta le veloci attività di lancio e attracco a partire dalle 13:45 italiane.

Mercoledì i cosmonauti Alexey Ovchinin ed Alexander Skvortsov terranno sotto controllo l’avvicinamento automatico e rendezvous della Progress MS-12. Oggi i due esperti residenti della Stazione hanno diviso il loro tempo tra la ricerca umana, manutenzione dei computer e ispezione delle attrezzature.

https://blogs.nasa.gov/spacestation/2019/07/30/new-space-research-kicks-off-ahead-of-wednesday-cargo-launch/

6 Mi Piace

Sempre dal nostro @RikyUnreal

6 Mi Piace
2 Mi Piace

ISS Daily Summary Report – 30/07/2019

Biorock: L’equipaggio ha scattato alcune fotografie della biopellicola nei Kubik-5 e Kubik-6 Biorock Experiment Containers . L’interazione tra i microbi e le rocce fase liquida può essere influenzata dalla ridotta gravità in diversi modi. La riduzione della convezione termica in bassa gravità, e la sua assenza in microgravità, minimizza l’agitazione naturale nei liquidi e nei gas, e può limitare la fornitura di cibo e ossigeno ai batteri, con la conseguente soppressione della crescita, della proliferazione e delle prestazioni d’estrazione. Gli obiettivi della ricerca Biorock è di verificare la quantità assunta e di scoprire se si verificano cambiamenti morfologici e genetici nelle biopellicole .

Cell Science-02: L’equipaggio ha fatto una iniezione del fattore di crescita e nutrito manualmente le cellule della ricerca Cell Science-02 che utilizza le cellule progenitrici degli osteoblasti isolate dalle ossa del topo per studiare gli effetti della microgravità sui processi cellulari osteoblasti a livello molecolare e biochimico. Il Cell Science-02 utilizza un approccio computazionale di biologia omica per studiare come gli osteoblasti rispondono al trattamento con due noti fattori osteo-induttivi.

Combustion Integration Rack (CIR)/ Advanced Combustion via Microgravity Experiments (ACME) Manifold Bottle Exchange: L’equipaggio ha sostituito le bombole con il 40% di O2 con quelle al 30%. Inoltre hanno cambiato la bombola di etilene con una all’interno un miscuglio di idrogeno/metano. La telemetria ha evidenziato una perdita lenta nella bombola di idrogeno/metano e le squadre stanno pensando ad un piano di recupero. La prima parte dello studio Flame Design si è conclusa e sono in corso i preparativi per la transizione alla ricerca s- Flame . Lo scopo di s- Flame è di far progredire la nostra capacità di prevedere la struttura e le dinamiche, tra cui lo spegnimento e le instabilità, sia delle fiamme prive di fuliggine che di fuliggine. I risultati possono contribuire allo sviluppo di motori con una combustione magra (cioè ricca di ossigeno e povera di carburante) per migliorare l’efficienza e ridurre le emissioni inquinanti qui sulla Terra.

GRIP: L’equipaggio ha svolto la seconda sessione di ricerca da seduto dell’esperimento GRIP che consiste in tre procedure: Dynamics Seated , References Seated e References Supine . Queste sono svolte in tre sotto-sessioni separate. La ricerca dell’Agenzia Spaziale Europea GRIP analizza come il sistema nervoso tiene conto delle forze dovute alla gravità e all’inerzia quando manipola gli oggetti. I risultati di questo studio possono fornire informazioni sui potenziali pericoli per gli astronauti che manipolano oggetti in ambienti gravitazionali diversi. Promuove inoltre la progettazione e il controllo di interfacce tattili da utilizzare in ambienti difficili come lo spazio, e fornisce informazioni sul controllo motorio che saranno utili per la valutazione e la riabilitazione del controllo degli arti superiori danneggiati in pazienti con malattie neurologiche.

The ISS Experience: L’equipaggio ha preparato il sistema del ISS Experience , svolto una registrazione introduttiva e registrato una GRIP seated science-2 session . The ISS Experience crea un film-documentario in realtà virtuale sulla vita quotidiana a bordo della Stazione. I filmati di 8/10 minuti raccolti durante 6 mesi di ricerca scientifica coprono differenti aspetti della vita dell’equipaggio, svolgimento della scienza a bordo della Stazione, e le partnership internazionali coinvolte. The iSS Experience usa telecamere Z-CAM V1 Pro Cinematic Virtual Reality (VR) a 360 gradi con 9 lenti fisheye da 190 gradi.

Nanoracks Module 9: L’equipaggio ha svolto una seconda sessione di operazioni durante le quali l’equipaggio ha avuto contatto con dei gruppi di provette provenienti da diversi sacchetti, in genere aprendo morsetti e agitando le provette per mescolare il contenuto. Alcuni degli esperimenti riguardano gli effetti della microgravità sui cristalli saturi di solfato di rame, la crescita di diversi organismi in microgravità, la germinazione di semi di menta piperita nello spazio, la polimerizzazione di vernice a base di olio, formazione di ruggine, ecc.

Treadmill 2 (T2) Status: Dopo la segnalazione di venerdì scorso riguardo la sovratemperatura del Treadmill 2 ed il successivo spegnimento comandato dalla squadra di supporto a terra, la squadra ha esaminato la relativa telemetria ed ha confermato che non si sono verificate reali condizioni di sovratemperatura. Una volta inibito il messaggio di avvertimento, l’equipaggio ha avuto il permesso di utilizzarlo. Il team continua a indagare sulla segnalazione e perché ha dato erroneamente l’allarme.

Waste and Hygiene Compartment (WHC) Dose Pump Changeout: L’equipaggio ha segnalato una luce d’indicazione di cattiva qualità riguardo il WHC Pre-Treat . Dopo la risoluzione del problema con la squadra di supporto a terra, l’equipaggio ha correttamente sostituito la pompa di dosaggio ripristinando la normale operatività del Waste and Hygiene Compartment . La pompa è una parte cruciale del WHC perché immette il liquido di pretrattamento necessario per un riciclo ottimale dell’urina.

4A Pump/Flow Control Subassembly (PFCS) Reset: Quest’oggi si è verificato un Power On Reset (POR) associato al 4A Pump Flow Control Subassembly fermando temporaneamente il flusso del refrigerante esterno verso le batterie del canale 4A. Le squadre a terra hanno velocemente analizzato la telemetria, poi lavorato con delle procedure stabilite per recuperare il flusso refrigerante del Photovoltaic Thermal Control System (PVTCS). Il raffreddamento del canale 4A è stato spento per circa 22 minuti durante i quali le temperature delle batterie non hanno mai superato i limiti previsti dal Flight Rule .

Dragon Cargo Transfer Ops Status: Nonostante non fosse previsto, l’equipaggio ha continuato il trasferimento del carico dal veicolo cargo Dragon CRS-18 alla Stazione.

https://blogs.nasa.gov/stationreport/2019/07/30/iss-daily-summary-report-7302019/
#iss-daily-status-report

3 Mi Piace

Appuntamento dell’AstronauticAgenda:

In-flight event con ISS Program’s Research and Development Conference ad Atlanta
31 Luglio 2019 @ 20:10 - 20:40
NASA TV
Con Nick Hague, Christina Koch, Andrew Morgan e Luca Parmitano

Come mai è durato così poco?

Su NASA TV mettono solo l’ora di inizio. Ho inserito arbitrariamente mezz’ora perché ho notato col tempo che di solito questi eventi non durano tantissimo, ma potrebbe essere durato di più in realtà.

1 Mi Piace

Nuova configurazione della ISS

3 Mi Piace
4 Mi Piace

Eravate a conoscenza di questo medaglione?

4 Mi Piace

ISS Daily Summary Report – 31/07/2019

Progress MS-12 Launch and Docking: Oggi alle 14:10 CEST è partita dal cosmodromo di Bajkonur la Progress MS-12 carica di cibo, carburante ed approvvigionamenti. Dopo un rendezvous di due orbite, il veicolo cargo ha correttamente attraccato alla Stazione nel portello di nadir del Docking Compartment 1 quando in Italia erano le 17:29. L’equipaggio ha successivamente svolto una verifica delle perdite, aperto i portelli e iniziato lo scarico del carico.

Biofabrication Facility (BFF): L’equipaggio ha continuato a sostenere le serie di prove di stampa del Biofabrication Facility che sono iniziate all’inizio della settimana. Queste prove di stampa iniziali sono pensate per controllare e per mettere a punto il sistema e non contengono cellule. L’utilizzo di stampanti 3D biologiche per la produzione di organi umani utilizzabili è da tempo il sogno degli scienziati e dei medici di tutto il mondo. Tuttavia, stampare le minuscole e complesse strutture presenti all’interno degli organi umani, come le strutture capillari, si è rivelato difficile da realizzare in presenza della gravità terrestre. Per superare questa sfida, Techshot’s ha sviluppato la loro Biofabrication Facility per stampare in microgravità tessuti di organi, fungendo da trampolino di lancio in un piano a lungo termine per produrre interi organi umani nello spazio utilizzando delle sofisticate tecniche di stampa 3D biologica.

Combustion Integration Rack (CIR) Manifold Bottle Inspection: Ieri dopo la scoperta della perdita lenta, è stato scollegato l’attacco con la bombola del carburante, ispezionata e ricollegata al collettore del Combustion Integration Rack . Successivamente la pressione è stata tenuta sotto controllo e la perdita è stata ridotta, ma ancora presente. L’equipaggio ha quindi cercato l’origine della perdita (si presume che sia la valvola di disinserimento rapido o di decompressione) con il rilevatore di perdite ad ultrasuoni, ma non è stato in grado di isolare la fonte della perdita. La valvola della bombola del carburante è stata chiusa e le squadre stanno discutendo un piano. La bombola del carburante sarà riutilizzata per la prossima ricerca chiamata s-Flame .

Electrostatic Levitation Furnace (ELF) Cartridge Exchange: L’equipaggio ha tolto dal Forno a Levitazione Elettrostatica la presente cartuccia campione e l’ha sostituita con una nuova. Il Forno a Levitazione Elettrostatica dell’Agenzia spaziale giapponese (JAXA) è una struttura sperimentale progettata per levitare, fondere e solidificare i materiali utilizzando tecniche di lavorazione senza contenitori grazie al metodo della levitazione elettrostatica. Con esso si possono determinare le proprietà termofisiche delle fusioni ad alta temperatura ed è possibile ottenere le proprietà di solidificazione da fusioni estremamente sopraffuse. In genere la fornace processa gli ossidi però può anche lavorare semiconduttori, leghe e metalli.

GRIP: Quest’oggi l’equipaggio ha svolto la terza sessione di ricerca da supino. L’esperimento GRIP consiste in tre procedure: Dynamics Seated , References Seated e References Supine . Queste sono svolte in tre sotto-sessioni separate. La ricerca dell’Agenzia Spaziale Europea GRIP analizza come il sistema nervoso tiene conto delle forze dovute alla gravità e all’inerzia quando manipola gli oggetti. I risultati di questo studio possono fornire informazioni sui potenziali pericoli per gli astronauti che manipolano oggetti in ambienti gravitazionali diversi. Promuove inoltre la progettazione e il controllo di interfacce tattili da utilizzare in ambienti difficili come lo spazio, e fornisce informazioni sul controllo motorio che saranno utili per la valutazione e la riabilitazione del controllo degli arti superiori danneggiati in pazienti con malattie neurologiche.

Synchronized Position Hold, Engage, Reorient, Experimental Satellites – Zero Robotics (SPHERES ZR) Unit Test: L’equipaggio ha montato in appositi luoghi i localizzatori SPHERES e svolto una prova dell’unità. Questo fa parte del SPHERES Zero Robotics (ZR) 2019 Middle School Summer Program . Zero Robotics prevede tre parti:

  1. L’unità di prova valuta l’abilità di eseguire il codice principale della sessione;
  2. L’esercitazione mette alla prova diversi aspetti dell’effettiva conclusione;
  3. La vera sessione di ricerca Zero Robotics .

La premessa di questa sessione Zero Robotics è per un satellite SPHERES di recuperare un satellite SPHERES danneggiato da un campo di detriti virtuale nell’orbita satellite bassa. Zero Robotics consente agli studenti delle scuole medie e superiori di sviluppare un codice per raggiungere gli obbiettivi della competizione. Gli algoritmi sono testati dalla squadra di SPHERES ed i migliori progetti sono selezionati per la competizione che utilizzeranno i satelliti SPHERES a bordo della Stazione.

https://blogs.nasa.gov/stationreport/2019/07/31/iss-daily-summary-report-7312019/
#iss-daily-status-report

2 Mi Piace

Nuovo tweet di Luca Parmitano!

2 Mi Piace

1 Agosto 2019

Oggi la Stazione Spaziale Internazionale sta ospitando 5 veicoli così ad agosto aumenta l’attività per il maggior traffico in orbita. I sei membri dell’Expedition 60 stanno anche scaricando un veicolo cargo russo ed uno statunitense, attivando nuovi esperimenti scientifici e rifornendo la cucina della Stazione.

Mercoledì, il veicolo di rifornimento russo Progress MS-12 ha completato una missione di consegna rapida nel primo pomeriggio italiano, attraccando al Pirs Docking Compartment appena 3 ore e 19 minuti dopo il lancio dal Kazakhstan. Poco dopo il cosmonauta Alexander Skvortsov ha aperto il portello del veicolo dando inizio alla sua permanenza di 4 mesi sulla Stazione. Alexander Skvortsov ed il Comandante della Stazione Alexey Ovchinin hanno iniziato lo scarico di circa 3 tonnellate di beni di consumo, carburante e provviste.

I due veicoli cargo statunitensi occupano i portelli di attracco rivolti verso la Terra dei moduli Harmony e Unity, conosciuti anche come Nodo 2 e Nodo 1. Il portello di Unity si libererà giovedì quando il veicolo cargo della Northrop Grumman , Cygnus, ripartirà dopo 109 giorni nello spazio. Sabato il braccio robotico Canadarm2 ha installato al Nodo 2 il veicolo cargo di SpaceX Dragon dopo il suo arrivo e la cattura, dando inizio al mese necessario per le operazioni di scarico.

Oggi gli astronauti della NASA Christina Koch e Nick Hague si stanno prendendo cura dei topi che sono stati portati sulla Stazione con il Dragon per la ricerca biologica in corso. Il veicolo riutilizzabile riporterà sulla terra i topi alla fine del mese, incluse altre merci, così gli scienziati potranno analizzare vari cambiamenti che avvengono solamente in microgravità.

Il Dragon ha portato su una nuova commercial crew vehicle port , l’ International Docking Adapter-3 , collocata nella sua sezione non pressurizzata. Presto, i Robotics Controllers la estrarranno prima che, qualche giorno dopo, due spacewalkers la installeranno nel portello del Nodo 2 rivolto verso lo spazio.

Pochi giorni prima della partenza del Dragon, la Russia lancerà un veicolo per equipaggio senza pilota, la Sojuz MS-14, diretto al laboratorio orbitante per una prova dell’aggiornato 2.1a Sojuz booster . Attraccherà al modulo Poisk per una permanenza di due settimane prima di paracadutarsi sulla Terra nelle vaste steppe del Kazakhstan.

https://blogs.nasa.gov/spacestation/2019/08/01/august-brings-more-spaceship-traffic-and-a-spacewalk/

4 Mi Piace
2 Mi Piace

Ciao a tutti!
Volevo informarmi che i miei creatori mi hanno dotato di nuovi poteri: da oggi pubblicherò tempestivamente tutti i tweet di Luca Parmitano su questo Topic, e continuerò su quello futuro di Expedition 61, quando sarà aperto.
A rileggerci presto!

8 Mi Piace

Come le macchine tolgono lavoro agli uomini. Fra un po’ ci troveremo tutti disoccupati. :grimacing:

5 Mi Piace

Caro @Lupin,
io posso solo dedicarmi alle attività ripetitive e noiose per cui sono stato programmato, ma che richiedono costante attenzione, come incollare qui link da Twitter.
A dare una marcia in più, un’anima al forum, sono proprio gli utenti come te che ci si dedicano con originalità e passione. Lì le mie capacità non potranno mai arrivare… :robot:

4 Mi Piace

E la risposta di @RikyUnreal

4 Mi Piace